Utente 212XXX
buona sera volevo pareri medici in quanto la mia salute mi rende le giornate impossibili.
a giugno 2011 inizio ad avvertire dolore al petto nella zona sopra al cuore e al braccio sinistro... eseguo elettrocardiogramma e rx torace e tutto risulta nella norma. questo dolore per mesi è stato accompagnato da stanchezza e giramenti di testa. fino a questo ultimo mese nel quale sento forte sensazione di ubriachezza alla testa ( alle volte faccio fin fatica a dare i resti ai clienti) e sensazione di compressione sempre alla testa con parestesie nel lato sinistro del viso. mi reco al pronto soccorso dove eseguo degli esami del sangue tutti nella norma rx colonna cervicale ( dove viene rilevata un inversione della fisiologica lordosi cervicale) elettrocardiogramma nella norma e una tac encefalo dal seguente esito : alla luce del referto tc dubbia presenza di piccolissime iperdensità pressochè puntiformi ( calcificazioni?) in sede parietale sn, quasi al vertice e nel centro semiovale di destra si consiglia rmn encefalo con gadolinio. attendo i risultati della risonanza per domani. possono tutti questi problemi essere collegati alla cervicale ?
volevo inoltre domandare ho il tsh leggermente altro ma con ft3 e ft4 nella norma ma nell'ultimo mese ho perso 7 chili mangiando regolarmente è normale questo ? col tsh leggermente alto non dovrei tendere a ingrassamento?
la cosa importante che ho omesso è che tutti questi problemi di salute mi sono venuti iniziando ad assumere la pillola anticoncezionale che ho subito smesso ( già al primo mese) ma i problemi sono rimasti. mi scuso per essermi dilungata ma davvero non so piu dove sbattere la testa. ho omesso anche di dire che mia madre è affetta da sclerosi multipla

[#1]  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile paziente,
Le calcificazioni parietali al vertice potrebbero essere compatibili con le granulazioni del Pacchioni. Le alterazioni del rachide cervicale potrebbero essere sostanziali nel quadro della sua sintomatologia.Il dimagramento ed i valori tiroidei vanno valutati in ambito specialistico. La RMN puo' contribuire ad un ulteriore chiarimento alla luce della malattia di base di sua madre.
Mi tenga informato se lo ritiene utile.
Cordiali saluti
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#2] dopo  
Utente 212XXX

la risonanza magnetica ha dato il seguente esito: le tonsille cerebellari presentano una posizione bassa affiorando lievemente a livello del forame occipitale, senza che, tale reperto corrisponda ad una vera e propria malformazione di Arnold Chiari.
Si riconosce una piccola cisti della ghiandola pineale che poggia sulla lamina quadrigemina senza determinare alterazioni di tale struttura anatomica ne stenosi dell'acquedotto.
Nella seguenza eseguita con tecnica di diffusione non si apprezzano alterazioni della diffusività molecolare dell'acqua riferibili a lesioni vascolari ischemiche "recenti".
Non si riscontrano impregnazioni contrastografiche di significato patologico.
cmq il livello di tsh e alto veramente di poco 3800 con limite massimo 3500

[#3] dopo  
Utente 212XXX

gentile dottore
ho fatto leggere il risultato dell' rm al mio medico di base il quale sostiene che non ci sia nulla di cui preoccuparsi.
mi fido di lui o sarebbe meglio portarla da un neurologo a farla vedere ?
ringrazio anticipatamente

[#4]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per un eccesso di prudenza sarebbe consigliabile fare visionare l'esame (e non soltanto leggere il referto) ad un neurochirurgo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#5] dopo  
Utente 212XXX

aggiornamenti riguardo alla mia salute...
va un pochino meglio anche se da un anno a questa parte ho difficoltà a digerire e continuo a prendere medicine per lo stomaco perchè se no sto malissimo. il senso di ubriachezza alla testa mi è passato dopo un influenza che mi è venuta con un fortissimo mal di testa ..passata l'influenza è passata anche la sensazione di ubriachezza.ho dolori al basso ventre (a volte molto forti) che credo siano intestinali..
rimango un po' perplessa in quanto faccio molta fatica ad ingrassare (anzi, perdo chili) mentre prima ingrassavo con molta facilità. può secondo voi il dimagrimento mangiando molto essere dovuto ai miei problemi gastrointestinali? il dolore credo sia intestinale in quanto l'ultima visita ginecologica dell'anno scorso ha riscontrato utero perfetto ..
grazie mille e scusate se mi sono dilungata

[#6]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la perdita di peso potrebbe essere causata da diversi fattori, tra cui problemi di malassorbimento intestinale e alterazione degli ormoni tiroidei, considerato che ha già parlato di problemi alla tiroide. Per ques'ultimo Le consiglierei un approfondimento endocrinologico se ancora non l'ha fatto.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente 212XXX

grazie per la risposta.
per i valori della tiroide ho solo il tsh leggermente alto ma non di molto ma tutti gli altri valori tiroidei sono nella norma. può lo stesso essere un problema?
per il dimagrimento spero sia davvero 'solo' il problema gastrointestinale anche perchè continuo a fare visite e non salta mai fuori niente.
il fatto che non capisco davvero è che tutti i miei problemi sono iniziati con l'assunzione della pillola anticoncezionale. ho notato che se bevo thè verde sto malissimo come quando ho avuto i problemi della pillola. può essere che il problema sia che non mi fanno bene le cose che mi fanno urinare spesso?

[#8]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

senza una valutazione diretta del problema non è possibile darLe una risposta attendibile. In ogni caso un controllo endocrinologico ed internistico lo riterrei opportuno soprattutto persistendo la sintomatologia descritta.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Utente 212XXX

la ringrazio molto