Utente
Buongiorno, da 3 mesi a questa parte sto passando un periodo difficile perchè ogni giorno mi viene un sintomo diverso. Sono partito con un semplice mal di gola dove il medico di famiglia mi diede amoxicillina, il dolore non passò cosi mi fece fare tampone faringeo, ecografia tiroide, esami sangue. Dal tampone faringeo emerse il pneumoniae curato per 10 giorni con levofloxacina. Dall ecografia tiroide emerse un nodulo già diagnosticato benigno dall'ago aspirato. Dagli esami del sangue emersero valori alti di emoglobina e globuli rossi che mi porto dietro da anni, MCV un po basso(79) e ferritina alta, dove il medico di famiglia mi disse che comunque erano nella norma e che la ferritina potrebbe esser alta dal fatto dell emoglobina. Comunque ho in previsione una visita ematologica. Tutti questi antibiotici mi portarono a diarrea durata un mese e mezzo e vertigini dove un gastroenterologo mi diede una cura per diarrea e reflusso gastrico che me lo porto dietro da qualche mese. I sintomi di questi mesi sono stanchezza già dal primo mattino, senso di sbandamento, e a volte senso di svenimento e perdita di peso forse alla non appetenza di 7 kg in 2 mesi. Mentre i sintomi degli ultimi giorni sono strane vibrazioni alle gambe, al bacino e che a volte mi percorrono la schiena e arrivano fino al collo. Queste vibrazioni non sono visibili a occhio nudo e per fare un esempio sembra che siano corde di violino in tensione e a queste vibrazioni a volte mi viene mal di testa nella parte dietro sul lato dx sempre localizzato in quel punto. Il mal di testa può restarmi anche per 2-3 giorni mentre le vibrazioni le avverto da seduto o sdraiato nella maggior parte della giornata. Chiedo può essere uno stato di forte stress/ansia degli ultimi mesi che mi provoca questo malessere di stanchezza,vibrazioni e mal di testa? Grazie in anticipo.

[#1]  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Con tutti i limiti di un consulto a distanza, ritengo possibile che i suoi disturbi derivino da una somatizzazione dell'ansia dal momento che riferisce un periodo di forte stress. Le consiglio di consultare uno psichiatra per una diagnosi precisa e per valutare le opzioni terapeutiche, che esistono e sono efficaci.
Franca Scapellato