Utente 910XXX
piu' che una storia clinica, la mia,e' piu' un incubo clinico.tutto inizia nel 98,ad aprile. conosco una ragazza,decido di farlo senza precauzioni,visto che stavamo insieme ed era seguita al policlinico per dei suoi problemi alle ovaie, mi assicura di potermi fidare, perche gli fanno addirittura le biopsie.mi fido... inizio subito ad avere bruciori,ma non gli do' peso. continuo,e il fastidio aumenta sempre piu. con l'ignoranza dei miei 20 anni,trascuro questo problema finche' mi accorgo che non mi passa piu,e peggiora.
vado in giro per farmacie e dermatologi,mi rifilano pomate e stupidagini varie, dopo un'anno vado da un andrologo,faccio spermiocultura,mi trovano escherichiacoli,e una lesione al glande "lei soffriva di secchezza vaginale".
prendo antibiotici,stavo un po meglio,ma poi torna... inizio a girare per medici. premetto che non avevo null'altro che un bruciore all'eiaculazione,e dopo,anche mentre urinavo. mi imbatto in un dottore,super specialista.
mi diagnostica una prostatite cronica. mi inizia a dare antibiotici. 500mg,2 al giornox10giorni.
appena finiti,altri,sempre 500mg,x10 gg,e altri ancora.
io ero culturista,e anche bello grosso. 1,80cmx95kg di muscoli.la mia prima domanda,ovvia e' stata: ma con questi medicinali,mi posso allenare,o devo fermarni?
risposta: ma no,tu fai quello che hai sempre fatto, allenati, gioca a calcetto,e sorridi perche tra un po' starai meglio.
questa frase la sogno la notte. mi rimbomba nella testa. io mi fido,prendo le medicine,non guardo gli effetti collaterali perche mi fidavo di uno specialista super stimato. dopo appena 10 giorni,avverto un dolore forte ai tendini rotulei,ma credevo era colpa della partita di calcetto. dopo altri 10gg,mentre mi allenavo in palestra con i pesi,mi si apre la mano da sola,e mi cade un manubrio da 40kg sul petto. io non capivo,lo tenevo forte. mi vengono dubbi,vado a vedere che effetti collaterali avevano le medicine.
leggo: causa tendiniti, con possibile rottura dei tendini!!!!!!!! mi prende un colpo,e subito capisco cos'era successo.
torno dall'"illustre",e quasi schifato mi dice che e' strano,che non si e' mai lamentato nessuno,pero' di sospendere la palestra e farmi vedere da un ortopedico. faccio ecografie ai punti dove ho piu dolore,e mi riscontrano infiammazioni ovunque. inizio a fare ipertermie, per i rotulei. credevo che stando fermo sarebbe passato tutto. poi visto che la prostatite non guariva,smetto tutto . torno in palestra dopo 7 mesi,sperando di poter allenarmi. ma dopo pochi allenamenti,capisco che sento dolore ai tendini,invece che ai muscoli. disperato inizio a girare tra vari ortopedici,e la risposta sempre la stessa... sei tutto calcificato,non si puo fare niente. ho provato terapie di onde d'urto,con altre cose associate. li per li,stavo meglio,ma al primo movimento,mi infiammavo per giorni.
sono passati 5 anni da quando ho preso quei maledetti farmaci,e la situazione clinica e' la seguente: calcificazioni ed ispessimento,di tutti i tendini,compresi quelli delle mani,che muovo a fatica,e quelli delle mascelle,che se mastico cose un po' gommose,tipo pane ecc,mi si bloccano. la mia forza e' pari a quella di un bambino di 8 anni,per quanto riguarda la stretta di mano ad esempio. non riesco a fare piu niente,neanche tenere il fono mentre asciugo i capelli,perche dopo 3 min,mi inizia a bruciare la spalla fortissimo.
per le gambe non ne parliamo,non posso stare troppo in piedi,e correre ormai e' un ricordo.
ho pure un'ernia jatale "dicono per colpa degli antibiotici", ho una pubalgia allucinante, ho dolore ai timpani, sempre causa dei antibiotici,sento un ronzio nelle orecchie insopportabile, sopratutto la notte quando non ci sono rumori. ho i talloni che mi fanno malissimo anche da seduto.e la prostatite e' ancora li',piu di prima. risultato: ho speso piu di 30milioni di lire. mi sono indebbitato. ho perso il lavoro perche ero istruttore di bodybuilding. sono un vegetale. non vedo nessuna speranza. e so' che con il tempo,peggiorero',perche i tendini prima o poi inizieranno a rompersi.
CHE DEVO FARE.
io cosi non posso vivere.
posso essere risarcito di questi danni ? e come? non posso piu lavorare. come faccio?

[#1] dopo  
Dr. Michele Quinto

20% attività
0% attualità
12% socialità
MONZA (MB)
BRUGHERIO (MB)
AGRATE BRIANZA (MB)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2003
Temo che la responsabilita' professionale del Medico in questo caso sia molto difficilmente dimostrabile ed inoltre vi sono altri casi in cui la Casa Farrmaceutica produttrice, avendo indicato gli effetti avversi, non risarcisce questo tipo di danno. Forse inn questo caso, meglio del Medico, un Avvocato valente potrebbe, rivisitando la giurisprudenza correlata esprimere un parere.

[#2] dopo  
Utente 910XXX

grazie per la risposta dottore. ma crede che mi spetta almeno una pensione ?io non riesco a lavorare...