Utente 483XXX
Ho avuto molti strani sintomi nel corso degli anni dall'adolescenza ogni sintomo e durato lunghissimi mesi dai 3 ai 6 mesi tutto il giorno tutti i giorni. Formicolii molto forti agli arti con perdita di sensibilità e movimento di alcune dita che non riuscivo nemmeno ad aprire mi restavano mezze chiuse per mesi ,lati avambracci e aree delle gambe senza sensibilità x mesi ,perdita di vista al risveglio o dopo qualsiasi movimento x mesi, Improvvise cadute cioè mentre ero del tutto normale ed ero in piedi le mie gambe credevano del tutto e non avevo forza nel muoverle faceva molto male provare a muoverle poi partiva un forte formicolio dal bacino scendeva fino alla punta dei piedi e riacquistavo leggera sensibilità e forza nel muoverle nonostante il forte dolore che mi provocava farlo e che inizialmente dovevo trascinarmi dietro le gambe aggrappata ai muri costringendolo a riprendere motilità , difficoltà respiratorie, al risveglio istintivamente e normalmente non avvertendo nulla di strano nel mio corpo provavo ad alzarmi ma il corpo o cadeva del tutto disteso senza possibilità di muoverlo o ricado seduta senza possibilità di muovere gambe dura il tutto pochi secondi e man mano mi riprendo questo c'è lo tt ora , e successo anche con braccia che volevo prendere il bicchiere ma il braccio faceva un leggero movimento ma cadeva giù morto nonostante ci fosse sensibilità. Prima del impossibilità a mangiare che ho ora , per un mese Mi sono svegliata tt i giorni e a volte anche ora succede con lingua paralizzata immobile e parlavo male per 15 minuti o più perché non riuscivo a muovere la lingua poi man mano passava attualmente da dicembre non posso più mangiare il cibo non scende, ho avuto blocchi dei bocconi nella prima parte del esofago , durante l'anno scorso e il cibo sempre più spesso mi andava di traverso ancora prima di ingoiarlo. In questi mesi oltre al non poter ingoiare e respirare ho costante stanchezza arti molto forte al punto da fare male dopo un po, se cammino x un quarto d'ora qnd mi siedo mi fa malissimo dietro le ginocchia e le gambe diventano macigni stanchi, in qst momento la mano che scrive ha due dita senza sensibilità (il mignolo è il dito vicino al mignolo fino a scendere in metà del avambraccio) negli ultimi mesi ho notato che ho difficoltà a fare pipi, nel senso che x riuscire a farla passano svariati minuti e il flusso è lento e a vlt si ferma x più riprendere, non è un problema costante ma succede. Impossibilità di parlare, se sorrido i muscoli del sorriso mi tirano la gola e dopo poco come se lo sforzo compromettesse la muscolatura del collo e prime vie aeree mi peggiora il respiro e la deglutizione, sopratutto il respiro. Se alzo voce mi manca del tutto l'aria.
Per ora mi è stato riscontrato marcata crescita candida albincans orofaringea, reflusso, elicobacter, esofagite. Acantosi esofagea,improvvisamente sono diventata allergica ad ogni farmaco e mi scatenano difficoltà respiratorie o orticaria.
Mi piacerebbe avere un parere

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

con una sintomatologia così complessa ritengo che abbia già effettuato una visita neurologica con successivi esami diagnostici richiesti dal collega, è corretto?
In caso affermativo, cosa Le è stato detto?
Le faccio queste domande perchè in un caso come il Suo è impossibile dare un parere senza l'esito di una visita neurologica con correlati esami.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 483XXX

No ancora no. Ho problemi a mangiare da dicembre, totale disfagia venuta dopo un blocco di boccone in gola e a cui è conseguita una strana crisi con violenti scatti braccia gambe mascella denti durata 20 minuti, forte rigidità corpo e qnd è finita forte mal di testa e difficoltà nel comunicare le risposte ai medici, nonostante io le sapessi non riuscivo ad acciuffarle nel mio cervello x comunicarle e durato 5,6 ore.
scendono solo liquidi e con molta difficoltà. Respiro malissimo. Mi hanno indirizzata verso otorino, poi otorino da gastroenterologo. Che mi ha fatto fare esami vari del sangue e gastroscopia, esami del sangue tt normale, marker tumorali negativi, anticorpi celiachia negativi perché da mesi che non mangio e tutt'ora riesco a bere solo cose senza glutine, genetica positiva a celiachia, gastroscopia evidenzia villi appiattiti, acantosi esofagea, esofagite, elicobacter e in più ho la candida orofaringea. Ho accennato alcuni di questi sintomi al nuovo gastroenterologo e mi ha fatto fare immunoglobuline igg igm più anticorpi anti recettore acetilcolina x sospetto miastenia.
Vorrei capire questi sintomi che ho avuto sono riconducibili a qualche malattia neurogica in particolare?
Che tipo di esami dovrei fare secondo lei?
Che parere ha in merito?

Ah io ho tiroide hashimoto, episodi di alopecia, ovaio policistico e il gastroenterologo ha detto di sicuro pure la celiachia c'è. In ospedale quando mi sentii male mi fecero visita approssimativa neurologica pendevo leggermente all'indietro e gli occhi quando mi diceva di tenerli fermi a destra scattavano dall'altro lato, la tac senza contrasto era ok.

Il gastroenterologo mi ha detto di fare visita immunologo per le allergia ai farmaci comparse improvvisamente da quando è comparsa la disfagia e tutto il resto è quella neurologica. Fosserò entrambe in questa settimana.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come Le dicevo precedentemente, senza una visita diretta non è possibile stabilire la natura del Suo problema, infatti se la visita neurologica fosse negativa, cioè non si riscontrasse nulla, sarebbe molto probabile l'origine psicosomatica, se invece la visita neurologica dovesse mettere in evidenza alcune alterazioni, in base a queste evidenze il collega potrebbe richiedere eventuali esami strumentali mirati.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 483XXX

Ci sono casi in cui magari visita neurologica negativa ma presenza di malattia cmq? Non credo che qualcosa di psicosomatico posso creare tutto questo, mi riferisco anche al deglutire, parlare. Qualora per il neurologo magari la visita è negativa. Io come posso spiegare questi sintomi

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Lei prima deve elencare tutti i sintomi che ha qui descritto, poi il neurologo effettua la visita ed eventualmente richiederà gli esami diagnostici più opportuni al Suo caso.
Si procede così.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 483XXX

Ok la ringrazio per le risposte precise e veloci, se le fa piacere man mano aggiornerò dopo aver fatto visita neurologica e eventuali esami per avere un suo parere

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Certamente, può farmi sapere gli sviluppi del caso.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 483XXX

Salve dottore volevo aggiornarla su una cosa, sotto consiglio del otorino perché avvertivo linfonodi gonfi sopratutto una massa che ogni tanto si gonfia diventando turgida se pur circoscritta e di 2cm circa sotto mandibola che mi indolenzisce e fa leggermente male tutto sotto mandible mento e collo per poi nei giorni prendere anche spalle, ho fatto ebv test su campione di sangue.
Il risultato
Anticorpi Igg 163
- valori sotto i 20 negativo
- sopra i 20 positivo.

Anticorpi igm <10
- valori sotto i 20 negativo
- sopra i 40 positivo.


Il punto è che la mononucleosi si trasmette con la saliva, ma io per questioni personali di natura psicologica non sono mai stata con nessuno né mi sono mai scambiata baci. Com'è possibile questo riscontro allora?
Ho letto può risultare in sclerosi multipla o in alcuni linfomi.
Sarebbe fattibile una trasmissione tramite sonde non pulite adeguatamente oppure posso totalmente escludere questo tipo di trasmissione?

Devo farlo presente al neurologo alla visita fissata per il 22?
Che ulteriori esami dovrei fare per capire se c'è un linfoma dove si gonfia? Una eco con ecocolordopler andrebbe bene?

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la mononucleosi non si trasmette soltanto attraverso il bacio ma anche tramite oggetti venuti in contatto con la saliva di persone affette dall'infezione, spesso asintomatica.
Nel Suo caso è stata rilevata un’infezione pregressa, cioè avvenuta precedentemente, in atto non attiva.
Ne parli col neurologo ma anche col medico curante.
Un’ecografia linfonodale? Nulla vieta di effettuarla.
Consideri che questa infezione si riscontra nella stragrande maggioranza dei soggetti che si sottopongono al test per l'ebv.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 483XXX

Stavo pensando di fare quella alla tiroide con ecocolordopler e fargli controllare anche sotto mandible e mento dove mi si gonfia e fa male.
Quella linfonodale è differente e più indicata?

Se fosse un linfoma, si vedrebbe da una eco o uscirebbe solo una reattività?

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mediante un’ecografia linfonodale è possibile differenziare in linea di massima un linfonodo reattivo da un linfonodo neoplastico. Poi sta all'ecografista, nei casi dubbi, dare delle indicazioni precise.
Riguardo la tiroide ed il resto che menziona deve rivolgersi al Suo medico curante per avere un consiglio in tal senso.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 483XXX

Dottore un'ultima domanda, da un mesetto mi ritrovo spesso in una posizione un po' strana, cioè mi inclino verso destra si leggermente col Busto ma soprattutto il capo inclinato a destra, non so se lo faccio spontaneamente per respirare meglio o per la vista. Vorrei mostrarvi alcune foto degli occhi per capire se c'è forse una lieve Ptosi o lieve strabismo.
Noto che quando guardo o mi concentro su un occhio o sull'altro per vedere.

Questa foto è scattata a capo raddrizzato dritto

https://drive.google.com/file/d/1oKBi1p1EuIbD2Z1U3bHit5UxvyrTS8Az/view?usp=drivesdk


Questa qui nella postura che assumo inclinando il capo a destra.

https://drive.google.com/file/d/16d1HCq1uxB6hvlNgTB5sIX3E8-FkU4Sz/view?usp=drivesdk


https://drive.google.com/file/d/1bLYRhUg_tGT9PqJhu0pk0V59bE0K4NyV/view?usp=drivesdk


Il gastroenterologo sospettava miastenia per gli altri sintomi, ma i due anticorpi sono negativi. Posso escluderla?

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è vietato dalle linee guida del sito inviare immagini ai fini diagnostici, la invito a cancellarle, grazie per la collaborazione.
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 483XXX

Non lo sapevo, provvedo a rimuovere le immagini subito chiedo scusa.

Dottore vorrei informarla sugli sviluppi, ho fatto visita neurologica risulta negativa tranne che per una ipotonia della scapola sinistra, tra l'altro mi ha informato il neurologo che ho sbagliato ha fare l'esame anti Musk, non era quello ma un'altro quindi ancora non è esclusa la miastenia.
Cos'è una fascicolazione? Io ho sempre praticato sport anche prima della disfagia e dei problemi a respirare sopratutto che ora mi vietano grandi attività perché poi mi manca aria. Sono ferma infondo da 6 mesi. Potrebbe essere un sintomo di miastenia o altro?
Un'altra cosa da un eco tiroide è uscito che I linfonodi laterocervicali e sotto mandibolari presentano iperplasie e sono reattivi. Dovrei approfondire o forse è solo colpa della candida orofaringea? E normale che siano tutti così i linfonodi del collo?

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le fascicolazioni sono delle contrazioni spontanee di gruppi muscolari, spesso visibili all’esterno.
Ipotesi se ne possono fare diverse ma sinceramente lasciano il tempo che trovano. Miastenia? È una possibilità se avanzata dal neurologo. I linfonodi possono essere reattivi alla candida ma anche essere un esito temporaneo della mononucleosi.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 483XXX

La fascicolazione sarebbe la stessa cosa del ipotonia o sono due cose distinte?

Per la mononucleosi dicono fosse un infezione vecchia, già passata alla precedente eco I linfonodi nonostante avessi in quel momento esofagite e di sicuro la mononucleosi era precedente ancora di più e otite erano normali
Ora invece sono così, spero sia solo dovuto a candida perché comunque in questi ultimi 2 mesi mi sono comparsi moltissimi nei rossi marroni chiari o marroni in modo veloce su petto collo e braccia. Dovrei preoccuparmi visto anche i linfonodi? Continuano ad uscirne ogni volta che guardo ne trovo di nuovi

Potrebbe essere dovuto a questioni ormonali visto che non assumo eutirox da 6 mesi?

[#17] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

fascicolazioni ed ipotonia sono due cose molto diverse, essendo quest’ultima una diminuzione del tono muscolare.
Per la continua comparsa dei nei deve farsi controllare da un dermatologo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente 483XXX

Praticamente nel referto c'è scritto ipotonia dei muscoli del cingolo scapolare ( tendenza allo scollamento scapolare)

In parole povere che vuol dire?
Dovendo fare un emg a stimolazione ripetitiva si vedrà se c'è qualcosa di neurologico o muscolare?
Oppure dovrei rivolgermi ad altro specialista per questo tipo di problema

[#19] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

faccia prima l’EMG e poi, in base al risultato, si vedrà come procedere. Al momento lo specialista di riferimento resta il neurologo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#20] dopo  
Utente 483XXX

L'emg la farò in un arto superiore e uno inferiore.
Sarebbe il caso farla nel lato in cui presento ipotonia per evidenziare qualcosa oppure è uguale?

[#21] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
È opportuno effettuarla dal lato ipotonico e possibilmente anche a livello del cingolo scapolare.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#22] dopo  
Utente 483XXX

Il neurologo ha detto che non fa differenza se destra o sinistra, forse perché è presente ipotonia in entrambi i lati?

Una curiosità dottore, io dall'inizio della disfagia e della difficoltà a respirare sono piena di un denso muco trasparente che non riesco ne a ingoiare ne a cacciare, quando è più presente noto che ho maggiore difficoltà a respirare è far scendere liquidi per esofago
Confrontandomi con persone affette da mia mi dicono che hanno questo tipo di muco ed è legato all affaticabilità respiratoria.
È così?
Fin'ora mi è stato detto era per reflusso.
Ma mi sorge il dubbio perché proprio quando ho i muchi come ora ho difficoltà a fare ampi respiri,faccio respiri brevi e spesso mi si bloccano dandomi sensazione di soffocare.
Me sono piena anche in bocca, interno guance e dove si ingoia oltre che gola.

[#23] dopo  
Utente 483XXX

Buonasera volevo aggiornarla ho appena fatto EMG e stimolazione ripetitiva.
Il dottore dice c'è una sofferenza muscolare, miopatia.

Questa miopatia può essere riconducibile al mio problema nel mangiare da così tanti mesi e nel respirare, parlare ecc?
Le riporto il referto qui sotto.

CONCLUSIONI
il test di stimolazione ripetitiva in condizioni di riposo e dopo contrazione volontaria massimale evidenzia, sia nel muscolo massetere di sinistra che trapezio di destra assenza di risposte decrementali significative
(che vuol dire questo? C'è qualcosa?)

Lo studio EMG del muscolo deltoide di destra evidenzia la presenza di PUM di piccole dimensioni e talora palifasci, frammisti a PUM di normali dimensioni come da lievi segni di sofferenza miopatica.

Cosa bisogna fare ora per capire?
In parole semplici a cosa può essere riconducibile?

Tenendo conto che io ho sempre fatto sport inteso come palestra e avevo ripreso ad allenarmi maggio scorso fino a dicembre tutti i giorni con 1 ora di corsa, esercizi per gambe, glutei fianchi, interno coscia, pesi per tonificare avambraccia, braccia, spalle, schiena, fianchi/vita,più step. Poi ho iniziato a stare male e ho interrotto allenamento a dicembre perché anche camminare o piccoli sforzi mi bloccano il respiro non c'è la faccio mi stanco subito. In soli 6 mesi di interruzione è possibile sviluppare ipotonia e sofferenza miopatica?

[#24] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

all’emg è stata riscontrata una lieve sofferenza muscolare.
Ovviamente non possiamo risalire alla natura del problema, deve rivolgersi ad un centro per lo studio delle malattie muscolari dove effettueranno altri esami diagnostici per approfondire il caso.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#25] dopo  
Utente 483XXX

Potrebbe essere una fibromialgia? Nonostante i sintomi non sono proprio congruenti oppure proprio per la positività emg posso concentrarmi su un'altro tipo di miopatia?

La fibromialgia si diagnostica di solito proprio per assenza di qualsiasi positività a questi esami solo su un quadro clinico giusto ?

[#26] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Esattamente, la fibromialgia si diagnostica clinicamente e con esami diagnostici negativi che non fanno pensare condizioni patologiche alternative.
Dr. Antonio Ferraloro

[#27] dopo  
Utente 483XXX

Quindi a me non è fibromialgia, ma c'è altro visto la positività emg se ho capito bene.

Questo tipo di esito si riscontra in miastenia?

[#28] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

poco probabile l’ipotesi della fibromialgia e della miastenia.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#29] dopo  
Utente 483XXX

Questo tipo di esame può indirizzare verso malattie tipo sclerosi multipla, spa?

O verso quali indirizza?

[#30] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Un problema muscolare non è correlato alla SM.
Le problematiche muscolari sono numerose e non è questa la sede per elencarle, non avrebbe senso.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#31] dopo  
Utente 483XXX

Posso farle ultime 2 domande?
Poi la aggiornerò nuovamente magari se avrò altri esiti in futuro per ricevere un suo parere.

1)Può un ipotiroidismo di 3-4 mesi creare ipotonia e una sofferenza miopatica o impiegherebbe molto di piu?

2)una perdita di peso tra i 15-17kg e un alimentazione normale assente a causa della totale disfagia può portare in 6 mesi a ipotonia dei muscoli del cingolo scapolare e a questa lieve sofferenza miopatica?

Se si, basterebbe rimettere su peso o riordinare la tiroide per far sparire la miopatia o comunque i tempi sono troppo brevi per crearsi questo tipo di problematiche

[#32] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

1. No
2. No, il problema sarebbe generalizzato.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#33] dopo  
Utente 483XXX

Si esclude sia generalizzata cioè dovuta ad alimentazione normale assente e a calo considerevole di peso visto che altri muscoli analizzati, se pur con un esame diverso dal emg, cioè la stimolazione ripetitiva, non hanno evidenziato sofferenza miopatica?

O per capire se è generalizzata e magari data solo dal calo ponderale e alimentare anomala bisogna eseguire comunque una emg in vari muscoli del corpo?

Basta l'altro esame eseguito in concomitanza in altri distretti muscolari a escludere sia generalizzata?

[#34] dopo  
Utente 483XXX

Salve dottore volevo aggiornarla sugli esiti degli esami fatti.

ALDOLASI

LATTICO-DEIDROGENASI (LDH) ISOENZIMI

CREATINFOSFOCHINASI (CPK)
ISOENZIMI CPK

ENA Autoanticorpi profile
V.E.S.
PROTEINA C-REATTIVA (PCR)
COMPLEMENTO : C3
COMPLEMENTO : C4
CALCITONINA

Sono tutti nella norma tranne questi

VES 25 (valori riferimento 2-15)

Ldh2 (28.4 valori riferimento 29.2 - 41.6)

Ldh4 (14.3 valori riferimento 5.9 - 12.3)

Cosa indicano questi valori?

Ricordando che io ho disfagia da mesi, problemi nel parlare in alcuni giorni troppo allungo mi si abbassa voce e non riesco a tenere tono alto o normale, respirare. Riscontrata da emg lieve sofferenza miopatica.

Sa darmi un suo parere?
Dovrei fare qualche altro esame?

[#35] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la ves aumentata indica uno stato infiammatorio in generale ed è presente in svariate condizioni.
L'Ldh2 lievemente diminuito non ha significato patologico.
L'ldh4 è presente nei muscoli, nel fegato, nei linfonodi, ecc., il suo aumento è lieve e non può essere interpretato a distanza senza una valutazione clinica, deve rivolgersi allo specialista che La segue o meglio, come Le dicevo precedentemente, ad un centro che si occupi di malattie muscolari dove studieranno in maniera approfondita il caso.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#36] dopo  
Utente 483XXX

Visto la emg evidenzia una lieve miopatia e più probabile che Ldh4 indichi anch'esso qualcosa di musucolare?

Comunque visto che CK è isoenzimi CK sono tutti normali non credo sia un qualcosa di veramente serio giusto?

Cioè non c'è un danno lesione muscolare, il valore è lievemente più alto. Se ho capito bene può essere anche solo un infiamazione muscolare o che lei sappia anche questi pochi valori possono indicare una patologia muscolare?

[#37] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
L’aumento, come Le dicevo, è lieve, va interpretato dai Colleghi che La seguono. Il problema sembrerebbe lieve ma ovviamente non si può dare certezza.

Buonanotte
Dr. Antonio Ferraloro

[#38] dopo  
Utente 483XXX

Quindi diciamo che di per sé qualcosa di muscolare effettivamente c'è se ho capito bene,ma è lieve o forse al suo inizio visto il valore, corretto?
Visto che comunque io il problema della disfagia c'è lo solo da questo dicembre.

