Utente 162XXX
Gentile dottore, sono ormai quasi 2 mesi che soffro di dolore definito sciatico: Circa un mese fa ho iniziato ad avere fastidio alla schiena, definitica dal medico lombosciatalgia, non passando ho fatto visita da ortopedico con prescrizione per RMN. Il risultato della RMN è questo:: L'esame è stato condotto con tecnica TSE, con immagini pesate in T1 e T2 secondo piani di scansione assiali e sagittali. Ernia discale mediana paramediana sinistra è presente a livello dello spaziointersomatico L5-S1, con effetti compressivi sul sacco durale,sulla radice di L5 in prossimità del forame e di S1 in prossimità del recesso laterale. Protusione paramediana sinistra è presente a livello L4-L5 con impronta sul sacco durale. Canale vertebralenormale per morfologia e dimensioni. Note degenerativedei dischi intervertrebali distali con reazione algo-distrofica delle limitanti somatiche contrapposte. Note spondilo-artrosiintersomatica ed interapofisaria. Rettileanizzazione del rachide per perditadella fisiologica lordosi. Piccolo angioma del soma di L2
Presenza di cisti radicolari sacrali
Conservati per morfologia e dimensioni i corpi vertrebali
Ora è una settimana che il medico mi ha prescritto Il BRUFEN 600MG una bustina al gg: Il dolore dopo presa la bustina di Brufen passa ma la mattina dopo sono da capo a dodici, non riesce a sfiammare.. Non riesco più a rimanere seduta per più di 5 minuti perchè mi fa male l'osso sacro, e quando mi alzo devo aspettare un attimo prima di raddrizzare la schiena, ho l'osso sacro indolenzito, ma se mi sdraio non provo dolore solo un pochino di fastidio, potrei avere una frattura o altro? Ora sono tornata dal medico che mi ha prescritto il bentalan 2ml 4mg/2ml per tre gg e poi per altri seibentenal sempre iniezioni 1,5 ml, il problema è che io sono cassiera e sono 2 mesi che manco dal lavoro perchè non riesco ne a stare seduta ne tanto tempo in piedi, la scorsa settimana il dolore stava diminuendo ed ho interrotto il brufen (che prendevo già da 10gg) ed ho ripreso il lavoro, sembrava andare meglio , ma ieri ha cominciato di nuovo il fastidio ed il dolore seduta, lei pensa che possa passare o che avrò bisogno di un intervento?La mia preoccupazione è che prendendo il brufen mi crei problemi allo stomaco anche se stò assumendo il laxons 30mg orodispersibile per 2 volte al gg, perchè ho avuto problemi di esofagite dopo antibiotico, e l'altra preoccupazione è il lavoro, perchè i gg di malattia cominciano ad essere tanti! Quello che non capisco è perchè sembra che io abbia uno spuntone che mi spinge e mi provoca dolore quando mi siedo? Mi scusi per la lungaggine e la ringrazio

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

l'ernia discale L5-S1 che è stata riscontrata alla RM del rachide lombare determina una compressione del midollo e della radice nervosa spinale. Pertanto Le consiglio di fare visionare le immagini della RM ad un neurochirurgo anche per avere una valutazione di eventuali deficit neurologici presenti.
In base alla visione delle immagini ma soprattutto della visita lo specialista Le saprà dare le giuste informazioni su come proseguire.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 162XXX

La ringrazio molto dottore per la sua risposta cosi' celere. Il mio medico non mi ha detto di rivolgermi ad un neurochirurgo. La ringrazio ancora per il suo consiglio, contatterò al più presto lo specialista
Buona serata!

