Utente 470XXX
Salve, sono un ragazzo di 22 anni. Per raccontarvi brevemente la storia, vi dico che sono un tipo ansioso e dopo 3 anni di sopportazione ai miei disturbi di ansia ho deciso di farmi vedere dal mio medico ed ora sono in cura con Escitalopram 10mg e Tranquirit a bisogno (prendo 7gocce la sera). Il motivo per cui ho deciso di andare dal medico per affrontare questa situazione è stata una serie di sintomi che mi si sono scatenati e che in 3 anni non si erano mai presentati. Questi sintomi sono fastidi generali in testa e facciali di varia intensità, e non sò se si tratta di nervi o muscoli. Ho avuto dolore alle orecchie (internamente), fastidi alla zona retronasale, innumerevoli mal di testa, spossatezza, fastidi alla gola, alla mandibola, al palato superiore, e tra orecchio e mandibola. La sensazione è come se da un momento all altro potessi paralizzarmi. Mi prendono fitte in testa, ho inappetenza, non ho sete e secchezza. Ma c'è una cosa in particolare che mi butta abbastanza giù di morale, ovvero da ormai un mese e mezzo ho un impedimento nello sbadigliare, ma non a livello respiratorio, ma fisico, muscolare. È come se lo sbadiglio partisse ma a un certo punto il mio corpo non sà più che fare, inizialmente mi si tramutavano in sforzi di vomito, eppure non ho nausea. Mi ci impegno nel farli bene ma i muscoli non reagiscono in modo naturale, non faccio uno bello sbadiglio profondo da tempo! E ho notato anche una cosa che forse è collegata: io canto da "non esperto", non sforzo molto, ma da quando ho questo problema nello sbadiglio, non riesco più a fare certe cose nel canto. In termini tecnici non saprei dirlo sinceramente. Se provo a cantare faccio difficoltà ad intonarmi, impostando certi muscoli, avverto un impedimento. Cantavo per liberarmi, cantavo a pieni polmoni, lo facevo per sfogarmi ma non ci riesco più. Sono molto preoccupato ed ho un sonno molto disturbato. Per accertamenti ho fatto le analisi del sangue generiche e alcune specifiche, ho fatto una visita otorinolaringoiatra tramite pronto soccorso (a mio parere una visita blanda, giusto per dare un occhiatina), e una visita odontoiatrica. Tutto risulta negativo. L'otorino non mi ha convinto più di tanto, e nonostante gli ho spiegato il mio problema pensavo mi controllasse la gola con qualcosa o qualche macchinario ma niente. Non mi permetto di giudicare, sono ignorante in materia. Detto ciò volevo sapere qualcosa da un neurologo anche se non so se sia la sezione giusta. Io temo qualche forma tumorale o sclerosi, ma resto comunque ignorante in materia. Come ultime informazioni posso dirvi che ho passato un estate all'insegna di alcol e sigarette, da due mesi ho smesso tutto e due giorni fa ho avuto febbre alta e placche. Il medico dice che siano somatizzazioni d'ansia ma mi sento veramente strano. Ci sarà sicuramente una componente ansiosa ma così mi trovo a disagio, sono sempre giù, e ho paura che sia qualcosa di organico. Grazie in anticipo. Se volete sapere altro chiedetemi pure

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la sintomatologia riferita sembrerebbe di tipo ansioso, magari accentuata da problematiche disfunzionali a livello dell'articolazione temporo-mandibolare, in tal senso è stato controllato dal dentista?
Per Sua tranquillità può effettuare una visita neurologica per avere un parere diretto.
Da quanto tempo assume l'escitalopram?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 470XXX

Buongiorno dottore, la ringrazio per la risposta. Assumo escitalopram da 13 giorni, sò che è presto e devo aspettare per gli effetti desiderati. Spero vivamente sia il tutto di natura ansiosa. Quindi lei mi consiglia una visita neurologica? O per il problema dello sbadiglio dovrei rivolgermi a qualcun altro? Ho pensato ad uno pneumologo ma non avverto disturbi respiratori con lo sbadiglio. Grazie ancora

[#3] dopo  
Utente 470XXX

Dimenticavo di dirle, il dentista mi ha detto che ho la mandibola spostata lateralmente e per questo mi sta preparando un bite per correggere la posizione.

[#4] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

al momento può attendere per effettuare la visita neurologica l'esito della terapia con escitalopram e del bite.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#5] dopo  
Utente 470XXX

Grazie mille gentilissimo

[#6] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro