Utente 159XXX
dal 2013 ho avuto peggioramento del mio stato ansioso e agorofobia e mi erano incominciate vertigini soggettive leggere, nel 2013, 4 volte, nel 2014 due volte e nel 2015 una volta una specie di pseudo vertigini che mi faceva cadere e mi facevo male, ma non so se erano vere vertigini. Sto facendo cura da due anni per ansia e sia vertigini che ansia sono spariti e sono migliorata. A giugno ho fatto TAC a cervicale ed è uscito che ho un pò artrosi e due piccole ernie cervicali, devo fare solo massaggi. Il neurologo dice che le ernie non sono la causa delle pseudo vertigini con caduta, forse dipende da ansia. Queste vertigini da caduta sono le cose che mi preoccupa di più e la cervicale che non ho molti sintomi ma di più rigidità alla nuca e non mi fa camminare bene in più che ancora un pò agorofobia e un pò ansia che mi viene in estate, queste pseudo vertigini che partono dalla nuca mi vengono in estate. Non ho altri problemi neurologici o alle articolazioni. Sono in cura da neurologo, L'otorino dice che queste vertigini non dipendono da orecchie ma deve vedere ancora la TAC.
L'ho già scritto in altri consulti queste pseudo vertigini da caduta, sono così strane che vari medici e specialisti non ci hanno capito niente. Mi viene all'improvviso mi si contrae i muscoli del collo, si irrigidisce la nuca e la testa e mi metto a urlare, divento tutta rigida e se sto in piedi cado a terra, se sto seduta sono più cosciente, passa dopo qualche minuto ed è come se poi non fosse successo niente. A maggio 2015 è venuta di nuovo ma nei giorni precedenti mi era tornata ansia e vertigini,poi questa pseudo vertigine e per una settimana vertigini leggere e ansia, passati con ansiolitico che mi hanno fatto aumentare di tre gocce.
Ho ancora dubbi, se dipendeva dalla cervicale o ansia non mi preoccupavo perchè sapevo che
Esclusa epilessia o altre malattie neruologiche. era quello e mi curavo. Ora il disturbo che mi crea più fastidi è la cervicale.
Io ho pensato pure che fossero una specie di attacchi di panico.

Le chiedo possono due piccole ernie cervicali causare le mie pseudo vertigini?

Può essere il forte stress ansioso vissuto nel 2012/2013 a farli venire e che in due anni sembra a migliorare con la cura?

L'unico farmaco che prendevo quasi era l'antistaminico ma che non mi ha dato mai problemi, la Cetirizina, per allergia, ma lo prendo saltuariamente dal 2010, potrebbe essere un suo effetto collaterale, come ha menzionato un altro medico del sito sugli effetti collaterali dei medicinali.

Grazie.



[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

ritengo altamente improbabile che gli episodi descritti possano essere causati dalle ernie cervicali riscontrate, come già Le è stato detto da qualche specialista consultato.
Altrettanto improbabile la causa farmacologica (antistaminico), almeno per gli episodi con caduta.
Ha fatto un EEG? Perde coscienza durante gli episodi riferiti o ricorda tutto?
In ogni caso l'origine psichica del disturbo resta possibile ma la terapia solo con le benzdiazepine, peraltro a lungo termine, non mi pare appropriata, infatti, se confermata la natura psichica del problema, sarebbe indicata un'altra tipologia di farmaci.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 159XXX

Nel 2013 dovevo fare EEG, ma per il mio stato di allora che non potevo muovermi da casa non l'ho fatto, ma il neurologo di allora non l'avevo più considerato, il neurologo che mi cura adesso chiedendoli se era epilessia, aveva detto di no e non mi ha fatto fare esame specifico.
Oltre all'ansiolitico prendo un leggero psicofarmaco, mutabon mite, ma questa terapia mi aveva fatta migliorare.

Quando mi venivano quegli episodi di caduta se mi venivano quando stavo in piedi non mi accorgevo e se cadevo per la botta della testa a terra per qualche secondo perdevo conoscenza ma poi ricordavo quello che mi stava succedendo.
Se mi veniva quando ero seduta ero cosciente, con gli occhi aperti.
Ma in due anni alcuni effetti di queste cose son sparite, come tremore,ecc.

Vedrò di fare anche questo esame.

la terapia farmacologica fino ad ora ha funzionato. Se questa terapia non va bene quale terapia dovrei fare, non vorrei prendere altri psicofarmaci.

Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Utente 159XXX

Scusate se le scrivo di nuovo, ma lei pensa che può trattarsi di epilessia?

I due neurologi lo hanno escluso, o meglio il primo lo aveva pensato forse ma poi visto che miglioravo non l'ha considerato e io per paura glielo chiedevo ma disse di no, anche il secondo neurologo lo ha escluso.

Se era epilessia non sarei dovuta peggiorare in due anni?

Sono ipocondriaca e mi lascio prendere dalle paure.

Se dovrei farmi fare EEG e/o nuova terapia dovrei ritornare dal neurologo?

[#4] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non penso che sia epilessia, almeno da quello che scrive e da come è stata valutata dai due neurologi. Se la terapia Le ha dato i miglioramenti sperati non c'è motivo di sostituirla. Il mio era un discorso in generale, è chiaro che poi subentri l'individualità del singolo paziente.
Segua il neurologo che l'ha in cura.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#5] dopo  
Utente 159XXX

La terapia che è bassa me l'aveva dato il neurologo che era l'unico a domicilio che poteva venire nel 2013, e perchè avevo paura di prendere psicofarmaci e mi aveva dato uno leggero che mi serviva di più per la forte tensione e paure che avevo.
Ero migliorata subito, dal 2013 che ero chiusa nella mia stanza e ora faccio una vita quasi normale, devo solo guarire un altro pò dall'agorofobia, ma devo continuare la terapia perchè i sintomi mi ritornano in estate.
Ora è la cervicale che mi da più fastidio.
Ora più passa il tempo e più pensano che le vertigini da caduta dipendano dall'ansia, sia i neurologi che i miei famigliari.
Il mio problema è che mi viene l'ipocondria e ho paura di avere altre malattie.

Per esempio la penultima volta venuta a settembre 2014 stavo seduta a cucire,mi è venuta questa pseudo vertigine e gridavo, ho visto un pò ruotare la stanza, dopo qualche minuto mi era passato e ricomincia a cucire come se non fosse successo niente.

Ma dovrei fare l'esame ECG per avere la sicurezza?
Ma ora sono stanca perchè è da maggio che vado in giro a fare visite.


Cordiali saluti.

[#6] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per il momento non faccia nulla, continui così come sta facendo.
Le ricordo solo che per l'agorafobia e la paura delle malattie nonché per le somatizzazioni d'ansia la categoria farmacologica più indicata è quella degli antidepressivi.
Se ha difficoltà ad uscire del tutto da questa condizione ne parli con lo specialista che La sta seguendo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente 159XXX

Dall'agorofobia sono migliorata molto, con l'antidepressivo che prendo ero guarita dall'ipocondria da qualche anno,e l'agorofobia me la fa passare xanax.

L'agorofobia mi era venuta perchè dal 2010 al 2012 per motivi miei e famigliari ho fa frequentato spesso ASl,medici,specialisti,ospedali, a causa dello stress e quei luoghi affollato e lo stress che vivevo.
Ma adesso non ho problemi a fare visit ed esami.
L'agorofobia mi viene quando sto troppi giorni in casa ma è episodica.


Grazie epr le risposte.

[#8] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla, buona serata!
Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Utente 159XXX

Buona sera.
Nel 2015 i problemi erano migliorati, anche le vertigini da caduta.
Ora non ho nemmeno più il neurologo che mi segue,dovrei andare più lontano.
Dall'autunno a oggi mi è peggiorata l'ansia e altre due volte le vertigini da caduta, però non cado, mi inginocchio, ma mi mettono molta paura.Nel 2015 ho notato che l'andamento avviene con ansia,vertigini leggere e ipocondria e poi forte vertigine da caduta che proviene dal collo, ma la vertigine non è rotatoria.Parlando con il neurologo e mio medico mi sono rimasti dubbi sulla causa di queste vertigini, se sono da ernie o artrosi cervicali, da ansia o da orecchie, ad agosto sono stata da otorino e disse che non dipendono da orecchie.
A me sembra che mi mi stresso e ipocondria e mi vengono questi disturbi.
Anche lei ha scritto che non dipendono da ernie cervicali.
Il mio medico ha detto che non devo fare più esami.
Qualcuno dice che i miei sono una specie di attacchi di panico.
Ogni tanto mi vengono sintomi alla cervicale e mal di testa.

Cosa può dirmi?

Grazie.

[#10] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

da questa postazione non posso che confermare quanto Le hanno detto i medici consultati di persona che hanno l'indubbio vantaggio di averLa visitata.
Assume ancora l'ansiolitico?
Considerato il problema cervicale sarebbe utile anche una visita fisiatrica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente 159XXX

Te specialisti orecchio/radiologo/neurologo e medico hanno fatto visite, di cui un altra negativa alle orecchie due settimane fa, hanno detto le vostre stesse cose.

Prendo ancora ansiolitico e psicofarmaco ed ora era un mese che stavo di nuovo meglio con l'ansia e fobia, ma poichè mi vengono i sintomi degli altri disturbi che ho mi stresso a stare sempre male e incominci a venir ansia poi forte ipocondria e poi forte vertigine.

Da settembre dovevo andare da fisiatra e fare fisioterapia ma da settembre ho avuto peggioramento dell'ansia e panico e non riuscivo ad uscire più di casa e non ho fatto niente.

Ho fatto una ricerca su persone che hanno i miei stessi problemi e non menzionano mai le cadute da vertigini.

Lei sa se è vero che le ernie cervicali possono guarire da sole?

Il fatto è che quando mi vengono queste cadute da vertigini mi viene una gran paura e mi pongo il problema da cosa dipenda.

Ho il problema ora dopo un primo grande miglioramento del 2014 dell'ansia,anche le vertigini da caduta erano migliorate e diminuite., ora ansia e ipocondria vanno e vengono a periodi.

Grazie delle sue risposte che mi rassicurano sempre.

[#12] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

anche la psicoterapia Le potrà essere utile associata alla farmacoterapia.
Nel contempo inizi pure la fisioterapia che non ha potuto fare a settembre.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
Utente 159XXX

Non ho ancora iniziato a fare fisioterapia alla cervicale a causa dell'agorofobia e panico quando esco perchè quando esco mi viene ansia e panico e sedevo fare la fisioterapia dovrei prendere il pulman varie volte a settimana, a febbraio volevo tentare ma il medico ha detto come faccio ad andare in giro per città con la fobia, devo prima guarire dalla fobia e dopo vado a fare la fisioterapia che per il momento non è molto necessaria, e mi ha mandato dallo psichiatra, alla prima seduta ho dovuto raccontare daccapo la mia storia e non ho potuto parlare di fobia e psicoterapia, ma mi ha detto che la terapia farmacologia ava bene così e devo continuare a prender e devo ritornate dallo psichiatra fra due mesi.
volevo un parere da psichiatra se le vertigini con caduta sono dovute ad ansia o ernie cervicali ma non mi ha voluto rispondere dice che non è il suo campo ma del neurologo e se il neurologo ha detto che forse è ansia così forse è.
Da inizio anno una volta mi è venuta la vertigine però senza cadere a terra ma sul letto. Dall'anno scorso ho notato che se mi stresso molto e ho forte ipocondria mi viene la vertigine come è successo a dicembre con vertigine e dopo attacco di ansia. Dal responso della TAC avevo capito che ho due piccole ernie e un pò artrosi. Ve lo scrivo:Modeste alterazioni degenerative spondillosiche e osteocondrosiche.Piccola ernia in C3-C4 ecc. che prende contatto con la corda midollare, in sede C5-C6 una protusione disco-osteofitaria,ecc. che determina focale impronta sulla corda midollare.
Quante ernie ho?
Si può capire se ci possono essere problemi con il nervo vago?

Dove vivo sono 9 mesi che non mettono il neurologo e non posso chiedere. GRazie.

[#14] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

da quello che si legge ha un'ernia ed una protrusione (sporgenza del disco intervertebrale), questo reperto in generale potrebbe causare anche vertigini, non mi riferisco al Suo caso particolare perchè non lo conosco direttamente.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Utente 159XXX

Da quello che ho capito nel leggerlo o quello che mi ha fatto capire il medico e il neurologo erano o due piccole ernie, un pò artrosi e la protusione.
Ma nel rileggere il referto leggo che c'è una sola ernia quella sula nuca.
Prima avevo le vertigini da ansia.
Poi dal 2013 vertigini soggettive non rotatorie che sono passate con la cura dell'ansia e vengono ogni tanto quando ho ansia, provengono dal collo dietro.
Quelle rotatorie vengono raramente.
pseudo Vertigini con caduta non sono rotatorie, solo una volta, nè vertigini soggettive, ma con contrazione dei muscoli del collo e rigidità della testa prima, ora no, ma del corpo quando cado, non svendo, chiudo gli occhi e grido, con gli occhi chiusi come se per qualche secondo non mi accorgo di nulla o mi accorgo cosa mi succede.
Ora qualche volta se sto al freddo mi duole l'artrosi alla testa dietro e fa venir e vertigini leggere e continue.
la sintomatologia dei disturbi alla cervicale non sono gravi e riguardano solo nuca e collo e con mal di testa qualche volta e passa con il paracetamolo. I medici e so anche io che ho letto che la cervicale fa venire le vertigini.
Quello che non sono sicura totalmente è la causa delle vertigini con caduta, sia il mio neurologo che lei avete detto che le ernie non sono la causa.
Se sono causate dalle ernie o artrosi forse non se ne andranno, se fosse l'ansia la causa la situazione migliorerebbe quando miglioro con l'ansia.
L'anno scorso le pseudo vertigini con caduta sono venute 4 volte ma sono stata peggio con l'ansia, nel 2016 una volta a febbraio.

Cosa ne pensa?

[#16] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è difficile dare un parere attendibile a distanza in un caso come questo, entrambe le cause, cervicale ed ansiosa, possono essere possibili (le pseudovertigini sono quelle su base psicosomatica).
È probabile che le due condizioni possano coesistere in proporzioni variabili secondo il periodo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#17] dopo  
Utente 159XXX

Forse è come dice lei, entrambe sia le vertigini che sintomi alle cervicali o ansia vengono a periodi e certe volte si uniscono.
Quando ho i sintomi alla cervicale non mi vengono vertigini di nessun tipo, ma quando mi vengono quelle soggettive provengono dal collo nei periodi di maggiore ansia.

Il fatto è che è difficile capire le cose perchè ci sono dimezzo vari medici o specialisti e difficilmente associano o capiscono bene le cause certe.


Grazie per le risposte.