[#3] dopo  
Utente 162XXX

Gentile dottore, mi scusi se la importuno ancora, sono in attesa di essere visitata da un neurochirurgo, il mio medico nel frattempo mi ha dato una cura a base di iniezioni di bentelan 4mg per 3 gg e poi da 1,5 per altri sei, il dolore sembra allievarsi, ma vorrei capire se è il farmaco, che lo allevia o è possibile che stia regredendo? La ringrazio tanto, buon 2 giugno

[#4] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

prbabilmente è la terapia cortisonica che sta agendo sul dolore, Le dico questo però con tutti i limiti del consulto on line.
Mi faccia sapere cosa Le dirà il neurochirurgo, se Le farà piacere.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#5] dopo  
Utente 162XXX

Buongiorno, dottore, certamente che le farò sapere, nel frattempo le auguro buona domenica

[#6] dopo  
Utente 162XXX

Gentile dottore, le volevo far sapere che purtroppo, a Roma per prendere appuntamento in una struttura pubblica ci vogliono gg, l'appuntamento con il neurochirurgo me lo hanno confermato per il 20 luglio, nel frattempo il dolore sciatico è diminuito molto, resta un indolinzimento quando sono in piedi e ferma, quello che però avverto è come se la schiena fosse bloccata, se abbasso la testa in avanti mi tira tutta la schiena, vorrei riuscire a sbloccarla con qualche farmaco, ma il medico ha detto che basta cortisone e solo quando ho dolore prendere il brufen. Ho sentito parlare tanta gente che con il blocco della schiena hanno fatto iniezioni di voltaren e muscoril insieme, ed hanno risolto.
Mi chiedo come mai a me il medico non me lo ha prescritto! La ringrazio e le auguro una buona serata

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Lei ha già fatto un ciclo di terapia cortisonica che ha ridotto notevolmente il dolore. Pertanto un proseguimento terapeutico con voltaren probabilmente è stato ritenuto eccessivo. E poi non si faccia condizionare dagli altri perchè ogni soggetto è diverso da un altro e ovviamente non esiste una terapia uguale per tutti.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 162XXX

La ringrazio molto dottore, e le auguro una buona serata

[#9] dopo  
Utente 162XXX

Gentile dottore, mi scusi se ancora Le scrivo, ma è più uno sfogo che un consulto, con i nostri medici di base non è sempre facile parlare, hanno sempre i minuti contati! Qui' almeno siamo sicuri che quando ci rispondete, lo fate per cortesia e non per obbligo. Sono rientrata al lavoro e facendo un piccolo movimento, sono cassiera in un supermercato, nsomma ora sono sotto infortunio, a casa, e sinceramente comincio ad essere un pochino stanca di questa situazione, forse stà subentrando un pò di depressione, infatti non è facile avere un problema per tanto tempo, ed avere paura di non riuscire a risolverlo, se non con l'intervento chirurgico, di cui ho il terrore, per aver letto dei tanti problemi a cui si incorre dopo intervento, che il più delle volte non aiuta, anzi peggiora. Quello che mi chiedo, quanto ancora ci vorrà perchè io torni a guidare l'auto, che sono 2 mesi che non tocco, o a fare progetti, mi sembra che la vita si sia fermata a due mesi fà, sarà che è cominciata l'estate, che è la mia stagione preferita, e non poter fare progetti per le vacanze o la domenica vedere gli amici organizzare per il mare, mi fa stare male ancora di più.
Mi rendo conto che nessuno mi ha spiegato se posso guidare l'auto, mio marito mi ha regalato una piccola autovettura con il cambio automatico, convinto che avrei potuto guidarla, ma dopo mezz'ora ho cominciato ad avere come una sensazione di crampi alla parte anteriore ed al ginocchio della gamba destra, cosi' mi sono messa paura e non l'ho più portata. A volte, oltre alla gamba sinistra, sento bruciore e sensazione di nervo che tira anche alla coscia interna destra, ci vorrebbe che mi passa ad una e mi comincia l'altra! E' vero che sono molto paurosa, ma ho il terrore di fare un movimento sbagliato e bloccarmi, ad esempio ho la signora che mi sta aiutando nelle pulizie che anche lei sta male con la sciatica ed ha la stessa ernia dicale, ma lei continua a spostare mobili etc e mi dice che non le fa male la schiena! Mah! Quello che infatti mi blocca è avere questa sensazione di rigidità della schiena, possibile che non esistano farmaci in grado di sbloccare questa rigidità
Dottore mi scusi, per lo sfogo, ma se non risolvo questa situazione, penso che oltre al nerochirurgo, sarò costretta a sentire anche uno psicologo! Buona serata

