Utente 484XXX
Dopo un episodio di forte vertigine mi sono sottoposto a TC CRANICO - ENCEFALICA. Il referto recita:

IV ventricolo eumorfico e in sede.
Sistema ventricolare sopra tensoriale nei limiti morfovolumetrici con millimetrica asimmetria dei corni temporali dei ventricoli laterali per prevalenza del destro sul sinistro.
Iniziale ampliamento su base atrofica sei solchi subaracnoidei frontali ( compresi i compartimenti mesiali anteriori) ed appena apprezzabile dei solchi subaracnoidei temporo-polari insulari di entrambi i lati e parietali al vertice.
Restanti spazi liquorali periencefalici della base e della volta sostanzialmente normorappresentati.
Non evid3nza di significative alterazioni TDM apprezzabili a carico del parenchima encefalico.
Struttura della linea mediana in asse.

Sono un iperteso in cura con BIVIS.

Per piacere il referto mi ha un po’ preoccupato.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

dal referto si evince una sofferenza neuronale (cellulare) nelle regioni descritte.
Spesso non c'è una correlazione tra il reperto riscontrato e la sintomatologia, come, almeno sembra, nel Suo caso.
Ne vediamo tante alterazioni di questo tipo, in senso atrofico, in soggetti perfettamente normali.
Faccia vedere le immagini ad un neurologo.
Poi tra alcuni mesi potrebbe effettuare una RM encefalica sia per un approfondimento diagnostico sia per valutare la stazionarietà o meno del quadro.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 484XXX

Grazie Dottore.
Mi permetto di chiedere:
Quale potrebbe essere la sintomatologia?
A cosa può portare la sofferenza neuronale?
È una condizione che primo o poi si aggraverà certamente?

La ringrazio ancora e mi scusi.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

nei casi sintomatici la sintomatologia è prevalentemente caratterizzata da disturbi della memoria.
Il decorso non può essere previsto, infatti a fianco di casi evolutivi che possono diventare sintomatici ci sono casi non evolutivi che possono restare asintomatici.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 484XXX

Grazie.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro