Utente 491XXX
Buongiorno, sono una giovane donna di quais 29 anni. Vi scrivo per avere un parere su una stato di salute con cui convivo ormai da 4 mesi. La settimana prima di Natale 2017 ho avuto delle vertigini violente e improvvise che mi hanno costretta a letto per alcuni giorni, sono stata al pronto soccorso e dopo una visita, un esame del sangue e una tac risultati tutti negativi mi hanno dimessa senza aver di fatto avuto una diagnosi. Per una decina di giorni sono stata meglio ma poi i sintomi sono ricomparsi, vivo con un senso di instabilità costante, una strana sensazione alla testa soprattutto sulle tempie, fastidio agli occhi, stanchezza immotivata, sensazione di pesantezza a gambe e braccia, sensazione di calore al viso come se avessi la febbre ( mai avuta in questi mesi). Ho fatto una visita oculistica, una da un otorino, analisi del sangue, visita cardiologica con ecocardiogramma e holter cardiaco, tutto risultato nella norma. Ma dopo altri 2 mesi i sintomi non passavano e ho iniziato ad avvertire anche come delle bolle d'aria che scoppiettavano nelle orecchie ogni volta che ingoiavo anche solo la saliva e i disturbi peggioravano in automobile, sono andata da un altro otorino che mi ha diagnosticato finalmente una Nevrite vestibolare. Ho fatto una cura con X Nerv e sto seguendo una dieta evitando alcuni alimenti. Il medico mi ha detto che fisicamente sto abbastanza bene e che devo aspettare e cercare di vivere la mia vita normalmente. Sono passati 4 mesi e i sintomi a fasi più o meno acute sono sempre presenti.. Ho provato a prenotare una visita neurologica ma in convenzione, nonostante abbia una ricetta con priorità B,non ho trovato posto prima di ottobre. Vi chiedo quindi se dovrei fare un ulteriore visita neurologica a pagamento e magari una risonanza o devo semplicemente aspettare che il nervo si compensi? Sono abbastanza scoraggiata. Scusate se mi sono dilungata e grazie.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

una neurite vestibolare per guarire completamente può richiedere anche molti mesi, a volte un anno.
Al momento, pertanto, la sintomatologia riferita è compatibile con la diagnosi avuta.
Ci vuole un po' di pazienza.
La visita neurologica ad ottobre capisce bene che è molto lontana, è consigliabile anticiparla, tale visita serve per escludere altre condizioni e pertanto, se negativa, confermare l'attuale diagnosi. Eventuali esami diagnostici, compresa la RM, saranno richiesti dal collega se ritenuti opportuni.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 491XXX

La ringrazio per la risposta,
Buona serata.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona serata anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 491XXX

Salve dottore, approfitto della sua gentilezza per aggiornarla sulla mia salute e chiederle un parere. Ho fatto la visita neurologica con esito negativo e che ha confermato l' assenza di nistagmo. Negli ultimi 10 giorni sono stata piuttosto male, ho avuto attacchi violenti di bruciore di stomaco e nausea, un'interinista mi ha diagnosticato una brutta gastrite con reflusso che sospettavo di avere da più di un anno ma che probabilmente ho sottovalutato. Lui sostiene che anche il reflusso possa causare le vertigini, le vampate di calore e la sensazione di stanchezza. Al momento la sto curando, la cura è lunga. Io sono abbastanza scoraggiata, nelle ultime settimane le veritigini e il senso di instabilità stanno compromettendo il nornale svolgimento della mia vita. Domani farò una risonanza all' encefalo e al rachide cervicale su suggerimento sia dell' otorino sia dell' internista. Spero di avere una risposta dalla risonanza. La mia domanda è se è davvero possibile che il reflusso, sicuramente sottovalutato, possa scatenare questo malessere generale. Inoltre sento sempre le orecchie che scoppiettano e credo che siano la causa della sensazione di instabilitá. Penso che andrò anche da un altro otorino, il terzo!
Grazie

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

non penso che la sintomatologia riferita possa essere causata dal reflusso.
Faccia la RM prescritta e, se vorrà, potrà farmi sapere l'esito.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 491XXX

Salve dottore, le scrivo il referto della risonanza.
Sistema ventricolare regolare per morfo-volumetria in asse; regolari gli spazi subaracnoidei periencefalici, pericerebellari e periassiali; assenti significative aree di alterato segnale del parenchina encefalico sopra e sottotentoriale; ampliamento di alcuni spazi perivascolari alla base encefalica; ipofisi e corpo calloso regolare. Esame nei limiti della norma.
Premesso che la prossima settimana andrò dal medico, volevo chiederle se secondo lei c'è qualcosa di rilevante soprattutto in relazione ai miei sintomi. L' ampliamento degli spazi perivascolari è un dato da valutare con ulteriori esami? Cosa significa?
Grazie

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

la RM encefalica è negativa, infatti l'ampliamento dì alcuni spazi perivascolari non è considerato patologico, eccetto quelli giganti ma questo non è il Suo caso in quanto sarebbe stato riportato nel referto.
Pertanto tale ampliamento è asintomatico, anche se qualcuno sostiene che possa causare dei sintomi aspecifici.
Personalmente ho visto solo casi asintomatici.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 491XXX

La ringrazio molto per la sua disponibilità e gentilezza, sono più tranquilla avendo il referto della risonanza.
Buonasera.