Utente
Buonasera dottori,
Premetto che sto vivendo un periodo difficile della mia vita, pieno di ansia e preoccupazioni per il lavoro la vita di coppia eccetera.
Oggi sono andato a fare la prima visita con un bravissimo psicoterapeuta e sono abbastanza sicuro che sia il cammino corretto per risolvere il mio problema.

Da 3/4 mesi ho notato una leggera perdita di forza al braccio sinistro. Tutto iniziò quando mi resi conto che il cellulare (che utilizzo a dismisura) mi sembrava pesasse di più quando sostenuto dalla mano sinistra.

Tutta la vita, nei momenti più tesi, ho sempre avuto fascicolazioni ma mai gli ho dato un peso è sempre sono scomparse da sole.

Questa volta mi sono spaventato perché ho visto che legate ad un calo di forza (intendo che debba essere clinico e non solo "percepito") potessero essere sintomi di SLA.

Capisco che alla mia età sia molto improbabile però in questo periodo mi sono fissato e ho cominciato a testare costantemente la forza del mio braccio sinistro e le differenze col destro e col tempo mi pare stiano peggiorando.

Ho fatto una visita da un collega neurologo molto gentile un paio di settimane fa, che ha saggiato la forza dei miei arti superiori, controllato i riflessi ecc. e tutto è risultato negativo. Per scrupolo mi ha prescritto una EMG che ho eseguito martedì della scorsa settimana che è risultato negativo a parte aver trovato una live neuropatia del nervo mediano. La dottoressa che ha eseguito l'esame dice che ho un inizio di sindrome di tunnel carpale.

Io sono chitarrista e uso molto la l'ano sinistro ed inoltre faccio molto sport che esercita pressione ai polsi e agli altri in generale (cosa che ho deciso di smettere per pratiche più dolci).

Un paio di giorni dopo l'emg ho però notato che il bicipite sinistro adesso presenta miochimie persistenti. Sono andato questo lunedì a mostrare i risultati al collega e gli ho fatto anche vedere le vibrazione del mio braccio, esprimendo le preoccupazioni.

Lui mi ha detto che non sono fascicolazioni, ma miochimie dovute allo stato d'ansia e preoccuoazione e di stare tranquillo. Lui dice che ha controllato la mia forza e che non ha visto segni preoccupanti. Mi ha detto giustamente "la Sla se c'è si vede". Per scrupolo mi ha dett che rifaremo l'emg a settembre.

Concordate col collega?
La mia preoccupazione è che adesso le
Miochimie sono non-stop proprio al bicipite sinistro. Ogni tanto sento anche come delle vibrazioni/scosse interne al braccio.
Una amica fisioterapista mi ha detto che ho un po' di tendinite.
Il tunnel carpale lieve può farmi sembrare tutto più pesante se portato col braccio sinistro?

È probabile che sia tutto legato al l'ossessione e alla paura che mi porta ad ingigantire ogni differenza tra gli altri però è una sensazione reale.

Premetto che riesco ancora a fare 25 trazioni e 50 flessioni.

Spero vivamente di non aver nulla e che il percorso psicoterapeutico mi aiuterà a superare e
Comprendere queste paure

Un saluto e un augurio di buone vacanze

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

concordo con quanto Le ha detto il neurologo.
In caso di SLA c'è sempre un'alterazione dell'esame neurologico, anche le fascicolazioni sono nella stragrande maggioranza dei casi benigne.
Si tranquillizzi e continui il percorso psicoterapico iniziato.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottor Ferraloro,
La ringrazio vivamente per la celere risposta.
Buone vacanze estive.

[#3] dopo  
Utente
Gentile dottore,
L'ultima delucidazione e poi mi metto il cuore in pace.

E possibile che la percezione di perdere forza al braccio sinistra sia dovuta al tunnel carpale che mi hanno diagnosticato? Probabilmente una combinazione tra questo e il fatto di aver stremato il braccio con tutte le prove di forza a cui lo ho sottoposto...?

la cosa che mi preoccupa un po' è che le fascicolazioni continue al bicipite sinistro siano iniziate 5 giorni dopo l'EMG.

Continuano tutt'ora e sono appena visibili e alcuni volte le sento solo se premo un dito sul muscolo. Nelle mie erronee e patologiche scorribande su internet ho letto che se sono continue e persistenti potrebbe essere un cattivo segno. Spero vivamente che lasciando l'ossessione da parte e lavorando sulla mia vita scompaiano così come sono venute.

Ad ogni modo la domanda che le volevo porre è più legata a perdita di forza e tunnel carpale.

La ringrazio molto
Cordiali saluti

[#4] dopo  
Utente
Le assicuro che noto moltissima differenza tra il braccio destro e sinistro quando sollevo lo zaino o altri oggetti e mi pare peggiori.
Spero sia solo il tunnel carpale.
Cordiali saluti

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le prove obiettive che certificano un deficit di forza sono risultate negative alla visita neurologica.
Ci può essere una correlazione tra la debolezza all'arto avvertita e il tunnel carpale.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Grazie di nuovo!
Un saluto da Barcellona

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Ricambio il saluto da Messina (anche se non è Barcelona)
Dr. Antonio Ferraloro