Utente
buon giorno, sono affetta da poliartrite sieronegativa, fenomeno di raynaud, insufficienza mitralica moderata, ernie discali l4-l5 ed l5-s1 con radicolopatia lieve alla gamba destra. sono stata operata lo scorso 29 luglio di cataratta all'occhio destro.
da un mese circa ho iniziato ad avvertire formicolii nella parte sinistra del viso, in particolar modo sulla guancia e metà labbra, inoltre, sempre nell'ultimo periodo mi capita spesso (praticamente tutti i giorni) di avvertire una sensazione di forte bruciore ad entrambe le mani. Il mio medico di base mi ha consigliato una visita neurologica, non sapendo spiegare se questi sintomi rientrino nel mio quadro clinico. Cosa potrebbe essere? Faccio presente che ho interrotto da tre mesi in previsione dell'intervento i farmaci che utilizzavo per l'artrite (methotrexate 15 mg alla settimana ed humira 40 mg ogni due settimane) e sto prendendo solamente 10 mg di deltacortene al giorno e 80 mg di inderal.
Grazie mille per l'attenzione!

[#1]  
Dr. Rosario Vecchio

52% attività
0% attualità
20% socialità
AUGUSTA (SR)
SIRACUSA (SR)
FLORIDIA (SR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gentile Signora

è correttissima l'indicazione del Suo curante. L'artrite può interessare anche il sistema nervoso e pertanto questo va escluso con opportuna valutazione neurologica
cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio

[#2] dopo  
Utente
Buona sera dottore, e mi scusi se la disturbo nuovamente. Ho effettuato la visita neurologica, ed il neurologo mi ha prescritto eeg e rmn encefalica cmdc per sospetta comizialità parziale complessa. Mi ha detto inoltre, appena effettuato l'eeg, di iniziare una cura con tegretol 200 mg 1/2 compressa tre volte al giorno. Una volta che avrò effettuato sia eeg che rmn dovrò ritornare da lui. E' giunto a questa sospetta diagnosi perchè ho avuto, all'età di 2 anni e mezzo, due attacchi convulsivi per probabile incubazione febbrile (anche se i medici non erano certi). E' possibile che effettivamente vi sia correlazione tra questi due episodi avvenuti 26 anni fa ed i sintomi che accuso ora? Inoltre, nel caso in cui l'eeg dia risultato negativo (come sinceramente spero) è corretta l'indicazione che mi è stata data di iniziare ugualmente la terapia con il tegretol? sinceramente prendo già molti farmaci, e non sono molto propensa ad aumentare il quantitativo...
Inoltre se la diagnosi si rivelasse esatta, che effetti avrà sulla mia vita? Generalmente, qual'è l'evoluzione?
L'ultima domanda, ho provato a prendere l'appuntamento per la rmn presso strutture pubbliche e convenzionate ma i tempi di attesa sono lunghi (febbraio 2011), secondo lei è il caso che mi rivolga ad una struttura privata o posso tranquillamente aspettare?
Mi scusi per il numero di domande e per il disturbo, in ogni caso grazie!

[#3]  
Dr. Rosario Vecchio

52% attività
0% attualità
20% socialità
AUGUSTA (SR)
SIRACUSA (SR)
FLORIDIA (SR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gentile Signora

nel sospetto che ha posto il collega i 2 esami vanno eseguiti. Per quanto riguarda la terapia avrei iniziato dopo gli accertamenti, ma credo che il collega avrà avuto i suoi giustificati motivi per farLe in iziare subito una terapia. La RM è bene eseguarla con con una buona macchina (almeno 1.5 Tesla)e nel caso si sospetti una sindrome epilettica andrebbero eseguite durante la risonanza magnetica delle particolari sequenze chiamate inversion recovery che credo il collega Le ha indicato. Si informi con il privato, eventualmente di quanti Tesla è la macchina (se inferiore a 1 Tesla non sarebbe il caso di farla lì). Riguardo alla domanda sulle convulsioni febbrili è arduo darLe una risposta nel senso che non si sempre si associano a manifestazioni epilettiche in età adulata.
cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio

[#4] dopo  
Utente
buon giorno dottore, mi scusi se la disturbo nuovamente, questa mattina ho ritirato l'eeg e la risposta è la seguente: ritmo di fondo alfa a 9 - 10 c/sec di medio voltaggio, regolare, stabile e reagente. Al termine dell'iperpnea registrazione sulle sedi temporo occipitali prevalenti a sinistra, di un unico isolato gruppo di potenziali theta a 4-5 c/sec di medio voltaggio. La sli non modifica.
conclusioni: modeste anomalie lente in sede temporo occipitale prevalenti a sinistra attivate dall'iperpnea.
Cosa vuol dire? Il mio medico di base non me lo ha saputo spiegare, mi ha detto solo di andare di nuovo dal neurologo.
Grazie per l'attenzione, resto in attesa di una sua risposta.

[#5]  
Dr. Rosario Vecchio

52% attività
0% attualità
20% socialità
AUGUSTA (SR)
SIRACUSA (SR)
FLORIDIA (SR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
si tratta di un rallentamento dell'attività cerebrale il cui significato va inquadrato all'interno del quadro clinico complessivo. Ha eseguito la RM?
cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio

[#6] dopo  
Utente
l'appuntamento per la rmn ce l'ho per il 15 ottobre...secondo lei è il caso di anticiparla? Si potrebbero comunque intanto fare delle ipotesi sulla possibile causa? si può esludere l'epilessia? Mio padre è deceduto per un astrocitoma celebrale e sinceramente sono un pò preoccupata.
Grazie mille per la risposta e mi scusi se la disturbo ancora.

[#7]  
Dr. Rosario Vecchio

52% attività
0% attualità
20% socialità
AUGUSTA (SR)
SIRACUSA (SR)
FLORIDIA (SR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gentilissima Signora

Nessun disturbo.Credo di poterLe dire di stare tranquilla perchè non è stato trovato nulla di grave. Il riscontro di anomalie lente all'EEG non vuol dire necessariamente epilessia. Il 15 Ottobre come data va bene. Attenda con serenità l'esame. Mi faccia sapere.
cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio

[#8] dopo  
Utente
buon giorno dottore, finalmente questa mattina ho ritirato la risposta della rmn: si documentano alcune piccole e sfumate aree di alterato segnale, iperintense in DP e T2, localizzate a carico della sostanza bianca del centro semiovale di destra e della corona radiata bilateralmente di dubbio significato (zone di gliosi aspecifica? altro?); opportuna valutazione specialistica e controllo rm a distanza di tempo.
Non si rilevano potenziamenti patologici dopo mdc nel contesto del parenchima celebrale.
Sistema ventricolare sovra e sottotentoriale di normale morfologia e dimensioni in asse.
Regolare rappresentazione degli spazi subaracnoidei.
Cosa vuol dire? Questo risultato potrebbe avvalorare l'ipotesi di epilessia? Mi scusi se l'ho disturbata nuovamente, buona giornata e buon lavoro!

[#9]  
Dr. Rosario Vecchio

52% attività
0% attualità
20% socialità
AUGUSTA (SR)
SIRACUSA (SR)
FLORIDIA (SR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gentile Signora

dal referto che trascrive le alterazioni di segnale non sembrano avvalorare l'ipotesi epilettica. Il consiglio è di far visionare l'esame al Suo neurologo per una valutazione diretta dell'esame e per un eventuale approfondimento diagnostico e un monitoraggio nel tempo.
cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio

[#10] dopo  
Utente
gentile dr. vecchio, mi rendo conto che senza visionare rmn e eeg possa essere difficile, ma può ipotizzare una diagnosi, o comunque una possibile causa di queste aree alterate? Che conseguenze possono avere? Che tipo di accertamenti dovrei fare? Sto tentando di prendere un appuntamento per visita neurologica, il primo appuntamento disponibile che sono riuscita a trovare è per marzo dell'anno prossimo, secondo lei posso aspettare così tanto o è meglio anticipare? Grazie e mi scusi ancora per il disturbo

