Utente 483XXX
Salve vorrei sapere come posso essere riborsato dal danno subito permanente in merito un intervento chirurgico al collo vescicale in quanto ho perso l'eiaculazione per una diagnosi errata quando poi il problema era dovuto ad una prostatite batterica mal curata è quindi non c'entrava nulla l'intervento effettuato. Oggi mi ritrovo con lo stesso problema di getti urinari sottili e variabili ed in più un eiaculazione retrograda quindi non potrei più avere figli per colpa del medico che non ha valutato bene la diagnosi dovuta ad una prostatite batterica mal curata. Mi ha operato più volte al collo vescicale fino a quando ho perso non solo le eiaculazioni in più mi ritrovo con lo stesso problema di prima. In attesa di un vostro parere porgo cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,
come già risposto ad altri anloghi consulti, la richiesta di risarcimento per responsabilità sanitaria è un passo abbastanza delicato e complicato nello stesso tempo, per cui prima di procedere a qualsiasi iniziativa a mio parere è indispensabile:
- raccogliere tutta la documentazione sanitaria inerente al caso
- individuare un medico specialista Urologo (esperto in patologie della prostata), al quale sottoporre tutta la documentazione disponibile e dal quale ottenere una relazione clinica sul caso specifico, che evidenzi quale sarebbe stato, dal punto di vista clinico, il corretto iter diagnostico-terapeutico
- individuare un Medico Legale di fiducia (esperto nella trattazione di casi di responsabilità sanitaria, e possibilmente scelto tramite il proprio Avvocato di fiducia, considerato che entrambi i professionisti dovranno collaborare) al quale sottoporre la documentazione disponibile, ivi compresa la relazione clinica dello specialista Urologo, ed acquisirne un parere scritto, che andrà poi valutato dall'Avvocato.
-valutare i "pro" ed i "contro" alla richiesta di risarcimento
- eventualmente, procedere secondo quanto stabilirà l'Avvocato di fiducia.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 483XXX

La ringrazio per la celere risposta immediata, dott. Mascotti riguarda il mio avvocato di fiducia non conosce o meglio non ha nessun appoggio con il medico legale, riguardo la documentazione sia delle cartelle cliniche precedenti e sia ad altri urologi potranno scrivere che realmente anche diagnosticamente esce fuori come diagnosi che ho una prostatite batterica cronica, dovrei prendere o meglio cercare un medico legale che si appoggia ad un urologo per poi procedere legalmente e valutare i pro ed i contro. La ringrazio comunque per il suo parere, porgo cordiali saluti.