Dolore - debolezza muscolare

Buongiorno,
vi scrivo per rappresentarvi un problema che mi porto avanti da circa una anno e mezzo.Cerco di riassumere il più possibile la storia: Tutto è cominciato con un fastidioso e persistente formicolio al piede sinistro ed un dolore alla gamba con a volte interessamento del gluteo. A questo è seguito improvvisamente una mattina al risveglio un dolore al braccio sinistro e il 4° dito che si apriva a scatto migliorato e scomparso dopo alcuni giorni a seguito di antinfiammatori e manipolazioni osteopatiche. Sono comparse anche fascicolazioni in svariate parti del corpo. Inoltre è comparso un dolore muscolare alle gambe all'altezza dell'inguine/anche sempre a sinistra. Nel corso dei mesi ho eseguito quattro visite neurologiche e una elettromiografia ai quattro arti tutte negative. Mi hanno solo prescritto vitamina B e magnesio e attribuito i sintomi ad uno stato ansioso. Inoltre sono stati eseguiti Rm del rachide cervicale e lombosacrale senza mdc (con macchinario aperto) dove l'unica cosa riscontrata è stata una minima protusione mediana posteriore del disco tra l5-s1 senza compressione del sacco durale; esami del sangue compresi anche enzimi muscolari e test reumatici tutti negativi. Ho anche una rmn dell'encefalo(che faccio periodicamente per controllare una cisti) risalente a circa 4 mesi prima della comparsa dei sintomi risultata nella norma. Inoltre sono stato sia da un osteopata che da un chiropratico che mi hanno eseguito diverse manipolazioni attribuendo alla schiena l'origine dei sintomi ma senza miglioramenti significativi. Da qualche settimana si è accentuato il dolore e la sensazione di bruciore all'inguine/anca sinistra, dolore al polpaccio e al tibiale anteriore e occasionalmente formicolio al piede;Inoltre a volte ho sensazioni di bruciore e parestesie soprattutto al braccio sinistro; in più è comparso un dolore all'avambraccio sinistro, polso e dorso della mano che a volte si estende al gomito tricipite e spalla. Ho notato che se ruoto la spalla e l'anca sinistra sento dei forti rumori articolari che a destra non sento. Non so se le due cose possano essere collegate. Non so se rivolgermi ad un ortopedico e/o eseguire ulteriori accertamenti, e vorrei un vostro parere poichè anche l'ultimo medico oltre che consigliarmi gli esami del sangue per i reumatismi non mi ha consigliato altro. Se può essere utile volevo precisare che i sintomi compaiono alcuni minuti dopo il risveglio. Grazie per la vs cortese risposta.
[#1]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 7.1k 200 45
Gli esami RM concernenti il SNC (encefalo e rachide/midollo spinale) debbono essere eseguiti con apparecchiature ad elevato campo magnetico (1.5 Tesla).
Altrimenti si perdono moltisime informazioni.
Non so a quando risalgano le visite neurologiche e la Emg ma ritengo che, persistendo ed aggravandosi il disturbo, sia il caso di addivenire ad una nuova valutazione clinica neurologica ed ad un esame Elettromioneurografico ovvero (Emg+Eng ovvero esplorazione funzionale di radici spinali e muscoli con il primo esame e dei nervi periferici il secondo).

Cordialmente.

Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com

[#2]
Utente
Utente
L'ultima visita/esame risale a Gennaio e il medico ha utilizzato anche gli aghi come elettrodi per l'esame, quindi potrebbe trattarsi di elettromioneurografia? Intanto il medico di base mi ha consigliato una valutazione chirurgica per escludere altre patologie tipo ernia inguinale...
[#3]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 7.1k 200 45
Una ernia inguinale potrebbe provocare dolore sia per proprio conto sia perchè irrita/comprime il nervo femorale.