Utente
Salve.. Ho 31 anni e nelle ultime due settimane ho passato momenti di vero stress per cause Familiari che ancora non si sono risolte del tutto .
Da circa qualche giorni ho notato che molte volte durante la giornata soprattutto quando sono a riposo sento dei guizzi improvvisi sotto pelle su tutto il corpo della durata non più di due tre secondi non sono fastidiosi nemmeno dolorosi ho saputo si chiamano fascicolazioni e possono essere il sintomo iniziale di patologie importanti di cui ormai mi sono fatto una cultura sbagliata su internet.
A volte accuso anche tipo dei bruciori nel dietro coscia sx e dx e dei doloretti al ginocchio.
Inoltre per adesso in questi pochi giorni non accuso cali di potenza degli arti.
Inoltre mi è ritornato il reflusso gastrico che il mio medico di base attribuisce allo stress.
Di notte non dormo benissimo e mi sveglio nelle ore notturne dove mi è poi difficile riaddormentarmi e dove si manifestano spesso le fascicolazioni.
Ho solo molta ansia e paura di avere qualche genere di malattia.
Cosa mi consiglia di fare?

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

nella stragrande maggioranza dei casi le fascicolazioni sono benigne, solo raramente si associano a patologie importanti. Considerato il periodo di stress che sta attraversando l'ipotesi più probabile potrebbe essere questa.
Se il disturbo dovesse persistere faccia serenamente una visita neurologica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

nella stragrande maggioranza dei casi le fascicolazioni sono benigne, solo raramente si associano a patologie importanti. Considerato il periodo di stress che sta attraversando l'ipotesi più probabile potrebbe essere questa.
Se il disturbo dovesse persistere faccia serenamente una visita neurologica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#3] dopo  
Utente
Dott Ferraloro la ringrazio per la risposta rapida, chiedendole ancora una cosa considerata la mia età, la rarità della malattia, il fatto che qualcuno mi ha spiegato che le fascicolazioni sono un sintomo di malattia avanzata e non di esordio e possibile escludere la sla?
Per quanto tempo dovranno continuare le fascicolazioni prima che io mi sottoponga ad una visita neurologica? È quali sintomi potrebbero preoccuparmi.

[#4]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

da ciò che scrive è difficile pensare alla SLA, peraltro non ha nemmeno deficit motori che generalmente sono i primi a manifestarsi.
Un tempo congruo per effettuare la visita neurologica potrebbe essere 3-4 settimane ma, con tutti i limiti del consulto a distanza, mi sentirei di tranquillizzarLa.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#5] dopo  
Utente
Egregio Dott. Ferrarolo,
Ieri mattina mi sono recato in ospedale per farmi dei controlli riguardo le fascicolazioni, sotto consiglio di un mio collega visto il lavoro che svolgiamo nel trasporto persone e per magari capirci qualcosa in più.
All'ospedale mi hanno fatto tutti gli accertamenti credo per verificare se c' era qualcosa di ischemico con Tac e analisi del sangue tutte risultate negative.
Il medico mi ha detto che il potassio 3.9 il minimo 3.6 era un po basso e questo poteva essere la causa dei doloretti e stanchezza alle gambe.
Poi mi hanno mandato in neurologia per effettuare una visita da una gentilissima neurologa che mi ha visitato.
Mi ha detto che i riflessi sono normali e non si presentano atrofizzazioni muscolari, e che secondo lei potrei fare una ellettromiografia di controllo ma solo per stare più tranquillo visto che lei non ha riscontrato niente nei limiti della sua visita.
Comunque le mie belle fascicolazioni continuano, volevo chiederle se prima o poi cesseranno o c'e la possibilità che mi rimangono?
Come seconda domanda volevo chiederle se una cura di lexotan possa fare al mio caso?
Le fascicolazioni possono essere legate anche ad altre patologie tipo sclerosi mutipla??
Buon Lavoro...

[#6]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il decorso delle fascicolazioni benigne non è prevedibile soprattutto quando non si riesce ad identificare la causa, in linea di massima col tempo possono regredire.
La terapia con lexotan o ansiolitici in genere potrebbe sedare il disturbo ma c'è la possibilità che a lungo tempo provochino assuefazione e dipendenza.
Non rappresentano un sintomo tipico della SM.
L'esito negativo della visita neurologica è un ottimo segno prognostico.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente
Caro dott. Ferraloro scusi se approfitto ancora della sua pazienza.
In questo momento mi trovo all'estero e ci rimarrò alti due giorni e mi riesce difficile andare da un oculista.
Ho un nuovo sintomo che già avevo da un po ma le avevo omesso poiché ritenuto poco importante..
Di sera ho gli occhi stanchi e focalizzo male le cose Tipo le luci e i neon, soprattutto se a grande distanza, e ho tipo un bruciore ad entrambi gli occhi che a prima vista non sono rossi, adesso mi sta capitando anche di giorno li strofino spesso per veder i meglio, anche se in linea di massima ci vedo bene vedo sfocato i numeri dalle medie lunghe distanze come per esempio una targa a 30/40 mt. Poi mi bruciano non forte ma come se fossero secchi.
In più ricordo prima che mi arrivavano le fascicolazioni che tutt'ora ho ormai 22 giorni,
Per alcuni giorni quando attraversavo quel periodo difficile mi sentivo le gambe rigide e pur riuscendo a camminare bene avevo il quadricipite più duro del solito anche quando stavo a riposo ho letto che si chiama spasticità. È quando camminavo sembrava si scuotesse più del dovuto come se fosse una reazione spropositata pensavo che tutto fosse legato al freddo di quei giorni.
Adesso le chiedevo
1 i miei occhi potrebbero essere affetti da neurite retrobulbare o è solo una coincidenza.?
2 La spasticità può essere come glielo descritta? È sparire
3 visto che non ho cali di forza dovrei orientarmi su altre patologie tipo sm?
Grazie e ne approfitto per augurarle buone feste...

[#8]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il disturbo visivo non è tipico di neurite retrobulbare, i sintomi sono diversi.
L'indurimento muscolare che descrive sembrerebbe solo una contrattura.
Lei non deve orientarsi su nessuna malattia, deve solo fare una visita neurologica per avere una valutazione diretta del caso. Al momento non vedo sintomi tipici di SM.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Utente
Scusi la mia insolenza dottore, e che l'ansia gioca brutti scherzi come voler fare il medico senza una laurea in medicina... Ma lei di persone come me ne vedrà ogni giorno ed di certo saprà come a volte e difficile non avere paura quando il tuo corpo reagisce in maniera strana. Ho già fatto una visita neurologica ma credo che presto ne avvierò un altra se i sintomi persistono e credo che mi orienterò con un neurologo. Intanto volevo ringraziare lei è tutto lo staff per il servizio effettuato devo dire molto utile.
Infine dirle che i quadricipiti interessati erano tutti e due e la sensazione di rigidità ad entrambe?
Comunque se e possibile anche per una mia tranquillità la terrò aggiornato appena ci saranno esiti o novità sui sintomi.
Con Cordialità

[#10]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il mio non voleva essere assolutamente un rimprovero ma solo una precisazione per farLa tranquillizzare considerato che aveva scritto <<visto che non ho cali di forza dovrei orientarmi su altre patologie tipo sm?>>, era solo per dire di non pensare nessuna patologia, tutto qui.
Ok, può farmi sapere.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente
Dott. Buongiorno. Ho prenotato l'elettromiografia tra qualche giorno. Nel frattempo sono andato dall'oculista che mi ha fatto una visita completa escludendo nevriti retrobulbari ma riscontrando un problema di astigmatismo.
Volevo chiederle delle cose ma visto che è un mese che ho le fascicolazioni dovrò effettuare più di un esame elettromiografico per stare tranquillo o ne basta uno o bisogna rifarne altri?
In più se come dice lei che potrei avere la sindrome delle fascicolazioni benigne queste ultime regrediranno mai oppure come molti sul forum scrivono mi rimarranno perenni?
Esiste una correlazione tra stress ansia guarigione di quest'ultima e regressione delle fascicolazioni? Oppure innescato il meccanismo non si ritorna dietro .
Buon lavoro

[#12]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ritengo che possa essere sufficiente l'EMG che effettuerà tra qualche giorno.
In caso di fascicolazioni benigne, la cui causa non è nota, il decorso è variabile e non prevedibile per cui ci possono essere dei periodi di remissioni seguite o meno da riacutizzazioni. L'ansia può essere un fattore favorente che, regredendo, può fare cessare le fascicolazioni, ma comunque non è una regola.

Cordialità

Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
Utente
Mi scusi dottor Ferraloro. Abuso ancora una volta della sua pazienza, ma un pensiero mi assale venerdì effettuerò Emg e se sarà negativo spero di chiudere con questa storia che mi sta tormentando.
Da un paio di giorni ho ipersalivazione non sbavo ma costantemente ho la sensazione di molta saliva e deglutisco spesso senza problemi. Inoltre ho come la sensazione di avere muco alla gola sembrerebbe reflusso gastrico da cui soffro da un anno ma la 'ipersalivazione e la prima volta e sembra uscire da un solo lato da dietro la lingua.
Inoltre stamattina svegliatomi dopo le mie ormai consuete 4-5 ore di sonno mi sono ritrovato ricoperto di fascicolazioni ovunque così tante mai avute.
Stamattina ho rifatto una visita neurologica, con un dottore diverso dal primo mi ha controllato muscoli non atrofizzati, riflessi nella norma e mi ha fatto anche cacciare la lingua tutto normale.
Le mie domande sono con Emg si può escludere anche la forma bulbare? Quella per interderci colpisce la faccia. Ipersalivazione può essere soltanto data dal reflusso, mentre nella sla funziona diversamente...
Grazie cordiali saluti

[#14]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'ipersalivazione non è un segno di SLA ma un segno del sistema nervoso autonomo che viene molto influenzato da fattori psichici.
Anche un secondo neurologo non ha riscontrato alcuna alterazione.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Utente
Descrizione :
Nel muscolo tibiale anteriore e sininstro :discreta perdita unita motorie, Ampiezza nella norma. Nella norma la durata media dei potenziali di unità motoria normale l'incidenza dei potenziali polifasici. Non denervazione.
Nel muscolo gastrocnemio di sinistra:discreta perdita unita motorie, Ampiezza nella norma. Nella norma la durata media dei potenziali di unità motoria normale l'incidenza dei potenziali polifasici. Non denervazione.
Nel muscolo femore di destra:discreta perdita unita motorie, Ampiezza nella norma. Nella norma la durata media dei potenziali di unità motoria normale l'incidenza dei potenziali polifasici. Non denervazione.
Nel muscolo bicipide branchiale destro:discreta perdita unita motorie, Ampiezza nella norma. Nella norma la durata media dei potenziali di unità motoria normale l'incidenza dei potenziali polifasici. Non denervazione.
Nel muscolo abduttore del V dito di sinistra:discreta perdita unita motorie, Ampiezza nella norma. Nella norma la durata media dei potenziali di unità motoria normale l'incidenza dei potenziali polifasici. Non denervazione.
Nel muscolo tricipite branchiale di destra:discreta perdita unita motorie, Ampiezza nella norma. Nella norma la durata media dei potenziali di unità motoria normale l'incidenza dei potenziali polifasici. Non denervazione.
CONCLUSIONI: NEI MUSCOLI ESPLORATI NORMALI REPERTI ELETTROMIOGRAFICI
domande
1Discreta perdita unita motorie in tutti i muscoli? che significa?
2 Posso stare sereno da oggi in poi per quanto riguarda la sla e altre patologie muscolari?
3 Cosa mi consiglia per le fascicolazioni?
Grazie anticipatamente a tutto lo staff per il lavoro svolto.

[#16]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'esame è nella norma, stia tranquillo, può escludere la SLA.
Adesso penso che si possa parlare con certezza di fascicolazioni benigne.
Si faccia seguire da un neurologo e stia tranquillo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro