Utente
Buonasera volevo gentilmente un consulto riguardo ad una risposta della rm effettuata riguardo la quale il mio medico di base dice che non risulta nulla e necessario ulteriori accertamenti. Rm: normale ampiezza degli spazi subaracnoidei della base e della convessita. A carico della sostanza bianca periventricolare dei centri semiovali ed a livello sottocorticale fronto parietale bilatetalmente si documentano segni di iperintensita focali di significato glotico a specifico. Non lesioni focali con significato ischemico attuale. Normale il tronco dell encefalo. Non spadimenti ematici. Non sono riconoscibili con il presente esame sicure immagini da riferire a dilatazioni aneurismatiche del poligono di willis. Dalle scansioni mirate per lo studio degli angoli pontocetebellari e dei condotti uditivi interni si osservano canali nervosi di calibro normale pacchetto stato acustico regolare. Non lesioni orbite ne vie ottiche. Ringraziando vivamente.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

si dovrebbero visionare direttamente le immagini per dare un parere attendibile, comunque basandosi esclusivamente sul referto alla RM encefalica sono state riscontrate aree gliotiche che non hanno significato clinico ma che dovrebbero essere approfondite mediante una visita neurologica ed eventuali esami diagnostici, per es. effettuare uno screening trombofilico o altri esami che il neurologo riterrà opportuno richiedere.
Perché ha effettuato la RM?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno dottore grazie tantissime per la celerità della risposta. Ho effettuato la rm a luglio perché avevo da giorni dolore tempia sinistra occhio e orecchio quindi vado al p.s. perché mi spavento invece mi fanno tac (negativa) visita oculistica (negativa) e visita neurologica (negativa) quindi mi mandano dalk otorinolaringoiatria che riscontra una fortissima allergia con sinusit. Nel frattempo pero mi avevano prescritto anche la rm quindi io l ho fatta. Invece faccio la cura di antistaminici nel frattempo vado al mare ad agosto e passa completamente tutto. La scorsa settimana mi influenzo e tornano di nuovo i dolori quindi torno dal mio dottore di base ma lui insiste sul fatto che la rm è negativa quindi secondo lui è il catarro. Ho chiesto spiegazioni riguardo ad eventuali aneurisma del poligono di willis ma lui ribadisce che di certo il dolore non sarebbe sparito al mare. Come mi dei comportare? Grazie infinitamente cordiali saluti

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

concordo col Suo medico curante riguardo un eventuale aneurisma che comunque nella stragrande maggioranza dei casi non è sintomatico prima della rottura.
La sintomatologia che descrive è indipendente dalle alterazioni gliotiche riscontrate alla RM. Essendo giovane varrebbe la pena indagare sulle cause della gliosi rivolgendosi ad un neurologo.
Considerato poi che la sintomatologia è sovrapponibile a quella precedente potrebbe rivolgersi di nuovo all'otorino consultato la prima volta.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
veramente celere.....magari si incontrassero tutti i giorni dottori come lei.....pensa che alcuni casi di formicolii agli arti inferiori possa essere riconducibile alle alterazioni gliotiche? avevo sempre imputato la cosa al tipo di lavoro(in piedi). ora ricordo che inoltre da qualche anno avevo sempre le piastrine lievemente alte nel controllo periodo dell'emocromo. Puo esserci relazione? Cordiali saluti a Lei...

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non c'è correlazione tra le aree gliotiche e la sintomatologia riferita mentre potrebbe esserci tra queste e l'aumento delle piastrine in quanto le piastrine alte potrebbero aumentare la coagulabilita' del sangue con fenomeni ischemici cerebrali che poi esiteranno in gliosi. Queste però sono solo ipotesi a distanza senza alcuna pretesa di veridicità ma che potrebbero essere approfondite mediante la ricerca della piastrinosi ( piastrine alte) qualora di notevole entità.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Quindi lei ipotizza possano essere episodi di ischemie transitorie? La visita neurologica deve essere fatta con urgenza?

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non sarebbero da escludere ma al momento non c'è nessuna certezza.
Non c'è urgenza per la visita neurologica considerato che stiamo parlando di vecchie alterazioni. Non si faccia prendere da inutili preoccupazioni.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Quindi nel frattempo in attesa della visitaj comporto normalmente? Lei sa indicarmi un neurologo specialista o un centro tra bergamo milano e brescia? Cordiali saluti e infiniti ringraziamenti per il tempo dedicatomi.

[#9] dopo  
Utente
Dottore mi sono ricordata dj aver avuto uni svenimento circa due anni fa a seguito del quale urtai violentemente la testa potrebbe essere riconducibile in qualche modo?

[#10]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Una gliosi può anche essere post-traumatica per cui non sarebbe un'ipotesi da escludere.
I centri neurologici di eccellenza nell'area geografica indicata sono diversi, nomi di colleghi privati non è possibile farli on line.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente
Quindj dottorw mi conferma che questi dolori (tempie orecchie regrobulbari) siano dovuti alla rinite o sinusite come dice il dottore si base e non siano riconducibili ad eventuali tia.? Perché dice non urgentebil controllo? Non possono tornare senza preavviso si nuovo se fossero gia avvenute? Come posso avere il numero in privato dj qualche specialista? Cordialmente ringrazio sempre pr la sua disponibilita.

[#12]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Confermare che i dolori siano dovuti a sinusite o altro non è possibile senza la visita diretta ma posso escludere che siano sintomo di TIA in quanto questo non causa dolore.
Per lo specialista può chiedere al medico curante o riferirsi ai numerosi centri neurologici presenti nella zona indicata.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
Utente
Dottore Lei e' veramente gentilissimo e molto piu rassicurante del mio dottore di base. Questo in un paziente ritengo sia fondamentale prima di ogni diagnosi. Per tale motivo la ringrazio infinitamente.
Cordiali saluti

[#14]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla, grazie a Lei per avere scelto Medicitalia

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Utente
Dottore buomgiono a distanza di quasi un anno sono di nuovo qui a chiederle un consiglio. Quando ci siamo lasciati il mio medico di base mi prescrisse le analisi pee le piastrine e altro che ora non ricordo. Sembrava tutto nella. Orma quindi mi liquido dicendo che probabilmente le gliosi sono dovute solo all eta. Io ho 47 anni. Ora il mio ginecologo mi ha prescritto il farmaco "evista" . Potrebbero esserci problemi nell assunzione? Lui dice che ho le stesse possibilita che puo avere chiunque anche perche io ho assunto la pillola di estrogeni pee circa 20 anni. E' vero? Infiniti ringraziamenti per lattenzione

[#16]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

ritengo di potere concordare con quanto Le ha detto il ginecologo, infatti mi pare che non abbia mai manifestato episodi cerebrali acuti o di fibrillazione atriale, fattori questi che potrebbero scoraggiare l'assunzione del farmaco in questione.

Ha poi approfondito le cause della gliosi e della piastrinosi?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#17] dopo  
Utente
Bentrovato Dottor Ferrarolo e grazie per la celere risposta. Confermo di non aver mai avuto episodi di alcun tipo. Per le piastinosi il dottore dopo la rm mi fece fare per due volte le analisi per le piastrine che risultavano sempre nella norma quindi dissi che non necessitavo di ulteriori approfondimenti. Per le gliosi disse di non fare altro visto che tutte le analisi risultarono nella norma. A questo punto posso inizia la cura con questo farmaco EVISTA? Cordiali saluti

[#18] dopo  
Utente
Stavo dimenticando......ho fatto anche ecodoppler, ecg sotto sforzo e eco ai vasi aortici.....tutto ngativo....

[#19]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non dovrebbero esserci problemi, d'altronde il Suo ginecologo La conosce certamente meglio di noi che siamo a distanza.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#20] dopo  
Utente
Pero queste gliosi uo essere come dice lui solo da eta?

[#21]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Proprio dovute all'età non è molto probabile considerato che ha 47 anni, se fosse stata oltre i 60 sarebbe stato più probabile.
Dr. Antonio Ferraloro

[#22] dopo  
Utente
Cosa dovrei fare allora come ulteriori indagini per capire a cosa sono dovute?

[#23] dopo  
Utente
Inoltre dottore se non sono dovute all eta torniamo di nuovo all ipotesi che potrebbero essere dei tia? Allora il farmaco evista non va bene?

[#24]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Nella replica #1 Le avevo accennato allo screening trombofilico o ad altri esami che il neurologo avrebbe potuto richiedere. Anche un PFO (forma ovale pervio) potrebbe essere all'origine, senza escludere la loro natura congenita o perinatale da sofferenza al parto.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#25] dopo  
Utente
Eventualmente posso iniziare il farmaco EVISTA e poi fare questi esami ormai a asettembre?

[#26] dopo  
Utente
Oppure necessiatno di essere fatti prima di iniziare il farmao?

[#27]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Segua le indicazioni del ginecologo, noi a distanza siamo limitati proprio per la natura on line degl consulto.
Dr. Antonio Ferraloro

[#28] dopo  
Utente
Va bene. Grazie tantissimo per l attenzione. Buona domenica anche a Lei.

[#29]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla, buona domenica ancora!
Dr. Antonio Ferraloro