Sospetto neurioma retrofaringeo

Egregi Dottori.
Sono in cura presso un centro Tumori da anni per intervento e recidiva ca tiroide successiva terapia nel 2003 e 2004 interventi 2003-2009. Eseguite in questo periodo rmn testa collo e pet total boody negative per malignita'. Gennaio 2013 faccio una rmn
l'indagine dimostra una cospicua adenopatia retrolaterofaringea destra adiacente alla carotide interna di 39mm in cc, 15 in ll, 11mm in ap,che impronta i muscoli paravertebrali di destra e giunge sino al basicranio.Altre minime per dimensioni adenopatie in retrogiungulare dx, allo stretto toracico superiore.e in paratracheale omolaterale in corrispondenza dell'apice del polmone. Altra rmn fatta a Giugno dice non ulteriore riduzione della nota adenopatia invariati gli altri reperti.Mi e' stato detto che la massa e' fluida, i miei sintomi sono mal di testa solo ad un lato a volte pungente.Non si capisce con certezza cosa sia, ho prenotato su consiglio del centro una visita Neurochirurgica che faro' a breve , mi e' stato anche detto da altri medici del centro non neurochirurghi che e' comunque difficile intervenire in quel punto e un ago biopsia non si potrebbe fare. Volevo un vostro consiglio se esiste un tipo di chirurgia e se in quel punto potrebbe essere un neurioma oppure qualcosa legato alle vene. Grazie in anticipo.
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
E' impossibile rispondere al Suo quesito senza visionare la documentazione clinica.
[#2]
Dr. Francesco Zenga Neurochirurgo, Microchirurgo 190 7
Gentile Utente, ovviamente senza la documentazione radiologica è difficile darle una risposta, ma una lesione in quella sede potrebbe proprio essere un neurinoma dei cosiddetti nervi misti (IX, X, XI o XII). L'altra Ipotesi è che si possa trattare di un chemodectoma o un tumore del glomo giugulare o vagale (sono tutti benigni!).
L'intervento è comunque fattibile e generalmente lo affronto insieme ai colleghi otorini.
A disposizione per eventuali chiarimenti.
Cordiali saluti,

Dr. Francesco Zenga
Medico Chirurgo - Specialista in Neurochirurgia
Città della Salute e della Scienza di Torino, sedi Molinette e CTO

[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Egr. signore,
le ipotesi del collega Zenga sono molto suggestive, ma tali rimangono in base alla sola descrizione che Lei fa.
E' doveroso comunque precisare che l'eventuale intervento, eseguibile o meno in equipe con gli otorini, viene comunemente effettuato in ogni Centro di Neurochirurgia.

Con cordialità e auguri
[#4]
dopo
Attivo dal 2013 al 2013
Ex utente
Egregi Dottori vi ringrazio per le risposte.
rmn del maggio 2011 dice: Si segnala unicamente la presenza di alcune immagini di relativa maggiore ipointensita' a livello dei somi di c2, c3 e c4 cui tuttavia non corrisponde un incremento significativo sugli echi lunghi pertanto con caratteristiche rm non patognomoniche per alterazioni secondarie. in sede encefalica e cerebellare non vi sono enhancement focali suggestivi per disseminazione di malattia.Esiste una irregolarita' di segnale relativamente sospetta lungo il margine anteriore destro del clivus dove si associa enhancement dopo iniezione di contrasto.Discreta ipertrofia della mucosa del rinofaringe apparentemente con enhancement omogeneo.Discreta ipertrofia della mucosa dell'orofaringe quest'ultima piu' evidente con discreto ispessimento del pilastro tonsillare di destra di non sicuro significato patologico da ricontrollare clinicamente.il rilievo saliente dell'indagine e' rappresentata dalla presenza di piccole tumefazioni linfoghiandolari a livello nucale periparatidea dx e laterocervicale sia superiore che inferiore e soprattutto di una piccola colata adenopatica parafaringea destra il cui diametro mediolaterale massimo e' di 17 mm su un diametro craniocaudale di quasi 4 cm. ulteriore conglomerato adenopatico del livello 2 a di sinistra che misura 2 cm anteroposteriori e 4,5 cm craniocaudali.Non riconoscibile la sottomandibolare di destra. La rmn di gennaio e giugno l'ho descritta nel post precedente. Tac per confronto alla rmn aprile 2013.
esiti di tireodectomia .resezione della ghiandola sottomandibolare dx e di linfadenectomia latero-cervicale omolaterale.Si rileva neoformazione ovaliforme di circa 12,5x 34mm che quasi dalla base cranica si porta caudialmente sino a raggiungere un piano passante per l'osso ioide.La lesione e' posta anteriormente al muscolo lungo del collo,su cui determina effetto massa,mentre lateralmente e' delimitata dalla arteria carotidea ,anteriormente e medialmente e' ben rappresentato il cellulare lasso dello spazio parafaringeo. All'esame di base per quanto possibile con questa metodica non si rilevano franche calcificazioni e nella sua parte piu' caudale si riconoscono piccole aree ipodense.In fase contrastografica si definiscono meglio nel contesto della lesione ma soprattutto in sede periferica e caudale piccole aree ipodense con densita' fluida ma soprattutto sovrafluida delimitate da un sottile c.e.periferico. i reperti sono di non univoca interpretazione lesione a tipo linfangioma cistico?glomo carotideo? altro?alcuni piccoli linfonodi di circa 5mm come asse corto nei livelli 1b, 11 e v di sinistra. non sostanziali modificazioni a carico degli altri reperti segnalati precedentemente esame della rm di riferimento. questo esame e' stato fortemente condizionato dalla presenza di numerosi artefatti da indurimento del fascio determinati da protesi metalliche dentarie proprio a livello della lesione da valutarsi con tc.
Nel 2009 ho avuto uno svuotamento linfonodale con resezione della sottomandibolare per ca papillare metastatico recidiva.Successivo deficit sensitivo dopo l'intervento. Volevo chiedervi solo basandovi su queti esami se potrebbe essere cresciuto dall'anno precedente e se fosse un neurioma deve essere necessariamente asportato? esiste una possibile terapia da fare? i sintomi che ho sono pricipalmente mal di testa solo dal lato destro a volte leggero a volte forte con tipo delle scariche elettriche ogni tanto che durano circa 1- 2 minuti durante il giorno. Giramenti di testa ogni tanto. Vi ringrazio in anticipo per le vostre risposte.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa