Dolore dopo l'assunzione del cortisone

buon giorno, vorrei esporre la problematica che affligge un mio familiare. è stata sottoposta a 3 interventi di svuotamento cavo ascellare con diagnosi di carcinoma occulto triple negative. in seguito alla radioterapia c'è stata una problematica al plesso brachiale che in piccola parte risulta infiltrato dalla malattia oltre a riportare danni subiti dalla radio. questa problematica provoca forti dolori al braccio relativo, il quale ha scarsa mobilità. anche la mano è limitata nei movimenti. sia l'oncologo che il neurologo che seguono la situazione, hanno prescritto l'assunzione di cortisone per aiutare nel dolore. Ma il problema è che appena dopo l'assunzione delle gocce di cortisone il dolore aumenta invece di diminuire. e non si riesce a continuare la terapia per più di un giorno(il dolore è molto forte). l'unico farmaco che assume è coefferalgan(3-4 cp al giorno). i dottori dicono che è impossibile che il cortisone possa incrementare il dolore. ma come è possibile? si possono fare esami clinici, strumentali per avere spiegazioni? c'è una figura professionale oltre quelle già citate che si interessano di queste problematiche? confido in un aiuto o riferimento che possa aiutarmi a capire la situazione.grazie per l'attenzione
[#1]
Dr. Vincenzo Sidoti Neurologo 566 16 27
Il dolore è un dolore neuropatico da problema del plesso brachiale. In effetti è strano che il cortisone incrementi il dolore ma una risposta paradossa è sembre possibile e comunque in assenza di infiammazione non è la terapia indicata. Occorre usare farmaci attivi sul dolore neuropatico. Consulti un centro di terapia antalgica.

Dott Vincenzo Sidoti

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test