Spondilolistesi anteriore di L5 su S1

Salve, sono una donna di 45 anni e soffro di spondilolistesi. Le spiego la mia storia.
All'età di 17 anni circa ho avuto una brutta caduta con i pattini, la quale ha provocato lo scivolamento della vertebra L5 sulla S1.
Dopo lunghi trattamenti antinfiammatori, alla fine sono stata operata all'ospedale Riuniti di Bergamo.
L'intervento eseguito fu una laminectomia di L5 molto estesa lateralmente, le radici nervose erano compresse dalle lamine dislocate. Quindi venne eseguito un innesto osseo ad H tra l'apofisi spinosa di L4 ed S1.
L'intervento riuscì ma adesso, a distanza di 26 anni, ho nuovamente problemi alla schiena e dolori al ginocchio sinistro.
Ho effettuato una radiografia alla colonna lombo-sacrale che evidenzia quanto segue:
"Scivolamento anteriore del corpo della L5 per circa 2 cm con quasi scomparso lo spazio intersomatico con la vertebra sottostante."

Tramite la risonanza è stato riscontrato il seguente esito:
"A L4 L5, modica riduzione dello spazio intersomatico a prevalenza posteriore con modica riduzione d'ampiezza dei forami di coniugazione maggiore a destra; il disco in fase disidratativa, è modicamente protruso a sede mediana- paramediana destra, e lievemente a sede recessoforaminale omolaterale; modico stato infiammatorio interapofisario delle faccette articolari, peraltro presente anche a L3 L4. A L5 S1, accentuato grado di listesi anteriore, con lisi articolare e pseudo-retrolistesi della limitante S1; marcatissima riduzione dello spazio intersomatico con riduzione d'ampiezza dei forami di coniugazione; il disco assottigliato disidratato è modicamente protruso a sede mediana; ridotti i diametri antero-posteriori del canale rachideo; presidio stabilizzatore interspinoso. Non si rilevano alterazioni di segnale di cono midollare e cauda; piccola, 1 cm di diametro max, cisti radicolare mediana a S2."

L'ortopedico mi ha prescritto un busto da tenere per un mese per alleviare i dolori non potendo assumere antidolorifici a causa di allergie a molti farmacie tra cui antibiotici e proprio antidolorifici.
La mia domanda è la mia situazione è così grave da dover richiedere un altro intervento?
Oppure si può trovare un'altra soluzione senza ricorrere alla chirurgia avendo questi problemi di allergie?
Nell'attesa di una vostra risposta, vi ringrazio anticipatamente.
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Gentile signora,
per rispondere adeguatamente alla Sua domanda è necessario visionare le immagini e soprattutto visitarLa e conoscere i Suoi sintomi che qui non riferisce.
Intuitivamente sembrerebbe necessario un nuovo intervento in quanto la spondilolistesi sembrerebbe essersi aggravata con versomile lisi istmica (ovvero di una parte di lamina vertebrale).
Se poi la sintomatologia dolorosa è tale da condizionare la Sua vita quotidiana, penso sia opportuno rivalutare il tutto (esami effettuati e da effettuare) per la probabile indicazione chirurgica.

Disponibile per eventuali ulteriori chiarimenti, invio cordiali saluti
[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringranzio per la rapida risposta. Per quanto riguarda i miei sintomi: ho un forte dolore e bruciore localizzato a livello lombare, che si inoltra a tutta la gamba sinistra fino al piede portandomi notevoli difficoltà a camminare o stare semplicemente in piedi.

Cordiali saluti
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Appunto!
[#4]
dopo
Utente
Utente
Un'ultima cosa dottore. L'ortopedico mi ha detto che la vertebra è scivolata sull'osso sacro fermandosi su di esso. Quindi è questa la causa dei dolori a livello lombare e sacrale? Posso rimanere momentaneamente in queste condizioni se decidesi di non operarmi? Oppure devo operarmi al più presto?

La ringrazio nuovamente per la sua disponibilità.
[#5]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Una indicazione certa all'intervento non la si può dare a distanza.
E' probabile, ma come Le dicevo dipende dalla situazione anatomica emersa alla RM e dalle Sue condizioni cliniche.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa