Occhio chiuso e palpebra non sensibile agli impulsi del cervello

Eg. Dottore, son qui a porre questo quesito, perchè molto preoccupato! Da circa 20 giorni, mi sono accorto di aver un occhio molto più chiuso rispetto all'altro (stando in posizione rilassata e guardando davanti a me), e la preoccupazione nasce dal fatto che è come se non sentissi la sensibilità del viso sul lato destro, quando cerco di convcentrarmi e provare ads aprire l'occhio destro!!! Infatti nonostante mi sforzi non riesco a tenerlo aperto normalmente, ma mi resta semi chiuso ed è nettamente visibile sall'occhio altrui...
Visto che negli ultimi mesi ho avuto un problema durante l'esame oculistico del campo visivo computerizzato...e mi hanno fatto fare una tac alla testa, e visto che da più di un anno soffro di una ipoestesia al piede destro e più leggermente alla gamba sinistra...(cioè la sensibilità al tatto non è più la stessa), allora da un pò mi chiedo se non sia tutto collegato a qualcosa di neurologico, un nervo, un muscolo che non tiene più su il mio occhio.
La TAC alla testa è risultata negativa, quindi chiederei gentilmente un suo parere su cosa fare ed a quale specialista eventualm,ente rivolgermi per aver riscontro e soluzione a questo problema dell'occhio destro.
Ringrazio in anticipo per la cortese risposta che vorrà fornirmi.
Saluti. Massimo.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,8k 2k 23
Gentile Massimo,

dal Suo racconto ritengo che lo specialista di riferimento sia il neurologo, pertanto faccia inizialmente la visita neurologica, poi eventuali altri esami diagnostici (RM encefalica e altri) verranno richiesti dallo specialista se ritenuti utili. Infatti necessita una valutazione neurologica generale sia per la ptosi palpebrale (abbassamento della palpebra) sia per verificare eventuali associazione con il resto della sintomatologia menzionata.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test