[#10] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

capisco perefettamente il Suo sfogo.
Mi pare che, oltre gli indubbi problemi fisici, abbia anche paura, come un blocco psicologico ma è normale, non si preoccupi.
Non sarei così pessimista sugli esiti dell'intervento chirurgico, infatti la maggioranza degli interventi dà buoni risultati. Con questo non voglio dire che Lei è candidata all'intervento ma qualora lo fosse lo dovrebbe affrontare con fiducia e serenità.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente 162XXX

Grazie dottore, spero che la visita neurochirurgica, mi aiuti a risolvere senza dover intervenire chirurgicamente, comunque ho deciso di non aspettare il 20 luglio ma di effettuare la visita privatamente, sempre nella stessa struttura ospedaliera. Buonanotte e ancora grazie

[#12] dopo  
Utente 162XXX

Dottore buongiorno, mi scuso in anticipo per il nuovo consulto. E' da ieri che avverto, non sò come descriverlo, stanchezza alle gambe indolinzimento, non dolore, alle ginocchia con dolore ai muscoli delle cosce, sopratutto gamba destra, la parte anteriore e se cammino mi sembra di non riuscire a tenere in piedi le gambe e sopratutto ho sbandamenti, come se mi dovessi aggrappare per poter continuare a camminare, è una sensazione bruttissima, cosa potrebbe essere la cervicale o debolezza? O può dipendere da un aggravamento dell'ernia? E' una sensazione di stanchezza. ora sono sdraiata e mi tira il muscolo o nervo non sò, che parte dal ginocchio fino a salire di 10 cm verso la parte esterna della coscia, però l'ernia ce l'ho verso sinistra! Stamattina chiamo per una visita privata da un neurologo all'ospedale San Carlo di Nancy a Roma, dove per sentito dire esserci bravi neurochirurghi, comunque la sensazione al ginocchio destro è che quando cammino è come fosse addormentato,ho letto in internet che potrebbero essere i sintomi della L4 ho letto anche che l'ernia potrebbe arrivare alla paralisi delle gambe, non lo sapevo ed ora ho paura! La saluto cordialmente e le auguro una buona giornata e buon lavoro

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

senza una visita diretta non è possibile stabilire l'origine della sintomatologia che descrive. Certamente, l'ernia potrebbe essere una possibile causa. Comunque occorre una valutazione neurochirurgica diretta.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 162XXX

Dottore, grazie per avere con me tutta questa pazienza, peccato che lei esercita in una città lontanissima dalla mia.La volevo informare che domani alle 15 ho appuntamento con un neurochirurgo del s carlo di nancy qui' a Roma, sono andata poco fà nell' ambulatorio dove visita il mio medico, lei non era in studio, ma un altro medico visitandomi, mi ha fatto sdraiare e mi ha sollevato le gambe, mi ha detto che dipende dall'ernia, mah! Comunque domani pomeriggio mi visiterà il neochirurgo e vediamo che dice, l'unica mia angoscia è che decide per l'operazione, che se da una parte sarei contenta, almeno si cerca una soluzione, dall'altra ho il terrore, forse da profana, da chi non essendo medico si impaurisce per nulla, ma glielo posso confessare? IL mio terrore è che toccando la spina dorsale possa rimanere paralizzata.
Anche il mio medico ha riscontrato questa mia paura. Ma non sono riuscita a confessargli questo pensiero. Non è facile dopo essere arrivati a 50 anni, senza mai, che Dio mi benedica, vedere un ospedale
o avere più di un raffreddore, affrontare una malattia cosi, poi penso però a chi ha malattie ben più gravi come il cancro, e mi sento stupida ed esagerata nelle mie paure, che dirle ancora? La ringrazio del tempo che mi stà dedicando, e se vorrà, ormai mi reputo una sua paziente virtuale, dimani le farò sapere come è andata la visita! Ma in questo sito si può scrivere i nomi dei medici? Mi farebbe piacere farle sapere il nome del neurochirurgo, per avere una sua opinione, ma a pensarci bene come farebbe, non sarebbe giusto nei riguardi del professionista! Ora la saluto, e Le auguro una buona serata!

