Utente
Buongiorno, richiedo il vostro parere per una questione di ansia, essendo classificato come ipocondriaco anche dal mio psichiatra e dai miei genitori, entrambi dottori.
Allora la mia paura da questa estate è stata di avere un tumore celebrale, mentre tutti dicevano che era solo ansia. Da lì ad oggi ho avuto paura di diversi tumori: faringe, stomaco ecc. A differenza di molti ipocondriaci io ho paura di farmi vedere. 3 mesi fa perché obbligato, ho fatto le analisi del sangue, a causa di una torsione testicolare ed era tutto apposto. 3 mesi fa sempre sono andato dall'oculista perché mi sembrava di vedere male e mi ha detto che nel fondo oculare non c'èra assolutamente nulla. Ad oggi dopo essermi fatto fare un eco addominale (se si chiama così) da mia madre è tornata la paura del tumore celebrale. Tutto ciò perché molto spesso in questi ultimi giorni mi sento spossato, non so se può essere collegato al fatto che ho iniziato da poco a prendere ansiolitici e antidepressivi, e non ho molta fame: mangio comunque ma non sento il bisogno estremo di mangiare. Ho 19 anni. A questo punto mi chiedo se ciò potrebbe far pensare a un tumore celebrale- apro un ultima parentesi- molto spesso quando faccio uso di alcol per una serata ad esempio, la stanchezza va via.
Vi prego di aiutarmi a cercare una soluzione,pur essendo consapevole che una diagnosi a distanza è sempre un,ipotesi non una certezza. Vi ringrazio moltissimo già da ora. A risentirci.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Ragazzo,

la sintomatologia che riferisce non fa pensare certamente una neoplasia cerebrale.
E' seguito da uno psichiatra, segua le sue indicazioni e stia tranquillo.
Pensa che i Suoi genitori, entrambi medici, non colgano eventuali segni patologici di natura organica?
Se ha iniziato la terapia da poco è normale un peggioramento iniziale, gradualmente si sentirà meglio.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
E il fatto che, pur mangiando, non ho mai lo stimolo della fame da una settimana da cosa potrebbe derivare ?
Grazie per i suoi pareri e consigli

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Da quanto tempo ha iniziato la cura? Con quali farmaci e a quale dosaggio?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Delorazepam 3 la mattina 3 gocce il pomeriggio e 6 la sera
citalo orma: 3 la sera
Da 10 giorni ho iniziato.
Ieri ho rimangiato moltissimo. Speriamo bene dottore. Mi faccia sapere. Grazie

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Ragazzo,

all'inizio di questo tipo di terapia è normale un temporaneo peggioramento che poi dovrebbe risolversi spontanamente.
Il dosaggio che riporta è estremamente basso.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno, riscrivo perche soffro di attacchi di ansia e prendo zoloft (100mg al giorno) e abilify (5mg al giorno). Da 3 giorni (ho avuto un esame molto difficile ieri) sudo un po dietro il collo di notte e di pomeriggio, insomma quando dormo nel letto e sento cosi caldo poi da dovermi levare le coperte e finisce li la sudorazione. Ho paura di qualche malattia del sangue ma allo stesso tempo proprio ieri ho fatto emocromo e pcr e tutto risulta nella regola. In piu, mia madre (dott.ssa anche lei) mi ha fatto ecografia per vedere milza e fegato e tutto ok.
A questo punto vi volevo chiedere se c'era a vostro parere qualcosa che puo darmi questa sudorazione?
Distinti saluti, vi ringrazio

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la sudorazione è un fenomeno neurovegetativo che si può associare ai disturbi d'ansia, inoltre è limitata nel tempo, stia tranquillo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro