Utente 357XXX
Salve ho 23 anni e sono stata operata di piedi piatti quando avevo 13 e 16 anni. In seguito alla prima operazione dopo un'anestesia epidurale...per 15 giorni ebbi febbre a 42 e fui ricoverata in neurologia. nella dimmissione mi fu scritto che nella Rm l'ultimo disco vertebrale aveva un inizio di discopatia...e che la febbre era causata da un inizio di meningite.
Prima dell'operazione mi ricordo che l'anestesista aveva la mano che tremava...e quando mi fece la anestesia avverti un forte dolore alla schiena e lui non riusciva a farmi la anestesia tanto che è dovuto arrivare una anestesista donna per eseguire la anestesia che me la fece.,,e con lei non avverti dolore. La mia domanda è può la anestesia avermi causato questa discopatia che ad oggi si è trasformata in un ernia estrusa con disco disidratato?

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Gentile Signora,

escluderei a priori che un'ernia discale possa essere la conseguenza di un'anestesia epidurale.
Può leggere, al proposito, l'articolo del Collega Neurochirurgo Dott. Migliaccio:
https://www.medicitalia.it/minforma/neurochirurgia/335-complicanze-puntura-lombare-rachicentesi.html

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 357XXX

Iscritto dal 2014
Egregio dottore può allora un etrometria causata dal vagismo della gamba corta causare una disidratazione del disco e in seguito con il lavoro di oss un'ernia estrusa l5-s1 e il quinto disco rigonfiato?
Addesso per questa falsa gamba corta porto un rialzo di 6mm nella gamba destra...e sto facendo fisioterapia e ossigeno-ozono terapia. ma mi è stato gia detto che nn posso più fare questo lavoro e che se l'ozono nn funzionerà dovro operarmi. Volevo chiedere siccome ora mai nn riesco più a stare seduta e continuo ad avere forti dolori c'è un modo per chiedere che venga riconosciuto questo mio problema e a chi mi dovrei rivolgere? Grazie

[#3] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Gentile Signora,

se il "riconoscimento" cui Lei fa riferimento riguarda la mansione specifica del Suo lavoro, deve rivolgersi al Medico Competente dell'azienda od ente di cui è dipendente.
Se invece intende presentare istanza per malattia professionale, questa va presentata all'INAIL corredata della necessaria certificazione medica: per tale evenienza è opportuno che si rivolga preventivamente ad un Ente di Patronato, che La può assistere nella pratica.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]