Sciatica o lombalgia?

Descrivo in breve e per completezza informativa l'antefatto.
In seguito ad una caduta dalla moto con risultante compressione (lieve) sulla caviglia e piede destro, ho tenuto una fasciatura semicompressiva per circa una settimana mantenendo la gamba orizzontale quando seduto alla scrivania (di fatto quindi in posizione perpendicolare rispetto alla colonna). Risoltosi il gonfiore dopo qualche giorno piegandomi ho avvertito una fitta acuta in zona lombare (una sorta di colpo della strega) con sensazione principalmente localizzate sacrale/gluteo dx/retro coscia dx). Immaginando una infiammazione ho preso l'ibuprofene per sbloccarmi (5 giorni, 1/12h) e in effetti la sintomatologia acuta è scomparsa sebbene rimanga un senso di "stiramento" immimente se dovessi fare movimenti anomali. Non capisco se sia una lombalgia o sciatica e se ci sia il rischio (lavorando alla scrivania) di cronicizzazione.
Dati rilevanti: 47 anni; attivo (minimo 3km al giorno a camminata veloce e 8 km in bici per il tragitto casa lavoro); normopeso; mai sofferto in passato di alcun dolore schiena o articolare.
Devo aggiungere una variabile forse importante. Per favorire la circolazione venosa anche da seduto e mantenere una postura corretta uso da 1-2 anni una sedia ergonomica (metto il link per capire di cosa parlo, può cancellarlo se crede violi regole http://www.benesseremultistore.it/product/258/SEDIA-ERGONOMICA-IN-LEGNO-modello-classico-cuscini-colore-NERO.html) che ovviamente scarica il peso sulla parte sacrale ma che ha risolto in toto il fastidio alle gambe. Da questa estate uso però anche una specie di ciambella semigonfia per evitare sia per ammorbidire la seduta che per evitare compressioni/surriscaldamenti prostatici/testicolari.
Da qui la domanda se in letteratura scientifica e pratica medica siano note correlazioni tra tali sedute e varianti e la comparsa di fenomenologie basso lombari come quelle da me descritte o se tutto sia da considerare come postumi non risolti di un banalissimo danno alla caviglia e conseguente deambulazione anomala per una settimana.
Mi scuso ancora per essere stato prolisso
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Egr. signore,
per lombalgia si intende un dolore in sede lombare mediana, per sciatalgia si intende un dolore che si irradia ad un arto inferiore.
Sciatalgia e lombalgia posso coesistere e quindi si parla di lombosciatalgia.
Per poter, però, definire meglio i sintomi che riferisce è necessaria la valutazione clinica ed eventualmente degli approfondimenti diagnostici.
Sicuramente se Lei ha camminato "male" per un certo periodo di tempo, è possibile che il "colpo della strega" avvertito sia la conseguenza di una contrattura muscolare data la postura anomala assunta dalla colonna vertebrale.

Disponibile per eventuali ulteriori chiarimenti, invio cordiali saluti

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test