Coma farmacologico e aneurisma cerebrale

Salve, sono il fratello di un ragazzo di 29 anni.
Domenica, dopo un violento mal di testa e confusione, mio fratello è stato trasportato in ospedale dove gli è stato diagnosticato un aneurisma cerebrale. E' stato operato domenica notte di urgenza e a tutt'oggi lo stanno tenendo in coma farmacologico. Oggi pomeriggio dimunuiranno i farmaci. La mia domanda è: quanto tempo deve passare dalla diminuzione alla sospensione dei farmaci che inducono il coma? Una volta sospesi i farmaci quanto tempo può volerci prima che apra gli occhi e reagisca? E quali possono essere i vari problemi che potrebbe riscontrare al risveglio? Quanto ci vuole prima che guarisca e torni a casa? Scusate le tante domande ma sono tanto preoccupato ed essere lontano da lui e sapere ben poco mi mette ansia.
..
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Gentile signore,
sono queste domande da rivolgere ai colleghi che hanno in cura Suo fratello,poichè a distanza è impossibile dare risposte se non molto generiche e imprecise.
Il cosiddetto coma farmacologico (termine così caro ai mass media) non è altro che una anestesia prolungata al fine di tenere <tranquillo> il paziente, evitando sbalzi pressori, una respirazione efficace e, in parole molto povere, per favorire una migliore ossigenazione e riduzione del rigonfiamento (edema) cerebrale.
Al miglioramento dei parametri monitorizzati, il paziente viene <svegliato> e allora si valuteranno le condizioni neurologiche ed eventuali problematiche che,nella maggioranza dei casi sono assenti o di poco conto soprattutto se durante l'intervento non si sono verificate complicanze.

Con i migliori saluti e auguri di pronta guarigione
[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per la sua celere risposta dottor Migliaccio.

Volevo farle un ulteriore domanda. Ne approfitto della sua gentilezza. Una volta che mio fratello si sveglia dal coma farmacologico sarà subito cosciente? Può parlare già da subito? E iniziare anche a scrivere? Dopo quanto si potrà fargli visita? Spero guarisca presto.
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Gentile signora,
comprendo la Sua ansia, ma la risposta alle Sue domande la si potrà dare solo dopo la fine della sedazione farmacologica.
Stia tranquilla.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa