Utente 448XXX
Buongiorno dottori, dopo una notte di incubi e risvegli, stamattina mi sono svegliata con la parte sinistra della testa intorpidita. Mi spiego meglio: parte occipitale, da poco sopra la nuca fino all'orecchio. Una porzione non tanto grande quindi, e la sensazione di intorpidimento è durata qualche minuto. Poi non ci ho più fatto caso ma ora, dopo 6 ore, mi pare di avere ancora una sensazione sgradevole, probabilmente frutto di un po' di ipocondria. Non ho contattato il mio medico di base, anche perché lei non si espone e molto spesso per una sciocchezza devo iniziare un iter di esami che il più delle volte preferisco non affrontare, per cui accade che abbia sottovalutato anche sintomi peggiori senza troppo peso. Non sono però solita a questo sintomo, spesso ho formicolio alle mani a causa di posizioni scorrette, qualche grano, ma nulla da tenere in considerazione. Gli unici sintomi che ho avuto in questi giorni sono mal di gola persistente e raffreddore, un po' di asma dovuto al muco in eccesso e un po' di affaticamento dalla passata influenza. Non ho avuto nemmeno folti alla cervicale che sconosciuta comunque avere almeno un paio di giorni ogni mese. Soffro di sinusite cronica ma non è questo il momento e bruxismo in periodi stressanti. Questo sintomo mi è nuovo e non me ne preoccuperei di norma, se non fosse per la storia clinica della mia famiglia: nonno colpito da ictus, madre ischemica, sorella con sclerosi multipla da poco accertata. Vorrei capire se è un sintomo da valutare o nulla d cui preoccuparsi.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

il sintomo riferito non dovrebbe essere nulla d'importante, probabilmente causato da compressione prolungata sulla parte interessata durante il sonno. Escluderei correlazioni con malattie cerebrovascolari. Ovviamente se il problema dovesse sussistere e diventare continuativo si rivolga al medico curante.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 448XXX

La ringrazio molto dottore, mi ha tranquillizzato.
Grazie ancora
Cordialmente

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro