Utente
Gentile dottore ho appena eseguito l'eeg di controllo ad un mese dalla sospensione totale del farmaco dopo consulto del neurologo che mi segue. Logicamente a breve andrò a visita da lui, ma siccome in questi giorni sono stato un pò preoccupato forse inutilmente, essendo il referto diverso dai soliti , gradirei anche un suo parere prima di andare a visita e che sicuramente mi sarà utile.

Referto: caratterizza il tracciato un'attività di fondo costituita da alfa occipitale a circa 10c\sec, di medio voltaggio, asimmetrica nell'ampiezza prevalente a dx, reagente. Ritmi rapidi microvoltati sulle derivazioni antero-laterali. Modesto rallentamento focale durante l'hp con theta aguzzo in occipitale in dx. Effetti fisiologici alle prove di attivazione SLI.
Conclusioni: attività elettrica cerebrale asimmetrica per prevalenza dell'Alfa a dx come da ritmo da "breccia" . Rare anomalie lente aguzze sulle stesse derivazioni.

Come le sembra? È normale? Ha un responso positivo o negativo?
Grazie anticipatamente per l'aiuto che vorrà darmi in questo mio ulteriore momento di preoccupazione, a disposizione, saluti.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

Il tracciato mostra rare anomalie irritative che comunque non rappresentano da sole un motivo di preoccupazione per eventuali crisi epilettiche. Dopo la sospensione del farmaco tale abbassamento della soglia epilettica ci può stare, non è certamente predittiva, come Le dicevo, di futura crisi ma potenzialmente l'eventualità non si può escludere a priori.
Faccia visionare il tracciato al neurologo che La segue e stia sereno.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la sua gentile risposta, certamente a giorni andrò a visita come le dicevo. Un'ultima informazione, secondo la sua esperienza tra quanto all'incirca e se é utile poi, dovrei eseguire un nuovo EEG di controllo ? Ancora grazie, saluti.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Un eventuale controllo EEG può essere effettuato in un periodo variabile tra sei mesi ed un anno, in assenza di crisi. Sarà certamente più preciso il Suo neurologo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Perfetto d'accordo capisco, grazie ancora di tutto, saluti e buon lavoro.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla, buon fine settimana.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Salve Dottore, ho eseguito come da lei consigliato un EEG ad ulteriori sei mesi dalla sospensione ed è uscito quasi del tutto perfetto e per questo non l'ho disturbata. Sono andato a visita dal neurologo che mi segue inoltre, ed ha confermato la positività del referto. Qualche giorno fa ho eseguito quello di controllo dopo altri sei mesi (un anno di distanza dalla sospensione quindi in totale) e siccome il mio neurologo non ha potuto ricevermi, essendosi preso qualche mese di aspettativa dal lavoro, le allego il referto sicuro di un suo riscontro e parere in merito.



Ritmo alfa di fondo sulle derivazioni posteriori con frequenza di 10 c/sec, di voltaggio tendenzialmente modesto, simmetrico, reagente.
Attività rapide di basso voltaggio prevalenti sulle aree laterali.
Sporadici elementi lenti di maggior voltaggio sulle derivazioni temporali di dx.
Prove attivatrici (hp e SLI) senza variazioni significative nel quadro elettrografico.

CONCLUSIONI
Attività elettrica cerebrale ben regolata, modesti aspetti di sofferenza sulle derivazioni temporali di dx.


Questo è quanto emerso dal controllo; attendo una sua opinione e anche un consiglio su quando ripeterlo prossimamente ora. Grazie ancora e a presto, saluti

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in assenza di crisi le modeste alterazioni riscontrate possono anche essere considerate non significative, deve fare comunque visionare il tracciato al neurologo che La segue.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
La ringrazio Dottore per la sua risposta intanto, per quanto riguarda "le modeste alterazioni riscontrate" ovviamente lei non può ricordarsi di tutti i casi che le pongono domande, però voglio chiederle siccome penso sia logico, se queste alterazioni quasi sempre riguardanti l'area Dx dipendano come penso io dal punto preciso in cui sono stato operato che è appunto lato destro. E per cui è del tutto normale che ci siano alterazioni e sofferenze modeste a causa della cicatrice interna, è corretto? Senz'altro appena possibile andrò a visita dal neurologo per farlo esaminare, ma intanto lei che mi consiglia? Continuo così e poi tra quanto dovrei ripeterlo sei mesi o un anno? Grazie mille anticipatamente

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il reperto riscontrato si giustifica ampiamente con l'intervento chirurgico effettuato in questa sede, per cui le alterazioni si possono spiegare in tal senso.
In attesa della visita neurologica non deve fare nulla, anche perchè non ha crisi.
Quando effettuare il prossimo controllo EEG? Lo deciderà il collega ma ritengo che sei mesi rappresentino un tempo adeguato.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente
D'accordo quindi è proprio come pensavo, alterazioni da cicatrice, è logico e dubito anche che spariranno vero?! Comunque è certo che chiederò anche al neurologo che mi segue quando ripeterlo. Grazie ancora e buona domenica a lei