Tumore benigno della pineale

uomo di 37 anni con diplopia ed impossibilità allo sguardo verticale da circa 18 mesi, eseguita RM con contrasto che rivela massa della grandezza di 3,5 cm in corrispondenza della regione pineale con lieve idrocefalo associato. Eseguita biopsia per istologico con diagnosi di lesione neuroectodermica benigna ed applicazione di derivazione per drenaggio liquor (tolto dopo 3 giorni). Paziente in buone condizioni di salute, marker ematici e liquor negativi. Consigliata asportazione chirurgica. Richiesta di rischio mortalità intraoperatoria e morbidità post chirurgica.
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Egr. signore,
è difficile rispondere al Suo telegrafico consulto.
Il tumore della pineale riscontrato, seppur istologicamente benigno,è situato in una zona del cervello molto delicata dal punto di vista anatomico e funzionale e pertanto la sua asportazione pone dei rischi anche di mortalità intraoperatoria anche se abbastanza ridotti in adeguate Strutture e in mani molto esperte.
Questa come informazione generale.

Nel caso dal Lei prospettato non so dirLe se è urgente intervenire, se si può aspettare applicando una derivazione ventricolo-peritoneale permanente e controllare l'eventuale crescita.

A Roma non mancano certo ottimi neurochirurghi, come in molti Centri Italiani come Milano,Genova,Torino e altri.

Le auguro una Buona Domenica e molti auguri per la Sua guarigione

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa