Utente 220XXX
Buonasera,

è da qualche mese che mi capita spesso (ultimamente però il problema è peggiorato) di sentire una fortissima oppressione, compressione, tensione, irrigidimento alla testa (dietro, davanti e lateralmente, anche tempie), come se venisse stretta in una morsa, con sensazione di irrigidimento anche del collo, della mandibola, della "parola" e dei muscoli facciali, senso di confusione, sensazione di offuscamento della vista, instabilità, senso di sbandamento.. La sensazione è così forte che a volte mi spaventa perchè mi sento come se la testa mi si dovesse paralizzare o esplodere per la troppa oppressione. Questo mi capita anche varie volte in un giorno.

Non è una sensazione continuativa, può venirmi e durarmi solo mezz'ora, oppure anche tutto il giorno, ma ho anche momenti in cui non la avverto.

Ultimamente, come accennato prima, mi capita anche in alcuni momenti di vederci più sfocato come se faticassi a mettere a fuoco, sensazione di irrigidimento
dei muscoli facciali, ad esempio sensazione di fatica nel corrugare la
fronte, e la sensazione che il collo fatichi a reggere la testa, come
se la testa fosse troppo pesante e il collo troppo debole.

Secondo voi di cosa può trattarsi? Soprattutto vi chiedo, potrebbero essere sintomi preoccupanti? Potrebbe essere sintomo di aneurisma o una qualche altra grave patologia cerebrale?

Premetto che non mi drogo, non fumo, non bevo alcolici (lavoro sedentario 4+4 ore davanti al pc).

Tempo fa feci una visita neurologica negativa (per giramenti di testa), e non mi prescrissero nessun tipo di esame o accertamento.

Mi consigliate di fare una risonanza magnetica testa/cervicale per sicurezza? Ho sopportato vari mesi ma adesso inizia veramente a diventare insopportabile, e soprattutto mi limita nella vita (quando mi viene in ufficio non riesco più a concentrarmi e a lavorare, quando mi prende che sono in giro mi sento troppo instabile e non riesco più a godermi i momenti, ecc....)

Ringrazio di cuore chi mi risponderà.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

il problema di cui parla potrebbe essere assimilato ad una cefalea di tipo tensivo, anche senza mal di testa, infatti a volte la cefalea di tipo tensivo si manifesta con senso di pressione e di oppressione alla testa. Anche la postura prolungata potrebbe essere una delle cause.
Ovviamente questa è solo un'ipotesi a distanza. Le consiglio di effettuare una visita neurologica.
Prima di pensare ad esami diagnostici sarebbe opportuno consultare lo specialista, sarà questi che, in base ai riscontri della visita, prescriverà eventuali esami mirati, se ritenuti opportuni.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 220XXX

Egregio Dott. Ferraloro,

ho già effettuato due visite neurologiche (all'incirca un paio di mesi fa) negative, mi consiglia di farne un'altra? Premetto che durante l'ultima visita neurologica già presentavo un po' questo problema e quindi l'avevo fatto notare al neurologo, ma non mi ha prescritto nessun tipo di esame.

Visto che ora la cosa, dopo un periodo di silenzio, si è ripresentata anche più insistentemente dice che è il caso di tornare a ripresentare il problema?

Ho sempre pensato che se fosse un problema serio avrei questa "sensazione" continuamente e non solo a volte, per poi stare benissimo in altri momenti... lei cosa ne pensa?

Grazie ancora

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

concordo con quanto dice. Il neurologo quale diagnosi ha fatto?
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 220XXX

Cioè concorda con me per quanto riguarda che un fastidio così saltuario non può essere un brutto male? Generalmente quindi tumori o aneurismi o altre cose del genere comunque gravi non possono presentarsi, poi passare per poi ripresentarsi?

Il neurologo aveva imputato il tutto a stress. E dal di lì ho iniziato un percorso psicoterapeutico da qulalche mese per vedere di sciogliere qualche nodo... Tra l'altro speravo mi prescrivesse almeno una lastrina o qualcosa alla cervicale... ma neanche quello.

Eppure adesso la cosa è diventata un po' troppo pesante, testa oppressa, spesso sbandamenti, mi sembra di essere su una nave, vorrei riuscire a risolvere in qualche modo questa cosa molto fastidiosa.

Durante questi episodi di forte oppressione mi sembra a volte anche di fare fatica a respirare, può c'entrare in qualche modo questi sintomo con quello che avverto alla testa?

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

anche la sensazione di "respiro difficile" potrebbe essere un sintomo ansioso.
Non escluda di affiancare alla psicoterapia anche una terapia farmacologica, se fosse necessaria.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 220XXX

Grazie per la Sua risposta.

Sto curando l'ansia, e nel frattempo vorrei anche escludere patologie di altro tipo (ad esempio, anni fa ho subìto un tamponamento che mi ha causato un forte colpo di frusta, e visti i miei continui fastidi a testa e collo vorrei escludere problematiche ad entrambi, anche per sapere come procedere per alleviare i disturbi, massaggi, o altre terapie).

Le chiedo un'ultima informazione:
che differenza c'è tra risonanza magnetica e angio-risonanza? So che la seconda vede meglio eventuali aneurismi, ma è limitata solo a questo o dà comunque una visione generale anche di tutto il resto come la rm normale?
O dà un quadro più completo la prima?

Grazie

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la RM encefalica classica esplora l'encefalo nelle sue varie componenti anatomiche, l'angio-RM invece è indirizzata allo studio dei vasi intracranici, cioè del circolo arterioso e venoso. Non evidenzia solo eventuali aneurismi (non tutti comunque) ma anche altri problemi vascolari come malformazioni, fistole artero-venose, trombosi venose, ecc.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 220XXX

Quindi deduco che, se un'angio-RM già non rileva tutti gli aneurismi, la risonanza classica non li vede proprio qualora ce ne fossero, giusto?
Lo chiedo perchè ho familiarità con tale patologia e vorrei escluderla, intanto che faccio la risonanza.

Però avevo sentito dire che se si chiede di essere sottoposti a un'angio-RM Ti eseguono anche contestualmente una risonanza classica, perchè l'angio è solo un "diverso quadro di lettura", e quindi le possono fare entrambe insieme, è giusto? In questo modo si vedrebbero sia le componenti anatomiche che i vasi

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Le hanno detto bene, gli esami possono essere eseguiti nella stessa seduta, generalmente prima si fa la RM classica e poi lo studio angio.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro