Conflitto vascolare e parestesie

Salve,

avevo gia scritto precedentemente su questo sito, prima di trovare quella che ormai credo sia la causa del mio problema.
Mi è stato diagnosticato dopo risonanza magnetica un conflitto vascolare alla base del nervo trigemino a sinistra, ci sono voluti tre anni di visite e terapie inutili, ma alla fine ho trovato una risposta. Il mio problema è che i sintomi non sono affatto i dolori, come leggo su internet che sia normale per questa patologià, bensì tremore e formicolio su metà lingua, un po' più indietro verso la gola avverto sempre come una compressione, tipo parestesia, spesso accompagnata da tossetta e pizzicore alla gola sempre a sinistra, acufeni e ronzii e senso di compressione nell'orecchio sinistro. Inoltre ho avuto tre o quattro episodi di dolore fortissimo a delle ghiandole sotto la gola, cosa mai capitata prima, sempre a sinistra.
Il medico che mi ha in cura mi ha dato per un periodo Benerva e Esapent, inoltre per calmare lo stress che questa patologia mi provoca mi ha prescritto un leggero ansiolitico, Cymbalta. Certo, sono meno ansiosa ma i sintomi sono sempre identici, formicolio, parestesia ecc non accennano a diminuire neanche leggermente, vorrei sapere se devo consultare il parere di altri specialisti, se non c'è nulla da fare o se magari ci potrebbe essere una diagnosi diversa e il problema potrebbe essere un altro.

Grazie,

Cordiali saluti
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,2k 2,1k 23
Gentile Utente,

la diagnosi l'ha fatta da sola o è stato un medico a farla?
Mi pare di capire che finora non abbia trovato giovamento dalle terapie praticate, per cui Le consiglierei una visita neurologica, sia per fare visionare la RM, sia per avere una valutazione clinica del problema.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve dott. Ferraloro,

assolutamente no, ho fatto varie visite da un neurologo che mi ha attualmente in cura con le medicine descritte sopra. Mi fece fare lo scorso anno una risonanza magnetica con attenzione ai nervi del cranio. Dalla risonanza, secondo il tecnico che l'ha svolta, emerse la seguente situazione:
Si apprezza la presenza di piccola struttura vascolare, presumibilmente arteriosa, che giunge in contiguità con il V nervo cranico di sinistra, non risulta comunque chiaramente improntato o deviato nel suo decorso.
Dopo aver portato questa rm al neurologo, egli mi diagnosticó questo conflitto vascolare, nonostante i miei sintomi siano formicolio e parestesie, lui asserisce che il nervo potrebbe essere toccato in un punto in cui non dà dolore ma solo questi fastidi e che cmq quando ci sono formicolii alla lingua è quasi sempre un problema di trigemino.

Lei cosa ne pensa? Potrei sperare in altri farmaci che migliorino la situazione?
I miei sintomi sono h 24, e la cosa che mi da più fastidio è questo senso di compressione all'inizio della gola, inoltre temo che con gli anni peggiori.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test