Dolore alle gambe difficoltà a deambulare

6 anni fa ho cominciato a sentire dei ronzii dopo una risonanza mi è stato detto che avevo una cisti che comprimeva dei nervi e che era questo il motivo ma non si poteva operare perchè troppo in profondità.4 anni fa è sopraggiunto glaucoma a entrambi gli occhi, da 3 anni faccio sempre più difficoltà a deambulare mi si bloccano i muscoli delle cosce non appena faccio 10 metri mi sento le gambe come di legno,di nuovo risonanza: colonna toracica- accentuazione cifosi dorsale,possibile ernia intraspongiosa del 3° medio dorsale con disidratazione e modificazione della struttura interna della stesso a base degenerativa espessore ridotto con minima spondilosi marginosomatica osteofitosica.rm colonna cervicale- rettinilizzazione del rachide cervicale con riduzione di ampiezza del canale vertebrale tra c4-d7 alterazione del segnale a carico di tutti i dischi intersomatici.c4-c5 lieve protusione globale del profilo posteriore del disco con impronta sul sacco durale c5-c6 protusione del profilo con impegnointraforaminale impronta sul sacco e sul midollo.c6-c7 protusione del profilo con intraforaminale bilaterale + a sn con riduzione dello spazio liquorale spondilosi marginosomatica osteofitosica. in corrispondenza della porzione anteriore del dente dell'epistrofeo piccola area rotondeggiante iperintensa in t2 e ipotensa in t1 di possibile significato degenerativo.il canale vertebrale presenta dimensioni ai limiti inferiori della norma, falda di film liquido sinoviale a carico articolazioniinterapofisarie L3-L4-L5.rm cervello e tronco-cisti pre-midollare in sede mediana paramediana sinistra formazione espansiva extracerebrale a margini netti 12x23mm in LL e CC.importante scoliosi dell'arteria basilare in t1 mostra doppia banda ipo-iperintensa minimo ampiamento della cisterna sovrascellare con concavità superiore dell'adenoipofisi.Fatto elettromiografia non ci hanno capito niente.Fatti PEV arti superiori:tutto negativo; arti inferiori: nettamente incrementata la latenza delle principali onde evocate bilateralmente sofferenza dei fasci spinotalamici.Nessuno sa darmi una risposta di cosa ho vada peggiorando progressivamente operare non mmi garantisce niente nessuno anzi mi dicono che probabilmente ne uscirei peggio di adesso io non riesco più a cammminare quasi cosa mi consiglia di fare a chi devo rivolgermi per avere un aiuto concreto i medicinali che mi hanno dato fin ora non sono serviti a niente.
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Egr. signore,
intanto credo che abbia fatto un po' un minestrone nel ricopiare il referto della RMN che pertanto non risulta per nulla chiaro.
Sembrerebbe comunque, anche dai sintomi che riferisce, che la Sua sintomatologia possa dipendere dal canale lombare ristretto.
Tale patologia è curabilissima con l'intervento chirurgico.

Però la certezza la si può avere solo dopo una accurata valutazione dello specialista.