[#11] dopo  
Utente
buona sera dottore, anche se non ho ricevuto risposta all'ultimo messaggio, la volevo comunque tenere aggiornato sulla situazione: attualmente sono stata presa in carico da un centro specializzato sulla sclerosi multipla, purtroppo i miei disturbi ed i risultati degli esami strumentali portano a questa direzione, l'altra ipotesi è che l'utilizzo di alcuni farmaci (in particolar modo i biologici) abbia portato alla formazione di lievi lesioni celebrali. Nel caso in cui sia veritiera questa seconda ipotesi, l'aver interrotto l'assunzione di questi farmaci porta a fermare anche la formazione di queste lesioni? Se un domani dovessi aver nuovamente bisogno di questi farmaci li potrò prendere oppure no? L'origine di queste lesioni comunque lo saprò a gennaio, il neurologo che mi segue ora ha previsto di farmi fare: rmn della colonna, pev, analisi ematiche, puntura lombare ed elettromiografia.
Il neurologo ha inoltre parlato di sofferenza nervosa periferica (i riflessi delle gambe sono quasi inesistenti), questa sofferenza si può ricoleggare alle lesioni celebrali? O all'artrite? Mi scusi se l'ho disturbata e buona serata

[#12]  
Dr. Rosario Vecchio

52% attività
0% attualità
20% socialità
AUGUSTA (SR)
SIRACUSA (SR)
FLORIDIA (SR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gentile signora

È sicuramente difficile esprimere un parere in questa sede anche se credo meno alla causa farmacologica. Ha fatto la puntura lombare? é stato escluso un interessamento del sistema nervoso causato dall'artrite?
cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio

[#13] dopo  
Utente
gentile dottore, grazie per la celere risposta. la puntura lombare la farò a gennaio, per quel che riguarda l'artrite mi hanno detto che probabilmente ha interessato il sistema nervoso periferico visto la diminuizione dei riflessi e la minore sensibilità che ho alle estremità degli arti. Mi scusi se la disturbo ancora, ma esistono analisi ematiche che possono facilitare la diagnosi di s.m.?grazie ancora e buona serata

[#14]  
Dr. Rosario Vecchio

52% attività
0% attualità
20% socialità
AUGUSTA (SR)
SIRACUSA (SR)
FLORIDIA (SR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gentile signora

L'artrite può determinare oltre ad un interessamento del sistema nervoso periferico anche del sistema nervoso centrale con un quadro che può mimare una sm. Per differenziare le 2 condizioni vanno eseguite la puntura lombare e i potenziali evocati. Non esistono esami del sangue che possano permettere la diagnosi di sm. Mi tenga informato.
cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio

[#15] dopo  
Utente
gentile dott. vecchio, proseguo con gli aggiornamenti: ieri ho iniziato il day hospital neurologico, ho effettuato analisi ematiche (sono in attesa dei risultati), pev ed elettromiografia, oltre ad una nuova visita neurologica.
I pev sono risultati nella norma, l'elettromiografia anche, seppure il risultato ha lasciato dei dubbi sia nel neurologo che l'ha effettuata sia in quello che mi ha visitata, entrambi mi hanno detto che, nonostante il risultato sia stato negativo ci sono dei segnali di un interessamento celebrale e/o midollare, inoltre i riflessi sono ormai completamente assenti alla gamba destra, minimi alla sinistra. Questo potrebbe essere causato da due protusioni discali che ho in sede l4-l5 ed l5-s1? Comunque mi hanno confermato che dovrò effettuare la puntura lombare. Inoltre nell'ultimo mese ho avuto vari episodi di "bruciore" al braccio sinistro ed alla parte sinistra della schiena, come quando si ha la febbre forte, anche se invece non c'è stata alterazione in questo senso. L'ho detto al neurologo che ha ipotizzato una neuropatia, che però non è risultata nell'elettromiografia...è normale?
Grazie ancora e mi scusi se l'ho disturbata.

[#16]  
Dr. Rosario Vecchio

52% attività
0% attualità
20% socialità
AUGUSTA (SR)
SIRACUSA (SR)
FLORIDIA (SR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gentile utente

una neuropatia determina un'alterazione dell'esame elettromiografico ed elettroneurografico mi sembra difficile. Mi faccia sapere il risultato della puntura lombare
cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio

[#17] dopo  
Utente
buon giorno dottore e mi scusi se la disturbo ancora. ieri sono stata da un immunologo che, in base alle ultime analisi, ha modificato la mia diagnosi da poliartrite in connettivite indifferenziata ad indirizzo lupico.
potrebbe centrare questa nuova diagnosi con le macchie uscite dalla rmn? sono ancora in attesa della risposta della lombare.
grazie ancora e buona giornata!

[#18]  
Dr. Rosario Vecchio

52% attività
0% attualità
20% socialità
AUGUSTA (SR)
SIRACUSA (SR)
FLORIDIA (SR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gentile signora

si un quadro di connettivite può presentare alterazioni di segnale della sostanza bianca cerebrale
cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio

[#19] dopo  
Utente
buona sera dottore, e mi scusi se torno a disturbarla!Ho saputo questa mattina la risposta della puntura lombare: presenza di bande oligoclonali, perciò, almeno stando a quello che mi ha spiegato il neurologo, la risposta sarebbe positiva. Comunque il neurologo che attualmente mi segue preferisce aspettare altri accertamenti che devo effettuare (urodinamica e visita neuroftalmologica) prima di fare una diagnosi. Per ora mi ha parlato di due possibilità: o sclerosi multipla, oppure effetto dei farmaci biologici che ho utilizzato per l'artrite per tre anni (fino a maggio 2010). Possono essere stati effettivamente questi farmaci? Ma in questo caso, avendoli interrotti a maggio ed avendo effettuato la puntura a fine gennaio dell'anno successivo, l'effetto non sarebbe dovuto essere nullo (e perciò la lombare risultare negativa)? a quel che mi era stato detto in passato il tempo che occorre al corpo per smaltire questi farmaci è di sei mesi circa.
Mi scusi ancora per il disturbo e buona serata!

[#20]  
Dr. Rosario Vecchio

52% attività
0% attualità
20% socialità
AUGUSTA (SR)
SIRACUSA (SR)
FLORIDIA (SR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gentile signora

La presenza di bande oligoclonali su liquor potrebbe suggerire la possibilità che le alterazioni di segnale alla RM possano dipendere da una condizione demielinizzante primitiva. E' comunque fondamentale avere il quadro completo degli esami. Mi faccia sapere
cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio

[#21] dopo  
Utente
buona sera dottore, mi scusi se la disturbo ancora, ma la volevo aggiornare sugli ultimi accertamenti effettuati.
L'urodinamica (effettuata poichè ho problemi ad avvertire lo stimolo alla minzione) risulta nel complesso nella norma, anche se è presente un ritardo nel primo stimolo alla minzione (valore di riferimento fino a 200 nel mio caso era 240) ed inoltre è risultato un residuo postminzionale (dovrebbe essere 0 nel mio caso era 40 ml), la visita neuroftalmologica (effettuata poichè ho problemi di visione all'occhio destro) ha rilevato intreccio arterio venoso sul fondo dell'occhio destro e presenza minima di essudato.
Questi due risultati sono correlati al sospetto di sclerosi multipla?
Mi scusi ancora per il disturbo e buona serata!

[#22]  
Dr. Rosario Vecchio

52% attività
0% attualità
20% socialità
AUGUSTA (SR)
SIRACUSA (SR)
FLORIDIA (SR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gentile utente

Il risultato della valutazione oftalmologia no. La valutazione urodinamica non mostra grosse alterazioni.
cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio