Utente
A seguito di persistenti e forti dolori al collo, alle spalle e al braccio destro, il mio medico mi ha consigliato una rmn cervicale. Diagnosi:normali appaiono i rapporti della cerciniera occipito-atlo-assiale.Il rachide presenta aspetto rettilineo con scomparsa della lordosi fisiologica. Spondilosi. Non si osservano alterazioni osteo strutturali focali o diffuse di tipo litico o produttivo a carico dei metametri vertebrali esplorati.
I dischi intersomatici presentano nelle sequenze t2 pesate riduzione dell'intensità del segnale in relazione a perdita della idrofilia a cui si associa più o meno evidente riduzione di spessore.
Valutando i singoli spazi intersomatici:
C3-C4:non protusioni discali significative.Conservato lo spazio liquorale peri-midollare.Liberi i forami di coniugazione.
C4-C5:protusione discale nel canale spinale di 2-3 mm. Tale protusione riduce lo spazio liquorale peri-midollare senza giungere a contatto con il midollo. I forami di coniugazione sono liberi.
C5-C6:protusione discale di 3 mm circa per sfiancamanto circonferenziale. La protusione discale riduce ma non abolisce lo spazio liquorale perimidollare. Liberi i forami di coniugazione.
C6-C7: protusione discale di 4mm circa nel canale spinale in relazione a rilevante sfiancamento circonferenziale. La protusione discale riduce ma non abolisce lo spazio liquorale perimidollare e tende a limitare ambedue i recessi laterali soprattutto il dx di cui riduce l'imbocco. Liberi i forami di coniugazione.Il canale spinale è di taglia regolare.
Il midollo presenta morfologia e caratteristiche di segnale in limiti di normalità lungo tutto il suo decorso.
Vorrei sapere quale terapia medica e fisica consigliate e quale attività fisica posso praticare, anche in considerazione di diverse discopatie e spondiloartrosi a livello lombo-sacrale. Grazie

[#1]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PADOVA (PD)
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent.le Utente,
forse una blanda terpia antinfiammatoria può essere sufficiente. Eventualmente può aggiungere un collarino per alcune ore della giornata.
Esegua anche un emg agli arti sup. per verificare lo stato
di sofferenza dei nervi.

Per quanto concerne il tratto lombare Lei dovrebbe essere più precisa e dettagliata.

Cordialità
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2] dopo  
Utente
Gentilissimo Dott. Della Corte, la ringrazio per la sollecita risposta. Per completezza di informazioni la rmn alla schiena nel 2005 mostrava discopatia degenerativa cronica particolarmente evidente a livello L4-L5 dove il disco ridotto in altezza sporge nel canale vertebrale, ed L5-S1. Iniziale L3-L4.
Dopo un consulto neurochirurgico, ho intrapreso una dieta dimagrante che ha notevolmente migliorato i sintomi. Ora sono leggermente in sovrappeso (3 o 4 chili), ma per poter conservare un peso accettebile devo continuare a fare movimento ( visto che sto per arrivare alla menopausa). Il dolore alle spalle, al collo e al braccio destro mi impediscono di svolgere qualsiasi tipo di sport, in questo momento, ma anche i consueti lavori di casa. Antidolorifici a parte(non posso abusarne perchè soffro di gastrite ed esofagite da reflusso), quale attività fisica mi consiglia? Grazie per la pazienza.

[#3]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PADOVA (PD)
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Potrebbe andar bene il podismo (non esasperato, magari al tapis roulant),la ciclette,anche il nuoto, scegliendo stili in cui non vi sono movimenti di flesso/estensione o rotazione nè del collo nè della schiena.
Aggiunga, eventualmente un corsetto durante la stazione eretta.
Spero di essere stato utile.
Ancora cordiali saluti.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#4]  
Gentile signora,
pur nei limiti della consulenza on-line, ritengo che, da quanto viene trascritto dal referto della NMR cervicale e dai sintomi che Lei riferisce, una valutazione clinica diretta da parte di un neurochirurgo sia necessaria, in qunato ho l'impressione che la terapia sia chirurgica.

Concordo con il collega Della Corte sulla opportunità di eseguire un esame Elettromiografico agli arti superiori, poichè da questo esame può scaturire una più precisa indicazione su quale livello del tratto cervicare intervenire appunto chirurgicamente,

Cordiali saluti

[#5] dopo  
Utente
Ringrazio sia il dott. Della Corte che il dott.Migliaccio.Farò certamente l'elettromiografia, poi sentirò il parere del neurochirurgo. Nel frattempo cercherò di muovervi, magari con il tapis roulant, perchè il nuoto, che ho praticato spesso in piscina termale, ora proprio mi risulta difficolotoso . Un ultimo consiglio, se non sono troppo insistente. Dove abito, ci sono neurochirurghi con differenti correnti di pensiero: uno,abbastanza conosciuto, che sconsiglia sempre l'intervento, e un'altro,altrettanto famoso, che lavora in una struttura privata, specializzato nella microchirurgia endoscopica spinale, ed è più propenso ad intervenire. Come regolarmi? Grazie per la gentilezza e la pazienza.

[#6]  
Gentile signora,
solo il neurochirurgo che vedrà i Suoi esami può decidere la terapia ed anche l'eventuale tecnica da adottare.
Cordiali saluti