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

da noi si dice "non bisogna bagnarsi prima che piova", cioè non si agiti pensando ad un intervento chirurgico che ancora non si sa nemmeno se lo debba fare.
E poi non pensi evenienze improbabili a verificarsi. Oggi un neurochirurgo della colonna vertebrale opera con una certa tranquillità e sicurezza.
Le ricordo che le linee guida di questo sito vietano che si facciano nomi di medici.
Certamente, mi faccia sapere l'esito della visita.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 162XXX

Buonasera dottore, sono rientrata da poco dalla visita, per il momento il neuricurgo ha escluso l'intervento, mi ha prescritto una elettromiografia con ago e poi non si capisce quello che ha scritto, forse con studio vcn e vcs? possibile? e un altra cosa che non decifro sempre riguardante elettromiografia. Mi ha prescritto Tecar gluteo e piliforme? per 5 sedute massoterapia lombare e gluteo 10 sedute ed R.M.I. lombare ed anca sin semplice e complessa ,non metto la mano sul fuoco, ma mi sembra 10 più 40 sedute o 90 ogni segmento possibile? 93 11 3 93 11 4? che non sò che significa e se ho letto bene. Lei che ne pensa? Ho chiesto se mi prescriveva una cura farmacologica ha detto che non occorre, al amomento brufen o efferalgan, speriamo bene, ha detto poi di ricontattarlo, questo è tutto. Sa dottore ho notato che in macchina con un cuscino tra la spalliera del sedile e la schiena non mi ha fatto male stare seduta, anzi quando sono scesa non avevo più un dolore sembrava fosse tutto passato, ma lo avevo notato anche al lavoro, in cassa abbiamo sedie imbottite e quando mi faceva un pò male la schiena mi bastava stare seduta dieci minuti e quando mi rialzavo sembravo rinata, era come una sensazione che la schiena si riposasse, cosa che non mi accade se sono sdraiata, la mattina mi alzo che mi sembro un automa. Ok per oggi le ho detto tutto, le auguro una buona serata

[#17] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per escludere l'intervento chirurgico lo specialista non ha riscontrato deficit neurologici e questa è una bella notizia.
VCM e VCS significano "Velocità di Conduzione Motoria" e "Velocità di Conduzione Sensitiva" e rappresentano la seconda parte dell'esame elettromiografico completo. Queste due rilevazioni vengono definite sotto il termine di Elettroneurografia (ENG).
Segua le indicazioni del neurochirurgo e mi faccia sapere come va.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente 162XXX

La ringrazio, appena avrò il risultato dell' esame sarà mio piacere informarla. Buon fine settimana

[#19] dopo  
Utente 162XXX

Gentile dottore, mi scusi se ancora approfitto della sua disponibilità, la sciatica sembra sia quasi passata, il ptoblema è che adesso ho dei problemi alla gamba destra, invece che sinistra dove è l'ernia, la sensazione è ginocchio che non dà dolore ma un senso di intorpidimento, quando cammino, e muscoli o nervi non lo sò, che tirano alla coscia, in alcuni momenti davanti, altri al lato esterno, ed altri momenti al polpaccio, ho pensato chr forse la protuberanza che ho
in L4 possa dare questi sintomi? ecco come in questo momento, mi tira il nervo o muscolo, fino al polpaccio, comunque se parte dalla schiena ormai devo fare elettromiografia, quello che dico, questi sintomi del ginocchio etc, l'ho detto al neurochirurgo e lui mi ha detto che pùò essere la postura, ieri però mi sono ricordata di una cosa accadutami il 15 maggio, nell'andare a dormire mi sono trovata una piccolissima crosticina, a vederla lo sembrava, ma siccome non mi risultava mi fossi grattata in quel punto, dietro il ginocchio al'inizio del polpaccio, mi sono fatta guardare da mia figlia, ed era una piccolissima zecca, io vivo in un posto dove ci sono giardini e d'estate è capitato che ne abbiamo viste, con l'olio e una pinzetta mia figlia l'ha rimossa e poi sono andata in pronto soccorso, il chirurgo mi ha guardato il punto dove era la zecca, che era un pochino rosso, ed ha detto che non c'era nulla, mi ha prescritto 10 gg di antibiotico Bassado da 100 è passato un mese è possibile che abbia contratto la malattia di Lyme? Ho esplorato il mio corpo, segni di bolle specifiche della malattia di Lyme non ne ho, dove era la zecca non c'è nulla, però ho letto che non sempre si presenta, ma il sintomo può essere dolore alle ginocchia. Quest'anno, devo dire, che non mi sono fatta mancare nulla, e stiamo solo a giugno, non credo sia il mio anno, scherzi a parte, dottore la saluto e le auguro una buona domenica
Ah dimenticavo di dirle che ho misurato la teemperatura ed è a posto