Cordialmente

[#2]
dopo
Utente
Utente
la ringrazio per la celerità della sua risposta intanto le riscrivo nuovamente i risultati delle risonanze di cui ho fatto un sunto nella mia precedente sperando che possa capire meglio il mio disturbo,le chiedo scusa per il guazzabuglio ma temevo che lo spazio a disposizione non bastasse per esporre tutti i fatti.Se veramente per risolvere il mio problema invalidante basterebbe un semplice intervento lombore vorrei sapere perchè fino ad ora tutti mi hanno detto che invece dovrei operarmi in testa per rimuovere la cisti senza oltrettutto garantire un risultato risolutore del problema ma che invece protebbe essere invalidante o addirittuale fatale eseguire,spero che con i risultati integri degli esami mi possa dare una risposta precisa e certa in merito a questo punto sarei pronto ad affrontare il viaggio ed eseguiere l'intervento prosso di voi.
Potenziali evicati: arti superiori: stimolazione al nervo mediano destro e sinistro registrazione in EP,CV7,C3-C4 arti inferiori:stimolazione del nervo tibiale destro e sinistro registrazione in T12 e in CZ
conclusioni: nella norma i reperti stimolando gli arti superiori nettamente incrementata la latenza delle principali onde evocate, bilateralmente,stimolando gli arti inferiori sofferenza dei fasci spinotalamici.
RM colonna toracica:scansioni eseguite in T1,T2 pesate e STIR e scansioni assiali balance.risultato: accentuazione della cifosi dorsale;sostanzialmente regolari per intensità di segnale i corpi vertebrali in esame; a carico del margine superiore del soma di una vertebra del III medio dorsale si osserva piccola irregolarità del profilo da possibile ernia intraspongiosa;segni di disidratazione discale del III prossimale dorsalecon modificazioni della struttura interna su base degenerativa e spessore ridotto asociati a minima spondilosi marginosomatica osteofitosica;regolare intensità di segnale del cono midollare e delle radici della cauda.
RM colonna cervicale:studiato il tratto di rachide compreso tra la cerniera cervico-occipitale e il soma di D4;rettilinizzazione del rachide cervicalecon riduzione di ampiezza del canale vertebrale nel tratto compreso tra C4 e il margine superiore della D7;alterazione di segnale a carico di tutti i dischi intersomatici ipointensi in T2;C4-C5 lieve protusione globale del profilo posteriore del disco con modesta impronta sul sacco durale;C5-C6 protusione globale del profilo posteriore del disco associata amodesto impegnointraforaminale a sinistra, impronta sul sacco durale e sul midollo senza segni di sofferenza midollare;C6-C7 protusione globale del profilo posteriore del disco associata a modesto impegno intraforaminale bilaterale ma più evidente a sinistra e con solo lieve riduzione di ampiezza dello spazio liquorale pre-midollare,spondilosi marginosomatica osteofitosica,corvi vertebrali regolarmente allineati in senso AP; in corrispondenza della porzione anteriore del dente dell'epistrofeo si apprezza piccola area rotondenggiante iperintensa in T2 ed ipointensa in T1 di possibile significato degenerativo.
RM colonna lombosacrale: indagine eseguita mediante scansioni assiali e sagittali con sequenze SE pesete in T1 e TSE T2: corpi vertebrali conservati in altezza di regolare intensità il segnale con muro posteriore allineato,modeste alterazioni artrosiche somatiche,rettilineizzato il profilo posteriore del disco a livello L3-L4,modesta protusione discale ad ampio raggio a livello L4-L5,a livello L5-S1 il disco presenta fenomeni di disidratazione ed è apprezzabile modesta protusione discale ad ampio raggio con focalità erniaria in sede mediana che determina dolce impronta sul sacco durale, a tale livello ridotta ampiezza del terzo inferiore dei forami di coniugazione, non rilievi d'ordine patologico a carico degli altri dischi intersomatici indagati,il canale vertebrale presenta dimensioni ai limiti inferiori della norma,falda di liquido sinoviale a carico delle articolazioni interapofisarie a livello L3-L3 ed L4-L5.
RM del cervello e del tronco encefalico:scansioni eseguite in T2 pesate sui piani assiale e coronale,FLAIR assiale e sagittale in T1:sempre apprezzabile in corrispondenza della cisterna pre-midollare,in sede mediana,paramediana sinistra,formazione espansiva,extracelebrale,a margini netti,tale formazione da riferire in prima ipotesi a cisti aracnoidea,appare invariata per dimensioni 12X23mm in LL e CC e rapporti,il segnale è analogo a quello del liquor, fatta eccezione per minima disomogeneità della soppresione nelle sequenze FLAIR da riferire a possibile componenteprotinacea o artefatto da pulsasione,invariato l'effetto massa a livello del midollo allungato, non si apprezzano significative alterazioni delle dimensioni e della morfologia del sistema ventricolare,importante scoliosi dell'arteria basilare che nella sequenza T1 pesata e nel solo piano assiale mostra doppia banda ipo-iperintensa compatibile verosibilmente con artefatto,come reperto aggiuntivo si apprezza minimo ampiamento della cisterna sovrascellare con concavità superiore dell'adenoipofisi,linea mediana in asse.
Aspetto impaziente sua risposta,sentitissimi ringraziamenti intanto per avermi dato una speranza.
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Egr. signore,
Le mie considerazioni sono necessariamente limitate dal non poterLa visitare nè visionare direttamente gli esami effettuati.
Quanto evidenziato alla RM del cervello, se trattasi di cisti aracnoidea, essa nella maggioranza dei casi è del tutto asintomatica ed innocua.
Le altre "alterazioni" segnalate sono o artefatti o comunque di alcun significato.

Le problematiche cliniche che La riguardano sembrerebbero invece riferirsi alla colonna vertebrale, in particolare in esede cervicale e lombare.
Però per poter stabilire se i Suoi sintomi dipendono in prevalenza dall'una o dall'altra sede della colonna, è necessaria una accurata visita medica.

Disponibile per quanto mi è possibile, La saluto con cordialità

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa