Utente
Buon giorno Dottore
Nel 2011 mi è stato diagnosticato un melanoma maligno laterocervicale retroauricolare a destra. Nel 2011 viene eseguita radicalizzazione dell’exeresi e biopsia del linfonodo sentinella. Positivo a cellule tumorali. Terapia con Ipilimubab ne 2012. Nel 2013 viene rilevato una metastasi nel secondarismo frontale paramediano sinistro. Trattato poi con gamma knife perfexion. Successivamente la metastasi è uscita anche sul frontale destro sempre trattato con Gamma knife. Nel 2015 la lesione destra è stata trattata di nuovo chirurgicamente. Istologico sempre cellule tumorali e sempre attiva la mutazione Braf. Sono curato con dafrafenib 300 gr al giorno dal 2012.
Fatta RM a 7 mesi dall’intervento:
Esiti di craniotomia frontale destra.
In sede di focolaio chirurgico, in corrispondenza di giro frontale superiore destro apprezzabile incremento volumetrico di nota lesione, che presenta disomogeneo enhancement post-contrastografico, con dimensioni attuali sul piano assiale di di 23 x 21 mm. nel suo contesto apprezzabili componenti ematico-emosideriniche.Modesta la componente edemigena perifocale.In adiacenza a tale lesione si apprezzano, nel contesto del giro frontale superiore,altre due piccole lesioni satellite,aumentate di volume rispetto al precedente controllo con diametro attuale di 5 e 7 mm.
In sede di giro frontale a sinistra apprezzabile altra lesione con diametro di 14 x 10 mm, con enhancement disomogeneo e area ipointensa nelle sequenze T1 pesate come per fenomeni necrotici; concomita verosimile modesta componente emosiderinica. Apprezzabile inoltre discreta area di edema perilesionale con conseguente spianamento dei solchi omolaterali.Non comparsa di ulteriori lesioni con caratteristiche patologiche in sede sia sovra che sotto-tentoriale.Nei limiti la rappresentazione del corpo calloso.
Sistema ventricolare in asse, simmetrico, nei limiti volumetrici.In corrispondenza delle celle mastoidee a dx, si segnala presenza di modesto tessuto a densità simil parenchimatosa, con minimo enhancement post contrastografico, reperto invariato rispetto alla precedente indagine RM.

Cosa ne pensa?? E’ brutta?? E’ da operare di nuovo chirurgicamente?? Sono molto preoccupato.
Grazie mille

[#1]  
Egr. signore,
è verosimile che sia necessario un ulteriore trattamento con Gamma-Knife, ma non posso confermarlo a distanza.
Ne parli con chi ha eseguito i precedenti trattamenti.

Cordialità e auguri

[#2] dopo  
Utente
Buon giorno Dottore. La ringrazio molto per la risposta.
Spero moltissimo che mi consiglino di fare Gamma Knife. Un altro intervento a così breve distanza sarebbe alquanto pesante. Mi diceva però il neurochirurgo che non è possibile fare Gamma Knife due volte nello stesso punto...
Settimana prossima vedrò chirurgo e oncologo, vedremo cosa consigliano. Intanto La ringrazio molto e cordialmente La saluto.