Utente 156XXX
Buon giorno spettabili dottori, vi chiedo cortesemente un consulto per un elettromiografia fatto questa mattina. Sono andato a fare questo tipo di esame per dei dolori sparsi alle gambe e al braccio non invalidanti, ma comunque molto fastidiosi uniti a fascicolazioni. Premetto che è da circa 1 anno e mezzo che soffro di fascicolazioni benigne a detta de 2 neurologi ch e mi hanno visitato. la elettromiografia è stata eseguita sia sugli arti superiori che inferiori. Ho portato tutto il materiale che avevo di recente, quindi una rmn al rachide in data febbraio 2014 con rettilineita della colonna e debordanza c3-c4 e c4-c5, la risonanza encefalo con contrasto risultata negativa. l'esito della elettromiografia è stato il seguente:
arti superiori:
il reperto elettromiografico evidenza segni di sofferenza delle fibre del nervo mediano nel tratto distale di grado modesto a dx e sx per la sola componente sensitiva; reperto compatibile con sindrome del tunnel carpale. Non evidenti anomalie di conduzione dei restanti tronchi nervosi esaminat. Coesistono segni di sofferenza neurogena ai muscoli del plesso brachiale nei territori radicolari c6 di dx e sx e t1 di sx (grado modesto).
Arti inferiori:
il reperto elettromiografico evidenza segni di sofferenza neurogena ai muscoli del plesso lombosacrale nei settori radicolari L5 di sx (di grado modesto) ed s1 di dx e sx (di grado medio discreto).Non evidenti anomalie di conduzione dei tronchi nervosi esaminati. Si consiglia RMN colonna lombosacrale.

Questi sono state le due conclusioni. Tuttavia nei riassunti superiori volevo chiederle se è normale avere su interpretazione dei muscoli con scritto denervazione (penso nel test con ago); in particolar modo i muscoli incriminati sono:sinistro e destro gastrocnemio interno ; sinistro estensore lungo delle dita ; sinistro aduttore mignolo ; sinistro lungo supinatore.

Vi ringrazio per la cortese attenzione. Vorrei chiedere questo consulto perche ho letto che il piu delle volte questa parola viene abbinata a determinate malattie che a solo scrivere il nome mi viene la pelle d'oca. E da quando oltre alle fascicolazioni sono comparsi anche questi dolori sto vivendo da un mese nel terrore più totale.

Saluti

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

si tranquillizzi, non ci sono sospetti per malattie importanti, infatti, oltre il tunnel carpale, le altre alterazioni sono attribuibili a problemi della colonna cervicale e lombare con invito ad effettuare una RM a questo livello.
La malattia che Lei teme non si manifesta con dolori, pertanto può tranquillizzarsi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 156XXX

La ringrazio dottore...sempre cortese e gentile, soprattutto tempestivo con le risposte. Eseguiro la rmn al tratto lombosacrale appena possibile. In ogni caso sarei molto lieto di poterla contattare per avere un suo parere. La ringrazio in anticipo

[#3] dopo  
Utente 156XXX

Mi scusi dottore ,ieri sera ho controllato l emg fatta 1 anno fa quando iniziarono i sintomi di fascicolazioni ed era completamente pulita...tutto normale. Posso chiederle se a distanza di un anno l esito puo cambiare..premetto che non e stata fatta dalla stessa persona. La ringrazio. Pemsa inoltre che sia utile nel caso ripeterla?

[#4] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

In un anno è normale che possa variare un esame diagnostico in relazione a sopravvenute nuove condizioni. Al momento ha poco senso ripetere l'esame, lo faccia visionare al collega che l'ha richiesto.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#5] dopo  
Utente 156XXX

Capisco..tenga presente che non ho avuto modo di poter parlare con il neurologo leggendo in dettaglio il reperto. Vorrei chiederle solo una cosa, il reperto potrebbe essere stati modificato dall attivita fisica in particolare corsa abbastanza importante anche 3 giorni consecutivi per 6 o 7 km in 45 min, ed erano da diversi ann9 che non svolgevo alcun tipo di movimento. La ringrazio

[#6] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Escluderei questa possibilità, infatti i parametri esaminati non sono influenzati dall'attività fisica.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente 156XXX

Mi scusi dottore su consiglio nedico di base go rifstto l emg presso un altro istituto privato a padova ed e emersa un risposta completamente dofferente:Ai mm. deltoide, bicipite e tricipite brachiali lungo supinatoredi destra e di sinistra non e
presente a riposo attività spontanea ed alla contrazione volontaria massima si registrano tracciati di transizione abbastanza ricca con 4-5 potenziali di unitä motoria di 1-2 mV, semplici o poco polifasici, pulsanti a bassa frequeza.
Ai mm. estensore comune delle dita e primo interosseo dorsale della mano, abduttore del quinto dito della mano ed abduttore breve del pollice di destra e di sinistra non è presente a riposo attività spontanea ed alla contrazione volontaria massima si registrano tracciati di transizione ricca con numerosi potenziali di unità motoria di 13 mv, semplici, pulsanti a bassa frequenza.
La velocità di conduzione motoria del nervo mediano di destra e di sinistra e nei limiti inferiori della norma (52 m/sec), con risposta motoria di I mv. poco polifasica, per latenze disali di 3-12 msec
La velocità di conduzione sensitiva (ortodromica) dello stesso nervo mediano di destra e nei limiti della norma sia nel tratto terzo dito-polso 61 m/sec, con risposta sensitiva di 12 uv) che nel tratto primo dito polso (52 m/sec, con risposta sensitiva di 17 uv)
La velocità di conduzione motoria del nervo mediano di sinistra è normale (63 m sec). con risposta motoria di 5 mv. poco polifasica. per latenze distali di 3.3-14.6 msec
La velocità di conduzione sensitiva (ortodromica) dello stesso nervo mediano di sinistra è normale sia nel tratto terzo dito-polso (54 m/sce, con risposta sensitiva di 20 uv) che nel tratto primo dito-polso (46 m/sec. con risposta sensitiva di 8 uv).
La velocità di conduzione sensitiva (orodromica) del nervo ulnare di destra e di sinistra è normale nel tratto quinto dito-polso (62 e 57 m/sec. con risposte sensitive di 14 e 5 uv)
Ai muscoli retto anteriore.vasto mediale e vasto laterale del quadricipite femorale di sinistra e di destra non è presente a riposo attività spontanea ed alla contrazione volontaria massima si registrano tracciati di transizione abbastanza ricca con 4-5 potenziali di unita motoria di 1-3 mV semplici o poco polifasici, pulsanti a bassa frequenza.
Ai mm. tibiale anteriore, peroneo lungo, estensore lungo delle dita del piede ed estensore proprio dell'alluce di sinistra e di destra alla contrazione volontaria massima si registrano tracciati di transizione piu o meno ricca con qualche potenziale di unità motoria di 1 -2 mV, semplici o poco polifasici, pulsanti a bassa frequenza
Ai mm. gemello interno di sinistra e di destra infine non è presente a riposo attività spontanca ed alla contrazione volontaria massima si registrano tracciati di transizione ricca con numerosi potenziali di unità motoria di 2-3 ml, semplici o pocopolifasici, pulsanti a bassa frequenza

IN CONCLUSIONE Questo reperto EMGrafico essere considerato nei limiti della norma


Posso chiederle un ulteriore consiglio sull interpretazione? Non capisco a questo putno chi dei duenmedici ha ragione. Quest ultimo ha detto che e tutto nella norma..

[#8] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
I due esami danno risposte differenti, è chiaro che non possiamo sapere quale dei due è attendibile, li faccia vedere al Suo neurologo di fiducia anche per avere una valutazione clinica ed un'eventuale correlazione tra la visita e l'esito dell'EMG.
Più di questo, a distanza, non è possibile aggiungere. Veda cosa Le dice lo specialista.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Utente 156XXX

Buon giorno dottor Ferraloro; ho sentito il neurologo di fiducia, e mi ha evidenziato che nessuna delle due elettromiografie fatte soddisfavano le sue aspettative, nel senso che mancavano molte immagini, quindi mi ha inviatato a rifarla presso un suo collega di fiducia. Quindi vorrei scriverle l'ennesimo referto per cercare di capire con lei cosa puo significare:
Nella norma il potenziale d'azione sensitivo da stimolo ai nervi surali e radiale , mediano ulnare bilateralmente,
Nella norma il potenziale d'azione motorio da stimolo a mediano, ulnare , SPI e SPE bilateralmente,
Modeste anomalie delle risposte da stimolo al nervo SPE.

EMG ad ago:
Non si registra attivita spontanea nei mm esaminati; dopo attivazione si registrano PUMS di elevata ampiezza e morfologia polifasica ai mm deltoide di destra e TA bilateralmente.

Conclusioni:
il quadro neurofiliologico mostra moderati segni di radicolopatia cronica nei miomeri di pertinenza delle radici c4-c5 a destra e L5 bilateralmente.


A questo ho aggiunto anche la risonanza lombosacrale che ha evidenziato una leggera protusione discale in zona l5-s1 ed un inizio di protusione intraforaminale a destra in L4-L5, per il resto non si rilevavano anomalie nel tronco.
Considerando che l'appuntamento con il neurologo è fissato tra circa 2 settimane , vorrei chiederle se quanto scritto potrebbe giustificare l'esito dell'elettromiografia, considerando che tempo fa ho fatto una risonanza al rachide dove si constatava una protusione discale lieve in c3-c4 e c4-c5. Lo so che probabilmente la sto stressando ma questi continue fadcicolazioni durante la giornata (solamente quando sono a riposo) mi creano molta agitazione ed il pensiiero mi va sempre alla stessa brutta malattia.

[#10] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come vede, l'esito delle RM sia cervicale che lombo-sacrale sono compatibili con il reperto dell'EMG. Basta leggere i livelli delle protrusioni e confrontarli con l'esito dell'EMG.
È ovvio però che deve portare tutto al neurologo.
Stia tranquillo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente 156XXX

La ringrazio come al solito per la risposta iper rapida. Volevo chiederle un chiarimento per quanto le fosse possibile; è possibile che una lieve debordanza discale possa essere visibile tramite elettromiografia? Le chiedo questo perche uno dei vari neurologi che ha fatto l emg mi ha detto che non era possibile, quindi sono rimasto con il dubbio. Razionalmente capisco che quanto scritto a livello di reperto elettromiografico combacia perfettamente con quanto riscontrato nelle varie risonanze, cosi come razionalmente capisco che dopo 1 anno e 3 mesi di fascicolazioni più o meno intense a seconda dei periodi (secondo me di stress psico fisico ) possano tranquillizzarmi da un certo punto di vista; tuttavia l'uomo sicuramente non è una macchina e molto spesso la parte emotiva prende il sopravvento.
In ogni caso secondo la sua esperienza queste lievi debordanze sono individuabili facilmente tramite elettromiografia?
Ancora grazie mille

[#12] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Bisogna vedere bene le immagini della RM per verificare i rapporti delle protrusioni con le strutture circostanti, comunque dopo più di un anno avrebbe dovuto avere evidenti deficit motori.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
Utente 156XXX

La ringrazio ancora per la risposta. E quello che mi ripeto ogni giorno..solo che ultimamente alle fascicolazioni che in ogni caso erano sparite fino a 2 mesi fa si sono aggiunti queo dolori muscolari che le dicevo...sono un po sconfortato perche effettivamente un anno fa la emg era pulita adesso ho questa tipologia di esito e non ho la competenza per capire se l esito delle risonanze possa essere tale da alterare il referto elettromiografico.

[#14] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
La SLA non causa dolore, essendo questo un sintomo sensitivo, anzi uno dei parametri per fare diagnosi di SLA è l'assenza di sintomi sensitivi.
Inoltre la malattia non si manifesta con periodi di remissione spontanei ma è progressiva.

Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Utente 156XXX

La ringrazio per le nuove rassicurazioni...non appena sara il 9 ottobre vorrei se me lo permette ricontattarla per la risposta del neurologo. Grazie

[#16] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Certamente, può farmi sapere cosa Le dirà il neurologo.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#17] dopo  
Utente 156XXX

Buon giorno dottore, su consiglio del medico di base ho fatto esami del sangue cge comprendono:Tsh, ft3,ft4,cpk(nac+mb), paratormone, elettroliti,vitamina b12,acido folico, anticorpi antiborellia burgdorferi, sidermia...tutto risultato negativo..in particolare il cpk era a 95 su 178. Secondo il suo parere puo essere utile per scongiurate malattie importanti?ho sentito anche uno psicoterapeuta per un percorso curante...puo essere il caso?

[#18] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Certamente, si tranquillizzi e non pensi malattie importanti, non c'è nessun elemento che potrebbe essere sospetto in tal senso.
Senz'altro riterrei utile un supporto di tipo psicoterapico.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#19] dopo  
Utente 156XXX

Buon giorno dottore, mi rifaccio vivo per aggiornarla e per riuscire magari a capire meglio la mia situazione. Come detto in alcuni post precedenti ho portato gli esami dal neurologo che mi segue e mi ha detto che i tracciati elettromiografici seppur evidenziando una radicolopatia cronica in l5 e r4 e r 5 non erano significativi di altre patologie, non ha nemmeno voluto visitarmi in quando mi ha detto che non avevo alcun segno di malattie importanti e che si evidenziavano soprattutto dal fatto che le mani erano normali, e che gli esami sia cpk che emg erano normali. Mi ha ripetuto nuovamente fascicolazioni benigne. Pero vorrei chiederle coma mai questa volta a differenza di un anno e mezzo fa circa sono molto piu insistenti, è da quasi tre mesi che le ho ttto il giorno migranti in tutto il corpo, magari possono non essere presenti per mezz ora, ma poi almeno un colpetto di nemmeno un secondo lo avverto. Il rivotril tempo fa mi aveva aiutato, pero questa volta non ha dato alcun effetto. Ho tolto caffeina , e da 2 mesi sto seguendo una dieta piu ricca di fibre e molto piu equilibrata con succhi vegetali cercando di ridurre al minimo carne rossa, che mangio 2 volte a settimana. Ho perso circa 8 kg e da 88kg sono arrivato ad 80 e sono alto 1.83m. Non so pero se questo sia effetto della dieta o dovuto ad altre patologie, anche perche sento abbastanza spesso dolori agli avanbracci se alzo degli oggetti ed è da circa una settimana che avverto un lieve crampo al polpaccio destro se provo a stare in punta di piedi solo su quel polpaccio. Sicuramente il mio stato ansioso non mi aiuta e mi rende ancora piu attento ai disturbi che avverto. PEr questo sto facendo psicoterapia da 1 mese unita ad un corso di meditazione, ma non trovo almeno nell immediato giovamento. Posso chiederle se secondo la sua esperienza tutto è nella norma compresi questi dolori?La ringrazio ancora

[#20] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Tutto nella norma cosa vuol dire? Se intende che non ci sono patologie importanti è tutto nella norma, lo ha detto il neurologo.
Che poi Lei abbia sintomi aspecifici è un'altra cosa.
Poi, capisce bene, che a distanza non è possibile esaminare i singoli sintomi senza una valutazione diretta.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#21] dopo  
Utente 156XXX

Buona seta dottor Ferrarolo. Approfitti per l ennesima volta della sua cortesia. Ho effettuato l ultima emg al besta di milano per concludere l analisi e cercare di trovare un po di quiete che magari riesce ad aiutarmi magari a deviare l attenzione
La domanda e la seguente..il referto e nei limiti per la.parte neurografica e presenta lievi radicolopatie compatibili con i referti di debordanza discale lieve che vengono riscontrati nelle rm...pero il neurologo ha aggiunto che in alcuni distretti muscolari si rileva una lieve attivita inserzionale..ha inoltre eseguito una prova per spasmofilia che risulta debolmente positiva in quanto si registra delle doppiette con prova in iperventilazione..la domanda e quindi cosa significa lieve attivita inserzionale? La ringrazio moltissimo

[#22] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
L'attività inserzionale è quel fenomeno elettrico che si verifica fisiologicamente subito dopo l'inserzione dell'ago-elettrodo nel muscolo ed è dovuta alla stimolazione dell'ago. Una ridotta attività d'inserzione va interpretata dallo specialista in base al muscolo interessato e all'entità della riduzione.
Nel Suo caso non è possibile dare un'interpretazione precisa, avrebbe dovuto chiedere al neurologo elettromiografista cosa intendeva dire con quell'affermazione.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#23] dopo  
Utente 156XXX

Capisco..ma quindi non e sinonimo di attivita spontanea muscolare?nel senso e un attivita che si registra quando si inserisce l ago nel muscolo e come ha detto puo essere fisiologico....il neurologo lo ha legato piu che altro ha tensione o ansia oppure al test di spasmofilia che e risultato debolmente positivo...le chiedo data la sua esperienza nel campo potrebbe dipendere da questi problemi? In ogni caso che nesso potrebbr avere? Scusi ancora per le tante domande ma ieri nel momento topico non sono venute...evidentemente non avevo lamente del tutto lucoda e ho elaborato in seguito quanto sentito.

[#24] dopo  
Utente 156XXX

Mi scusi dottore ho riletto la sua risposta..l attivitainserzionale che mi hanno refertato e lievemente incrementata non ridotta....habil medesimo significato?

[#25] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Considerato che ha scritto ''lieve attività inserzionale'' avevo capito ridotta.
Le ricordo che questa attività è fisiologica, nel senso che deve esserci.
Un suo eventuale aumento può essere causato da molteplici cause, ovviamente anche benigne. Per non ingenerare confusione o dubbi, ed in assenza di altri elementi, è corretto fare interpretare il tutto al collega che ha refertato l'esame.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#26] dopo  
Utente 156XXX

Mi scusi per pa non totale esattezza con cui ho scritto il quesito. Effettivamente c e scritto che si segnala un lieve aumento dell attivita inserzionale in taluno distretti...che sono il deltoide e il bicipite destro. Purtoppo non ho piu possibilità di chiedere informazioni dato che il medico e di Milano e io abito in un altr regione. Avrei dovuto chiedere lumi in loco ma non ho avuto la prontezza...

[#27] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
L'attività d'inserzione aumentata è compatibile anche con una radicolopatia, a volte può risultare normale, a volte indica altri tipi di patologie ma in ogni caso non essendo di univoca interpretazione non può essere data una risposta precisa.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#28] dopo  
Utente 156XXX

Capisco dottore e la ringrazio nuovamente per la pazienza.