[#20] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

è molto improbabile la Sua diagnosi e poi ha fatto pure una terapia preventiva con bassado che è indicato anche per la borrelia, in ogni caso non mi sembrano presenti sintomi sospetti. La causa più probabile può essere il Suo problema alla schiena e la postura, come Le ha detto il neurochirurgo.

Buona domenica anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#21] dopo  
Utente 162XXX

Grazie dottore, buona domenica

[#22] dopo  
Utente 162XXX

Gentile dottore, eccomi di nuovo,volevo informarla che oggi ho fatto elettromiografia, e il responso è segni di sofferenza neuroperiferica cronica in territorio muscolare di pertinenza L5 S1 sin, poi tutti i vari valori che sono talmente tanti, spero che le basti il responso, ho iniziato oggi fisioterapia ho fatto 20 minuti di tecar poi massaggio lombare e poi il fisioterapista invece che la R. M. I. ha ritenuto farmi una seduta di laser perchè ha detto che avevo dolore,ma ora dopo 2 ore comincio ad avere bruciore e come spilli ad ambedue le cosce nella parte posteriore, ed anteriore, le devo dire che il dolore alla schiena si è attenuato, ma questo fastidio alle cosce a cosa è dovuto?
Poi un altro fisioterapista mi aveva detto che il laser e la tecar insieme non si poteva fare, nello stesso giorno, come mai questo me lo ha fatto? La ringrazio ancora, buona serata

[#23] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

non sono molto esperto in questo tipo di terapie, per questo aspetto Le consiglio di rivolgersi in "Medicina fisica e riabilitativa" in questo stesso sito dove i Colleghi Le potranno dare risposte certamente più precise delle mie.
Riguardo l'esito dell'EMG, sinceramente questo reperto era prevedibile, anzi pensavo peggio.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#24] dopo  
Utente 162XXX

La ringrazio per la sua disponibilità, dottore, e le auguro una buona serata

[#25] dopo  
Utente 162XXX

buongiorno dottore, le scrivo perchè ieri ho avuto il controllo dal neurochirurgo, che vedendo i risultati dell'ekettromiografia ha detto che fortunatamente andava bene, però poi mi ha detto che è il caso di operare e con taglio, cioè l'operazione, penso tradizionale, perchè l'ernoa è grande e con altri tipi di interventi si rischia di toccare i nervi. Volevo il suo parere. La ringrazio molto, saluti

[#26] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non potendo visionare le immagini e non potendoLa visitare non posso darLe un parere attendibile. Comunque in questi casi il parere del neurochirurgo è senz'altro più affidabile del nostro.
Le auguro di risolvere il problema.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#27] dopo  
Utente 162XXX

Gentilissimo dottore, sto ancora combattendo contro questa ernia. Ho cambiato fisioterapista e mi sono affidata ad un fisioterapista, dopo consiglio di conoscenti che a loro dire, molto bravo, dalle manovre, diverse dall'altro fisioterapista, a me sembra osteopata, ho visto mel suo studio un attestato per il metodo Mckenzie, booooo....il dolore si è un pochino attenuato, non so' se per merito suo o del nuovo cortisone che ho fatto
Dottore, la prego non si spazientisca nel rispondere ad un altra domanda che mi sono fatta: e' possibile che questa sciatalgia possa dipendere da altro? Non so', magari da problemi all'utero, o stomaco o altro ancora? Perchè a me sembra strano che ancora mi trovo cosi' dopo 4 mesi. Mi dia un consiglio su quale altri esami potrei fare per scongiurare che siano altri i motivi
La ringrazio molto e buona giornata
p,s. Tutti mi dicono che stò perdendo peso, in effetti mi sono dimagrita, ed ho poco appetito. ma questo non fà testo, perchè in vita mia non l'ho mai avuto. Mi chiedo se questo può dipendere dallo stato ansioso o può essere un sintomo da indagare. Avrei voluto chiedere anche al mio medico, ma è in ferie, ed il sostituto, chiaramente non sà tutta la mia storia, aspetto la prossima settimana, il rientro . Buona giornata

[#28] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

ritengo che, con tutti i limiti del consulto a distanza, la causa della Sua sintomatologia sia l'ernia discale L5-S1, confermata all'EMG, e che escluderebbe altre cause allo stato attuale improbabili.
<< Ernia discale mediana paramediana sinistra è presente a livello dello spaziointersomatico L5-S1, con effetti compressivi sul sacco durale,sulla radice di L5 in prossimità del forame e di S1 in prossimità del recesso laterale>> questo riscontro giusificherebbe ampiamente i sintomi. Pertanto non mi sembra che debba fare altri esami. Comunque mi pare che il quadro clinico sia migliorato.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#29] dopo  
Utente 162XXX

La ringrazio dottore e le auguro buona serata

[#30] dopo  
Utente 162XXX

Bonasera dottore, sono ancora qui', il dolore alla gamba è quasi scomparso, da ieri però non so se è attinente, mi è tornato il fastidio proprio nella zona dell'ernia, dopo che sono salita e seduta in macchina, lato passeggero. Possibile che il sedile duro abbia potuto riacutizzare la parte lombare e natica ed osso sacro? In macchina ho fatto circa 20 metri. Io le devo dire con sincerità che mi stò convincendo che la causa del dolore sia l'ernia, ma qualche altra cosa, anche se la rmn dice che ho un ernia. Ho problemi di movimento nella pancia e stomaco, sento lo stimolo a fare aria, ma spingo per farla uscire ma è come se avessi problemi a spingere, la spinta non arriva all'ano è una sensazione strana, quando l'aria passa sento una sensazione strana all'osso sacro, sento come se scricchiolasse e mi da fastidio è come se si fermasse li' e non riuscisse ad arrivare e quando sento che arriva spingo e non esce nulla, come se i musoli dell'ano non ce la facessero a spingere ed un altra sensazione è come qualcosa che spinge sulla vagina e bisogno di urinare spesso, a questo si associa problemi nel defecare, stò andando molto stitica, a volte le feci si fermano tra la vagina e l'ano formando un bozzo e non riesco ad espellerle, fino a quando mi alzo in piedi ed in posizione eretta cominciano ad uscire a volte, ora ad es. sono prona e se stringo i muscoli dell'ano mi dà fastidio l'osso sacro, come le ho già scritto in precedenza, vado dal fisioterapista che stà lavorando l'osso sacro, perchè è un pò curvo, può dipendere anche da quello? prima non avevo mai avuto questo problema. Mi scusi ancora. Buona giornata

[#31] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

on line non Le posso dare una risposta attendibile alle Sue domande in merito agli altri sintomi. Circa il problema all'osso sacro dipende dalla sua entità che ovviamente non è possibile conoscere a distanza. Se la situazione dovesse persistere sarebbe opportuno effettuare una visita neurologica per avere una valutazione diretta dei disturbi riferiti. Mi fa piacere che il dolore alla gamba sia regredito.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#32] dopo  
Utente 162XXX

Gebtile dottore go dimenticato di dirle che il mio medico mi ha anche prescritto un ecografia addome ed è risultato che ho della renella, questo può influire? Non può essere che il problema sia questo e non l'ernia? che altri esami potrei fare? Saluti

[#33] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

non penso che solo la renella possa giustificare tutti i sintomi riferiti ma lo dico con i limiti del consulto a distanza, solo una valutazione diretta può darLe una risposta attendibile.
Per quanto riguarda eventuali altri esami, questi vanno fatti in modo mirato ai riscontri della visita medica ed al sospetto diagnostico, pertanto sarà compito del neurologo indicarli, qualora effettuasse una visita neurologica (consigliata).

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#34] dopo  
Utente 162XXX

La ringrazio molto dottore, io sono in cura con un neurochirurgo, va bene lo stesso o devo proprio cercare un neurologo? La ringrazio ancora, buona giornata

[#35] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per eventuali problemi muscolari pelvici è più indicato il neurologo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#36] dopo  
Utente 162XXX

lLa ringrazio, cercherò un neurologo buona serata