Utente 368XXX
Salve mia madre è stata riconosciuta portatore di handicap ai sensi dell'art. 4 della legge 05 febbraio 1992 n.104 comma 3 art. 3,
da premettere che ha la prescrizione specialistica della sedia a rotelle
con diagnosi: per depressione psicosi distimica b vascolare a tratti di tipo
demenziali,parkinsonismo,spondiloartrosi a notevole incidenza
funzionaleipolare con deterioramento cognitivo misto,osteoporosi

esame obiettivo:condizioni generali mediocri paz non collaborante ,in sedia a
rotelle impossibili i passaggi posturali autonomi, tremori posturali

Ho cercato di acquistare un auto con le agevolazioni previste ma il concessionario mi ha detto che non era possibili in quanto lei non rientrava, adducendo che non viene specificata la patologia e la documentazione non è completa
Ho chiesto parere ad un addetto dell'ufficio delle Entrate e mi ha riferito che per lui c'erano gli estremi, ma nonostante questo la concessionaria non ha fatto la pratica perché voleva qualcosa per iscritto che naturalmente l'addetto dell'Agenzia non mi ha voluto rilasciare perché era un parere informale.
Volevo chiedere se secondo voi mia madre rientra nelle agevolazioni, e se posso avere un autorizzazione scritta da parte di qualche ente in modo che qualunque concessionaria non possa accampare scuse
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Buongiorno,

bisognerebe vedere se sul verbale della L. 104 (art. 3 comma 3) rilasciato dalla commissione invalidi, è segnata anche la casella con specificata la riduzione della capacità deambulatoria.

cordiali saluti
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#2] dopo  
Utente 368XXX

Nel verbale non vi è segnata e nemmeno è presente nessuna casella con specificata la riduzione della capacità deambulatoria, altrimenti il problema non si porrebbe, i codici ICD9 segnati nella diagnosi sono: 332, 720, 290 mentre la diagnosi funzionale è lascata in bianco.

Anche l'addetto dell'Agenzia delle Entrate dal quale sono tornato nel frattempo per la seconda volta, mi ha detto che questo verbale è fatto male.

Comunque mi ha confermato per la seconda volta (chiedendo una consulenza interna al suo direttore) che per loro ci sono gli estremi anche senza l'adattamento del veicolo, (perché nel frattempo qualche altro concessionario mi aveva affermato che c'erano gli estremi ma bisognava fare l'adattamento obbligatorio al veicolo).
Inoltre l'addetto dell'agenzia delle Entrate mi ha pure dato il suo numero e la sua email dell'ufficio, perché se vi erano problemi alla concessionaria lo avrebbe spiegato lui che la pratica si poteva eseguire, il problema sono sempre le concessionarie che sono sempre titubanti e cercano in ogni modo di non farlo.

Cordiali saluti


[#3] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Buongiorno,
a mio aprere Lei comunque ha diritto alle agevolazioni, si tratta di esibire il verbale giusto alla concessionaria, insista e li faccia parlare con l'ufficio agenzia entrate.

Saluti
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona