Utente
Bng,

da un mese circa ho delle parestesie notturne ad entrambe le braccia ed un tremore interno che mi accompagna di giorno e di notte a volte più leggero ed a volte maggiore.
Altri sintomi: indolenzimento braccia e gambe (sopratutto polpacci) durante il giorno, maggiore percezione del freddo, stanchezza generale. Ci sono giorni che però mi sento meglio altri peggio. Nel frattempo mi si sono formate anche delle micro rotture retiniche o miodesopsie ma non so se queste hanno a che fare con questa sintomatologia che ho.
Effettuati esami del sangue che sono risultati nella norma. RM cervicale: disco-cervicounco-spondilo artrosi del passaggio C5-C6 per ipertrofia dei legamenti gialli e grossolani appuntamenti osteofitosofici a prevalente sviluppo posteriore. I reperti segnalati concorrorono a determinare circoscritta riduzione dimensionale canale spinale e discreto effetto compressivo sugli spazi liquorali perimidollari, in assenza di effetti compressivi sul midollo spinale.; RM lombare: nulla di rilevante;
Secondo i medici che mi hanno visitato i sintomi che ho non possono essere portati dalla cervicale e lombare.
Premetto che da 15 anni mi alleno in palestra con i pesi (ora sono fermo dal 30/10) . Da segnalare una botta alla testa che ho preso saltando contro uno stipite di cartongesso verso metà agosto ma i primi sintomi dei disturbi attuali mi si sono presentati verso metà settembre. La cosa puo' essere collegata?
Grazie per un vs cortese consulto.
ss savona

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

considerato che sono stati esclusi collegamenti con le alterazioni cervicali, sarebbe opportuno effettuare una visita neurologica se ancora non l'ha fatta ed eventualmente una visita reumatologica (sospetta fibromialgia?).
Eventuali altri esami saranno richiesti in base ai riscontri della visita.
Difficile un'associazione col trauma di agosto.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore per il prezioso consiglio.-
Prima di prenotare visita dal neurolo mi consiglia di fare qualche altro esame in maniera da poter portare il giorno della visita quanto più occorra?

Per esempio il mio medico mi avrebbe aggiunto altri esami del sangue quali:
FR
PCR
LDH
ANA
AMA
ASMA
ANTICORPI ANTICITRULLINA

Potrebbe anche essere utile una elettromiografia?

Lei cosa mi consiglia?

grazie ancora e saluti
ss Savona

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gli esami prescritti dal medico vanno bene, sono orientati verso una possibile condizione reumatica (o per escluderla). Un'EMG? Potrebbe essere utile ma personalmente ritengo corretto effettuare prima la visita e poi gli esami mirati all'esito della visita stessa.
Inizi con quelli già prescritti.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Bene, farò come mi ha detto.-

Grazie molte e cordiali saluti
ss Savona

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla, buon pomeriggio.
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Buonasera dottore,

ritirati oggi esami del sangue sopra descritti ed anche questi sono risultati tutti negativi.- Visto che non emerso nulla di “reumatico” il mio medico suggerisce di sottopormi alla visita del neurologo.-

Lei cosa ne pensa? In questo periodo i disturbi sono leggermente migliorati a parte gli sfarfalli o mosche voltanti o miodesopsie come dir si voglia, che nonostante l’intervento in argon laser sembrano essere peggiorati.
Non riesco a capire…

Grazie x un suo consiglio

ss Savona

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

proprio per il motivo che non sono alterati gli indici di malattie reumatologiche si dovrebbe prendere maggiormente in considerazione la sindrome fibromialgica, considerata la sintomatologia riferita.
Segua le indicazioni del medico curante e vediamo cosa Le dice il neurologo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
grazie ancora dottore, seguirò il consiglio.
Le farò sapere come finirà questa "storia".-
cordiali saluti
ss Savona

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Ok, mi faccia sapere.

Auguri per le prossime festività
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente
contraccambio gli auguri.-
Ancora grazie per la sua disponibilità

ss Savona

[#11] dopo  
Utente
Buongiorno dottore,

ieri ho effettuato la visita dal neurologo e non è emerso nulla: tutto negativo. Mi pare abbia fatto una visita approfondita 40-50 minuti. Però niente, dal punto di vista neurologico secondo lui non c’è nulla. Per scrupolo onde volersi togliere ogni dubbio ha suggerito una RM encefalo senza liquido di contrasto ed una elettroneurografia.
Inoltre senza che io facessi alcun accenno alla cosa, ha fatto riferimento alla fibromialgia reumatica, ma a suo parere non ci sono segnali di quel tipo perché al tatto delle braccia e delle gambe dovrei avvertir dolore e perché inoltre dagli esami del sangue non sono emersi indici di infiammazione reumatica.

A questo punto? Faccio questi esami…oppure visto che la visita ha già dato esito negativo li lascio un attimo indietro e riprendo in considerazione la visita reumatologica?
Da qualche giorno inoltre al mattino presto ho lo stimolo a dover andare di “corpo” (prima di colazione) e più frequentemente durante la giornata, non so se questo può rientrare tra i sintomi del “colon irritabile” e quindi di conseguenza anche della fibromialgia.
Allo stato attuale continua la stanchezza e debolezza, male alla schiena ed al collo in punti ben precisi, il tremore interno, la maggiore percezione del freddo, le parestesie notturne alle braccia e mani ed il fastidio agli occhi (spesso rossi, bruciori ed a volte appannamento) e la paura che queste miodesopsie (mosche volanti) aumentino. Sinceramente non penso che queste miodesopsie mi siano comparse per coincidenza in questo periodo ma penso invece siano conseguenza dello stato di insofferenza causato però da non si sa che cosa.
Un po’ meglio invece il discorso dell’indolenzimento alle braccia ed alle gambe.

Lei cosa ne pensa? Come mi suggerisce di procedere ora?

La ringrazio ancora, rinnovando i migliori auguri di Buone Feste.

ss Savona

[#12]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi fa piacere che la visita neurologica abbia avuto esito negativo.
Cosa fare adesso? Prioritariamente la visita reumatologica non trascurando gli esami richiesti dal neurologo.
Le ricordo che per ipotizzare una fibromialgia è necessario che tutti gli indici reumatologici siano negativi.

Cordiali saluti e auguri ancora
Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
Utente
Buonasera dottore,
ieri ho fatto la visita dal reumatologo. Secondo lui non si tratta di fibromialgia in quanto non c’è risposta ai ternder points.- Ma per essere fibromialgia i tender points ci devono essere per forza???
E dire che durante la fine di dicembre ero stato un po’ meglio. Non avevo indolenzimento alle braccia e gambe, non percepivo il tremore e per alcune notti ero stato anche senza parestesie alle braccia.- L’unica cosa erano gli occhi, il fastidio e rossore erano cmq continuati per non parlare delle miodesopsie che da novembre ad oggi sono peggiorate. Settimana prox farò visita da altro oculista per avere parere diverso.
Da qualche giorno invece la situazione è nuovamente peggiorata stessi sintomi di prima ed in più percepisco fastidio alla parte sinistra del volto. Le parestesie notturne ora sono solo al braccio e mano sinistra.
A titolo di cronaca ho fatto anche visita da un ortopedico spec. in agopuntura con diagnosi : sindrome mio fasciale unico-scapolare con risentimento degli art superiori (maggiormente a sinistra).- Mi ha consigliato AGOPUNTURA + MESOTERAPIA con FANS. Quando però gli ho parlato degli altri disturbi (tremore, occhi ecc) ha storto un po’ il naso.
Tornando al reumatologo, lo stesso ha suggerito altri esami del sangue quali:
EMOCROMO
CALCEMIA
FOSFOREMIA
MAGNESEMIA
PARATORMONE
25OH VITAMINA D
ALDOLASI
CPK
LDH

Inoltre a questo punto non mi resta altro che fare la RM encefalo che avevo tenuto come “ultima spiaggia” in quanto la visita dal neurologo era risultata negativa...sinceramente ho un po' di timore.

Rimango in attesa dei suoi preziosi consigli.
Grazie e saluti
Ss Savona

[#14]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sì, per fare diagnosi di fibromialgia è necessario che ci sia un certo numero di tender points positivi.
Faccia gli esami prescritti e la RM senza timori, anche l'agopuntura è una buona opzione terapeutica.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Utente
Buonasera dottore,
solo x informarla che ho seguito il suo consiglio è questa sera ho eseguito la RM encefalo con esito negativo.
La prego di dare un occhiata al msg che ho inviato al collega reumatologo circa l'esito delle analisi del sangue da lui suggerite.
Il paratormone e' risultato basso.

cordiali saluti
ss savona