Utente 299XXX
Buongiorno, spero di non aver sbagliato sezione per l’esposizione del mio problema.
MI chiamo Fabio ed ho 52 anni e da alcuni mesi soffro di bruciore alla pelle che si verifica in alcune parti del corpo, a volte le zone colpite sono le stesse a volte cambiano.
Tutto è iniziato a gennaio con sudorazioni notturne e vampate di calore che mi svegliavano durante la notte e dovevo scoprirmi o addirittura asciugarmi. Successivamente le sudorazioni notturne sono scomparse ma sono rimasti questi bruciori. Si presentano soprattutto nel viso (con rossore in alcune zone della fronte e zigomi) negli avambracci, collo, zona scapole/spalla, ascelle e con minore frequenza e durata dietro alle ginocchia, dita dei piedi, dorso delle mani, polpacci polsi(insomma un po’ dappertutto).
Successivamente sono apparsi altri sintomi tuttora presenti come un senso di solletico in alcuni punti del viso, come se ci fosse un capello o come se passassi sopra una piuma; appena tocco con il dito la zona, il prurito scompare, inoltre a volte compare qualche brufolo (zona torace, schiena ad esempio) che mi provoca un po' di prurito, dura qualche giorno e poi scompare. Per quanto riguarda il bruciore ad oggi sembra più fastidioso nelle zone di attrito con gli indumenti (spalle, collo, collo del piede, ascelle)
Non so se possono essere inerenti alla mia sintomatologia ma alcune mattine mi sveglio con mignolo/anulare della mano dx o sinistra indolenziti, poi appena estendo bene il braccio tutto torna normale; ho una tosse secca (originata da un persistente solletico in gola), non tutti i giorni e che dura pochi minuti ad ogni attacco, ma che tuttora non è ancora scomparsa (ho preso sciroppi, caramelle ma niente di più) ed inoltre mi è capitato recentemente, il giorno dopo aver giocato a calcetto, di avere degli ematomi (1 volta alla coscia ed 1 volta al polpaccio); cosa normale a seguito di contatto fisico ma una volta non mi uscivano tanto facilmente , comunque dopo qualche giorno scompaiono.

Per quanto riguarda gli esami ho eseguito di recente:
Ecografia alla tiroide: tutto nella norma
Ecografia addome completo: tutto nella norma
Gastroscopia: tutto nella norma a parte una lieve gastrite inattiva
Rx torace: tutto nella norma
Visita internistica: niente da rilevare a livello organico
Visita dermatologica: niente da rilevare (consigliato antistaminico Ayrinal e Dermaffine emulsione).
Eseguite esami del sangue 2 volte con tutti valori nella norma a parte Ematocrito lievemente più alto (0,5 contro 0,49 max). Ecco il dettaglio:

GLOBULI BIANCHI 6,8
GLOBULI ROSSI 5,62
EMOGLOBINA 164
RBC VOLUME MEDIO 88,3
EMATOCRITO 0,5
HB GLOBULARE MEDIA 29,2
CONC. HB GLOBULARE MEDIA 328
INDICE PIASTRINE RCB 12,1
PIASTRINE 235
NEUTROFILI 3,5
LINFOCITI 2,3
MONOCITI 0,8
EOSINOFILI 0,2
BASOFILI 0,1
BILIRUBINA TOTALE 0,6
BILIRUBINA DIRETTA 0,2
AST TRANSAMINASI GOT 35
ALT TRANSAMINASI GPT 49
GAMMA GT GGT 33
AMILASI TOTALE 60
GLUCOSIO 96
TRIGLICERIDI 74
COLESTEROLO TOTALE 154
COLESTEROLO LDL 78
COLESTEROLO HDL 61
RAPPORTO COLESTEROLO/HDL 2,5
PROTEINA C REATTIVA <0,29
VES 4
PSA TOTALE 0,3
PROTEINE TOTALI 7,8
CREATININA 0,89
SODIO 141
MAGNESIO 2,1
POTASSIO 4,3
CLORO 103
GFR FILTRAZIONE GLOMERULARE 98
THS 1,73

Dopo la visita internistica mi sono stati chiesti di eseguire i seguenti esami del sangue:
calcio totale, vitamina D, Fosforo ed esame urine completo e solo nel caso ricomparissero le sudorazioni , il dosaggio delle catecolamine urinarie/24 ore e proteinuria di Bence Jones/24 ore

Ad oggi i medici hanno ipotizzato che la causa possa essere uno stato di stress ed ansia che devo ammettere essere presente a causa di lavoro e problemi familiari (grave malattia della mamma diagnostica a gennaio) oltre ad un periodo pregresso (anno scorso) di preoccupazioni dovute ad un falso positivo a seguito mammografie di mia moglie. Per questo ho iniziato delle sedute di psicoterapia; prima avevo provato con i fiori di Bach, Valeriana e gocce a base vegetale preparate in farmacia ma senza grandi benefici mi pare. Ho anche del Lexotan prescritto inizialmente dal mio medico ma non l’ho ancora assunto.

Ecco, questa è la situazione che ho cercato di riassumere più brevemente possibile; spero possiate darmi il vostro parere o suggerirmi che percorso ulteriore fare per risolvere questo problema.
Vi ringrazio in anticipo

Fabio

[#1] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Buon giorno a Lei.

Le visite effettuate e gli esami fino ad ora eseguiti sono tutte nella norma.
Altri esami sono in esecuzione.
Il parere dei colleghi che hanno visitato sono per la "genesi psicogena".

In assenza di evidenza di organicità verosimilmente dovrà rassegnarsi ad assumere per buona l'ipotesi dei suoi medici.

La psicoterapia le è di qualche aiuto?

Perchè, vista la ipotesi fino ad ora formulata, non ha ancora provato ad assumere basse dosi di benzodiazepine (Lexotan) per valutare l'effetto secondo un criterio ex adiuvantibus?

NB: Questo è un consulto a distanza e come tale non può sostituire una visita medica di persona.

Corialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente 299XXX

Buongiorno Dottore,

Innanzitutto la ringrazio per la sua risposta.

Per quanto riguarda la psicoterapia non so dire esattamente se ad oggi sto avendo risultati; nonostante attualmente io non mi senta particolarmente stressato o ansioso, a livello fisico i sintomi che ho elencato in precedenza sono sempre presenti e non capisco perché......(si può essere ansiosi/stressati senza rendersene conto?)

Non ho preso ancora Lexotan perché volevo tenerlo nel caso si presentassero situazioni ansiogene più pesanti ed ho provato nel frattempo qualcosa di più blando o forse perché temo che dopo aver provato anche questo, nel caso il mio problema non si risolvesse, l'unica cosa che mi rimarrebbe sarebbe solo un grosso dubbio su quale patologia potrebbe essere.

Sulla base della sua esperienza e di quanto esposto nella mia prima richiesta Lei ha una sua interpretazione e/o indagini di altro tipo da prendere in considerazione?

Grazia ancora per la sua disponibilità.

Cordiali Saluti
Fabio

[#3] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Le valutazione clinica neurologica con attenzione all'aspetto psichico...
...ed il trattamento di conseguenza consigliato da chi la valuterà per un "secondo parere".
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#4] dopo  
Utente 299XXX

Grazie Dottore,
seguirò il suo consiglio.

Cordialmente

Fabio

[#5] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Se crede rimanga in contatto e mi tenga informato...
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#6] dopo  
Utente 299XXX

Buongiorno Dottore,

In attesa della visita neurologica ho ritirato l'esito degli esami prescritti dal medico internista che mi ha visitato (come anticipato nella mia pubblicazione del 30/04/16) con il seguente risultato:

calcio totale 8,6
vitamina D *8,2
Fosforo 3,2
esame urine completo con valori nella norma

Mi preoccupa il valore della vitamina D così basso. Faccio le analisi ogni anno ma questo controllo non è mai stato inserito dal mio medico.
A cosa può essere dovuta quest carenza?
Cosa mi consiglia di fare?

La ringrazio per la cortesia

Cordialmente
Fabio

[#7] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
"...A cosa può essere dovuta quest carenza? ...";
molte cause possibili.
Domanda da formulare in corso di visita endocrinologica.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it