Utente 435XXX
Buonasera gentili dottori, anticipando di aver letto le vostre pagine in merito alla prostata ed alla prostatite, vi scrivo per chiedere spiegazioni nell'impossibilità di vedere a breve un urologo.
Mi è stata diagnosticata una prostatite, con dimensione della prostata nei limiti della norma e dolente al tatto, e l'esito dell'urinocoltura è risultato negativo: intanto, e per 10 giorni, ho preso un antibiotico per via orale e beclometasone dipropionato per via rettale.
Le cose andavano molto meglio, ma al decimo giorno ho avuto una giornata di forte stress e il dolore in zona anale è tornato molto forte (non so se c'entra, chiedo a voi), forse più di prima. Oltretutto, l'urina odora di sperma proprio da questo momento. E' il secondo giorno che le cose vanno così.
Desidererei chiedervi come muovermi: che fare? Devo farmi vedere urgentemente, o andare dal medico di base?
Il fatto che l'urinocoltura fosse negativa cosa implica? Cosa posso fare?
Infine, una curiosità: leggevo che il massaggio prostatico può essere utile, tra le diverse situazioni collegate alla prostata, anche per la prostatite. E' vero? In che misura lo è? Come fare, ci sono strumenti consigliati per poterlo fare?

Grazie mille
Un cordiale saluto

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore
una prostatite guarisce in varie settimane con sintomi molto diversi
si affidi al suo medico
e cerchi di non avere pareri diversi
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org