Utente
Egregio dott.
le espongo il mio problema probabilmente insolito.
Sono un ragazzo di 27 anni e sin da piccolo ho sofferto di tremori evidenti agli arti superiori probabilmente sottovalutati in casa dicendo che dipendono dalle mie emozioni soprattutto in situazioni di disagio.Situazioni davvero imbarazzanti soprattutto quando le persone non si limitano ad osservare e fanno domande.A volte i tremori sono evidenti anche quando per esempio prendo il latte la mattina e verso il latte nella tazza.Il problema è che questi tremori,il mio nervosismo sono molto più evidenti(anche agli altri) soprattutto durante le mie normali attività in cui ho contatti con gli altri...attività che sono davvero tante nell'arco della giornata:dall'accendere una sigaretta ad una persona fino a dare soldi al benzinaio...magari sono esempi banali ma danno cmq l'idea del problema.
La cosa che mi lascia interdetto è che i tremori sono molto evidenti nelle mie situazioni di disagio,mentre quando sono in casa per esempio da solo spesso non esistono.Peranto questo mi fa pensare ad una componente emotiva.

Tuttavia non so se è da condurre all'insicurezza.Il fatto è che dello stesso problema(tremori arti superiori)è affetta anche mia sorella più grande.Solo che a differenza sua,il mio problema è per me più frequente perchè lei riesce a mantenere molto meglio il controllo delle emozioni nel senso che non è come me che per ogni piccolo gesto che la relaziona con qualcuno si innervosisce.
Vorrei sapere e posso fare qualche controllo,di che tipo e se questo problema potrebbe avere natura non solo psicologica.
Farmaci non ne ho mai presi,ho paura che possano provocare sonnolenza durante le mie normali attività e che possano provocare una certa dipendenza del mio benessere.

[#1]  
Attivo dal 2006 al 2009
I tremori che lei manifesta, necessitano di un approfondimento maggiore, visto che anche la sorella li presenta, le consiglio:
Tipizzazione HLA classe I e II. Con espressione genica e corrispondenze sierologiche.
Tipizzazione linfocitaria e sottopopolazioni:
CD3, CD4, CD5, CD8, CD19, CD20, CD16/56, CD23, CD25,
cANCA
pANCA
ENA (Ab ati nucleo specifici)
AMA (Ab anti mitocondrio
Anticorpi antinucleo (ANA e frazioni (ENA, Sm, RNP)
Prolattina
· ANTCORPI ANTI-GANGLIOSIDI GM1 IgG e lgM
GD1b IgG e IgM
GQ1b IgG e IgM
sulfatidi
anti-MAG (glicoproteina associata alla mielina)
saluti


[#2] dopo  
Utente
Grazie mille...
Mi sto seriamente preoccupando.
Lei crede che alla base possa esserci qualcosa di preoccupante o serio???
Farò al più presto gli esami!

[#3]  
Attivo dal 2006 al 2009
Non c'è niente di preoccupante, ma è bene indagare
saluti

[#4]  
Dr. Silvio Presta

28% attività
0% attualità
4% socialità
FOLLONICA (GR)
SERRAVALLE PISTOIESE (PT)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
Caro uente,
è possibile una diagnosi di 'tremore essenziale'. Se inserisce in Google questo termine, troverà numerose descrizaioni del disturbo nelle quali si ritroverà pienamente. La patologia è familiare per cui è normale trovare altri consanguinei affetti.
Stia tranquillo, si affidi ad un neurologo competente che le imposterà una terapia corretta senza indurre sonnolenza o assuefazione.
Cari saluti
Silvio Presta

www.silvio-presta-psichiatra.tk
Silvio Presta

[#5]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
gentile utente,

se la diagnosi del collega e' giusta, le sconsiglierei di navigare in internet per trovare una risposta ma sarebbe preferibile che si rivolga ad un neurologo che possa farle definitivamente una diagnosi e darle un trattamento appropriato

Cordiali Saluti
Dr. F.S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139

[#6]  
Dr. Silvio Presta

28% attività
0% attualità
4% socialità
FOLLONICA (GR)
SERRAVALLE PISTOIESE (PT)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
Sapere che esiste una diagnosi precisa per disturbi che per noi sono strani è sempre importante. E' ovvio che Internet, come ogni altra fonte di informazione, va utilizzato solo come primo approccio conoscitivo, per poi approfondire e confermare il sospetto diagnostico in sede di visita specialistica. Legga pure, non può che aiutarla.
Ancora cari saluti
Silvio Presta
Silvio Presta

[#7]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Caro collega,

credo che l'uso di internet non sia adatto ad utenti per il 'sospetto diagnostico' in quanto tale sospetto dovrebbe essere bagaglio della nostra cultura per indirizzare al meglio i pazienti.
Per questo motivo credo che sia meglio per i pazienti, una volta avuto un sospetto come tu hai posto di 'tremore essenziale', di rivolgersi a specialisti che possano confermare tale sospetto oppure approfondire gli esami clinici per fare ulteriori valutazioni.
Purtroppo, al giorno d'oggi, internet viene utilizzato come il surrogato diagnostico e terapeutico del medico, di qualunque branca e di qualunque scuola. Quindi, una volta effettuata una diagnosi molti pazienti provvedono a fare auto-terapie che, ovviamente, non sono supportate da alcuno scibile medico.

Cordiali Saluti
Dr. F.S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139

[#8]  
Dr. Silvio Presta

28% attività
0% attualità
4% socialità
FOLLONICA (GR)
SERRAVALLE PISTOIESE (PT)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
Caro collega,
ti ringrazio per aver confermato quello che ho scritto. Non capisco però, poichè ritieni che "l'uso di internet non sia adatto ad utenti per il 'sospetto diagnostico'", perchè tu sia iscritto come consulente in questo sito...
Cordiali saluti
Silvio Presta
Silvio Presta

[#9]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
non condivido con te la sola affermazione di continuare a navigare in internet dopo aver avuto un sospetto diagnostico da indagare ulteriormente ma con un medico di fronte

Saluti

dr. F.S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139

[#10]  
Attivo dal 2006 al 2009
Egregio,la mia risposta fu questa, dove io metto in rosso i commenti he tu vuoi avere. Questi sono esami bsilari, che iniziano un ragionamento diagnostico. Non esiste niente di "essenziale", ogni avvenimento nell'organismo ha sempre una spiegazione, bisogna sempre andare all'oriigne del problema.
Risolvere con farmaci, senza prima aver capito l'origine, non conduce alla risoluzione della patologia, ma la sopprime, mentre sotto, sotto, continua a lavorare portando a problemi ben più gravi. Un intervento precoce, può risolvere e fermare una patologia all'inizio, questo si chiama prevenzione. Chiamare "essenziale" una patologia, è il fallimento della medicina, nel caso specifico, della neurologia.
"I tremori che lei manifesta, necessitano di un approfondimento maggiore, visto che anche la sorella li presenta, le consiglio:
Tipizzazione HLA classe I e II. Con espressione genica e corrispondenze sierologiche. si vede come sono espressi i geni, da qui si può risalire al mimetismo molecolare, fenomeno o meccanismo, da cui parte la malattia autoimmune, o altre patologie.
Tipizzazione linfocitaria e sottopopolazioni:
CD3, CD4, CD5, CD8, CD19, CD20, CD16/56, CD23, CD25, va a vedere esattamente la risposta dei linfociti, di ogni linfocita, che ha una specializzazione particolare, da qui, insieme ad altri esami, si puòarrivare alla comprensione maggiore del disturbo.
Questi sono esami che vanno a controllare la risposta autoimmune se si sono verificati autoanticorpi.
cANCA
pANCA
ENA (Ab ati nucleo specifici)
AMA (Ab anti mitocondrio
Anticorpi antinucleo (ANA e frazioni (ENA, Sm, RNP)

Prolattina un eventuale aumento, può indicare una relazione con un interessamento ghiandolare.
Questi sotto anticorpi antinervo, hai tremori, pertanto si va a controllare se si sono veriifcate risposte contro queste strutture, sono basilari nei disturbi neurologici.
· ANTCORPI ANTI-GANGLIOSIDI GM1 IgG e lgM
GD1b IgG e IgM
GQ1b IgG e IgM
sulfatidi
anti-MAG (glicoproteina associata alla mielina)
Come vedi, sono molto importanti, e di base per costruire un ragionamento diagnostico, terapeutico e una prevenzione. In studio ho esami strumentali di medicina convenzionale e biologica, che mi conducono insieme a tuto questo, verso la spiegazione e la risoluzione delle problematiche che presenta la persona esaminata, inoltre e soprattutto, riesco a fornire una spiegazione, altrimenti non determinabile e alla finesi definiscono i tuoi disturbi: "tremori essenziali", che non vuol dire assolutaemnte niente, non conduce certamente di una diagnosi e una terapia
saluti