Ma il valore ldh4 potrebbe essere alterato per le iperplasie e reattività riscontrati ai linfonodi laterocervicali e sotto mandibolari? Oppure non c'entra

[#39] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

di solito indica problematiche muscolari, specialmente nel Suo caso in cui l’EMG ha dato un esito in tal senso.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#40] dopo  
Utente 483XXX

Dottore volevo aggiornarla su gli esiti di esami di routine consigliati nel frattempo dal medico di base, emocromo con formula è got (ast) e gpt (alt)

Tutto l emocromo è got e gpt sono ok nonostante Ves alta come le dissi e Ldh4 alto.
L'unico valore alto sono gli Eosinofili che è circa un anno che in 3 emocromi ho riscontrati lievemente alti mentre in uno no.

Eosinofili 6 % valori di riferimento 1-4

Formula leucocitaria in v.a.

Eosinofili 414 mmc

Questo valore coincide con qualche problema muscolare anch'esso oppure no?

[#41] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

no, l'aumento degli eosinofili non è da ricondurre a problematiche muscolari, spesso è associato ad allergie.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#42] dopo  
Utente 483XXX

Formula leucocitaria in v.a.
Neutrofili 3.588 mmc
Eosinofili 414 mmc
Basofili 0 mmc
Monociti 345,0 mmc
Linfociti 2.553 mmc

Questo è tutto normale?
Non ci sono valori di riferimento vicino non capisco.
La ringrazio molto per tutte le risposte e informazioni che mi da, mi sono molto utili.
Dopo quest'ultimo parere la aggiornerò a settembre dopo la seconda visita che mi ha richiesto il neurologo per vedere come proseguire per l'esito del emg e del Ldh4.
La ringrazio ancora moltissimo dottore.

[#43] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

i valori sono assolutamente nella norma, stia tranquilla.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#44] dopo  
Utente 483XXX

Buonasera dottore, avevo ripromesso di non disturbarla fino a nuova visita e ulteriori sviluppi. Ma proprio stasera mi è capitata una cosa strana mai successa fin ora. Stavo uscendo dal sonno, dormicchiavo sdraiata su un fianco leggermente in dormiveglia improvvisamente mi sono letteralmente sentita svenire non so se sia svenuta perché ero comunque sdraiata e in dormiveglia, ma improvvisamente mi sono sentita svenire tutto il corpo ha ceduto velocemente gradualmente e insieme a esso sentivo chiaramente la bocca che mi era ceduta spalancata con lingua di fuori, l'udito era attutito I rumori del ventilatore e tv ovattati, dopo questo cedimento sono rimasta in quello stato 5 o 6 secondi su un fianco con bocca spalancata e lingua di fuori cosciente mentalmente perché capivo e avvertivo (infatti automaticamente visto il mio problema a respirare quotidiano e che in quel momento non avevo forza e controllo nel corpo e nella lingua ho chiaramente pensato "resta di lato sennò ti soffochi") ma incapace di riprendermi fisicamente.
Avevo anche fin dall'inizio del cedimento una sensazione di vibrazioni all intera testa.
Non era assolutamente la comune sensazione di precipitare nel sonno che ti fa risvegliare.
Ma proprio come uno svenimento.
È possibile?

[#45] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l’episodio descritto è di difficile inquadramento diagnostico, molto atipico, non escluderei l’origine ansiosa ma ovviamente è solo un’ipotesi a distanza.
Dr. Antonio Ferraloro

[#46] dopo  
Utente 483XXX

Salve dottore volevo mostrarle esiti di alcuni esami fatti in questi giorni per avere un suo parere, mercoledì poi ho seconda visita neurologica. Prima di questi esami volevo dirle che alla miastenia sono negativa per entrambi anticorpi, visita neurologica negativa evidenzia ipotonia dei muscoli del cingolo scapolare con tendenza allo scollamento scapolare, eletromiografia evidenzia lieve miopatia fatta muscolo deltoide, stimolazione ripetitiva normale, CPK e ldh normali, solo isoenzima Ldh4 è alto 14,3 * valori riferimento 5.9 - 12.3. Vorrei precisare che a luglio il mio emocromo era ancora normale solo Eosinofili erano alti e VES era alto 25* valori riferimento tra 2-15.

In merito a questi esami che ora le mostro sono dubbiosa su cosa indichino per esempio il fosforo e alto ma i valori reni sono normali, emoglobina e mchc bassi dovrebbero evidenziare anemia di cui ho spesso sofferto ma la sideremia è normale quindi possono essere collegati ad altre cause? E l'esame delle urine dice reazione ipoacida (vuol dire troppo acide o non abbastanza?) Cellule Basse vie Numerose, leucociti sono rari ma presenti e cristalli - Rari urati amorfi questi riscontri delle urine possono in qualche modo spiegare una candidosi orale che non passa?

[#47] dopo  
Utente 483XXX

GLICEMIA 108 mg/dl 70 - 110

AZOTEMIA 15 mg/dl 10 - 50

CREATININEMIA Metodo Enzimatico a due letture 0,70 mg/dl 0.4-1.30

AST / GOT 20 U/L < 43

ALT / Gpt 11 U/l < 48

COLESTEROLO Totale 149 mg/dl fino a 200

HDL COLESTEROLO 50 mg/dl > 35

LDL89 mg/dl 0 - 150

Trigliceridi 54 mg/dl 35 - 190

GAMMA GT 10 U/L 7-55

L.D.H. 438 U/L 240 - 570

FOSFATASI ALCALINA* 33 U/L Adulti : 38 - 145

LIPASI 162 U/l 23-300

SODIO NEL Siero 141,7 mmol/L 137-150

POTASSIO NEL Siero 4,1 mmol/L 4.0-5.

CALCIO NEL SIERO
9,2 mg/dl 8,4 - 10,2

FOSFORO NEL SIERO
5,6 * mg/dl 2.5 - 4.5

T.A.S. 120 UI/ml fino a 200

V.E.S. 15 mm < 15
1a ORA

PROTEINA C-REATTIVA
0,9 mg/l fino a 10

REUMA TEST
1,1 UI/ml 0-14

[#48] dopo  
Utente 483XXX

Emocromo

GLOBULI ROSSI 4.200.000 mmc 3.900.000 - 5.500.000

GLOBULI BIANCHI 7.500 /mmc 4.300 - 10.000

EMOGLOBINA 12,5 gr/dl 11,5 - 15,50

EMOGLOBINA * 78,1 % 80 - 100

VALORE GLOBULARE 0,93 % Fino a 1

EMATOCRITO HT 40,0 % 36 - 45

M C V 95,2 fL 80 - 96

M C H 29,8 pg 26,0 - 31,0

M C H C * 31,3 gr/dl 32,0 - 36,0

PIASTRINE 277.000 /mmc 150.000 - 400.000


FORMULA LEUCOCITARIA

NEUTROFILI 53,0 % 45- 70
EOSINOFILI 7,7 * % fino a 5
BASOFILI 0,7 % fino a 2
LINFOCITI 32,6 % 20- 40
MONOCITI 6,0 % fino a 10

SIDEREMIA 97 mcg/dl 37 - 145


FT3 (TRIODOTIRONINA LIBERA) 7,14 pmol/L 4.26- 8.10

FT4(TIROXINA LIBERA) 13,90 pmol/L 10-28.2

TSH (ORMONE TIREOTROPO) 9,37 * mU/l 0.4-4.68

[#49] dopo  
Utente 483XXX

Mi può dare un suo parere? La ringrazio per il suo tempo

[#50] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

gli esami effettuati non sono indicativi di qualche patologia in particolare, la stragrande maggioranza sono valori normali, quelli alterati lo sono di poco, alcuni non significativi.
I riscontri delle urine non hanno nulla a che vedere con la candidosi del cavo orale.
Le urine ipoacide possono anche essere nella norma, dipende dal valore del pH.
Invece deve effettuare una visita endocrinologica per il valore aumentato del TSH.
Per il resto si rivolga al Suo medico curante.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#51] dopo  
Utente 483XXX

Ma il termine di per sé Ipoacida cosa indica? Troppo acide o non abbastanza?
Come posso verificare il ph?

[#52] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il pH è riportato di solito nei dati degli esami di urina.
Ipoacide significa poco acide e possono essere anche considerate, da questo punto di vista, anche nella norma.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#53] dopo  
Utente 483XXX

Buonasera dottore stamani sono tornata a visita dal neurologo mostrando i vari esiti che ho detto fin ora a lei.
Ho ricontrollato le spalle e riscontrato di nuovo solita ipotonia dei muscoli del cingolo scapolare con tendenza allo scollamento scapolare ma dice può essere benigna o esserci dalla nascita, ha detto che siccome i valori CPK sono normali non poteva richiedere subito una biopsia muscolare come da prassi ma che avremmo ripetuto emg tra 2 o 3 mesi su più muscoli e dal futuro esito di questa poi deciso se fare biopsia muscolare.
Ha detto ci sono miopatie che non si altera CPK per questo per sicurezza si sarebbe fatto questo procedimento.
Subito dopo gli mostro gli ultimi esami e vedendo quelli della tiroide con tsh aumentano ha detto che visto questo esito tsh non dovevamo fare più nulla, che sicuramente si tratta di una miopatia da tiroidite.
A questo punto chiedo un suo parere, nonostante ci sia questa lieve miopatia da emg (analizzato un solo muscolo deltoide al braccio che considero buono, il collega non verificò tutti e 4 gli arti proprio perché trovò già esito li) nonostante lieve rialzo Ldh4 e tutti i sintomi che continuano a esserci e peggiorare veramente mi conviene non proseguire? Voglio precisare che questo neurologo è specializzato in miastenia e già vedendo esiti di questa negativi ha iniziato a minimizzare per poi dire sì tratta di tiroide. Mi conviene chiedere un ulteriore parere per indagare altre patologie neurologiche muscolari e ripetere emg privatamente a tutti e 4 arti oppure lascio stare?
Devo ammettere che non sto tranquilla dopo un colloquio che ha fatto improvvisamente di tutto niente, anche lui ha detto ci sono troppi sintomi ma non riconducibili ad una cosa precisa per cui non occupandosi attivamente di altre patologie ma trattando prevalentemente miastenia mi ha liquidata dicendo che è causa di tsh alterato. Sistemarlo è in caso tornare se sto ancora così. Ma io sto diventando uno scheletro non posso starmene con le mani in mano altri 6 mesi ad aspettare. Mi dia un suo parere e consiglio su cosa dovrei fare

[#54] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in effetti un secondo parere neurologico è consigliabile, possibilmente presso un collega che si occupi di patologie del sistema nervoso periferico o, meglio ancora, presso un centro specializzato in tal senso.
Questi centri, a parte alcune strutture autonome, sono di solito associati ai reparti di Neurologia dei Policlinici universitari.
Si da per scontata la visita endocrinologica.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#55] dopo  
Utente 483XXX

La ringrazio seguirò il suo consiglio di chiedere un ulteriore parere.
Per quanto riguarda la emg a singola fibra su tutti e 4 gli arti che vorrei fare, la faccio o attendo prima un'altro parere?
Magari con quest'ultima che è più precisa riuscirò ad avere qualche dato più concreto e verrò ascoltata di più

[#56] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se l’esame non è stato consigliato dal neurologo attuale aspetterei prima di sentire un secondo parere.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#57] dopo  
Utente 483XXX

Ok la ringrazio allora aspetto. Non ricordo se già le chiesi questa cosa è volevo capire se potrebbe trattarsi di neurite ottica.
alcuni anni fa iniziai a perdere improvvisamente e momentaneamente la vista tutti i giorni più volte al giorno per circa 15-20 secondi, questa perdita momentanea è sempre accompagnata da una pressione dietro gli occhi e alla testa all'altezza della fronte. Mi succede qnd mi metto in piedi al risveglio, e durante comuni movimenti e a volte anche senza apparente motivo . Da questo primo periodo di questi sintomi, che durò alcuni mesi per poi sparire da solo, mi sono rimasti dei corpi mobili davanti la vista e ogni volta che questo problema si ripresenta per altri mesi consecutivi per poi sparire da solo mi accorgo che la mia vista peggiora sempre di più, tutt'ora mi è ritornato da alcuni mesi e la vista peggiora ancora di più. A volte all'occhio dx si fa come una patina opaca sopra per svariati minuti e da quel occhio in quei minuti è tt offuscato e totalmente appannato non mi permette di vedere ovviamente poi dopo un po di minuti la patina si toglie.
A volte la patina si fa solo in parte e dura meno.

[#58] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la sintomatologia che descrive non è indicativa di neurite ottica, ne parli con un oculista e lo riferisca anche al neurologo a cui si rivolgerà.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#59] dopo  
Utente 483XXX

Buonasera dottore volevo aggiornarla su alcune cose. Ho fatto visita oculistica che risulta che sono affetta da una grave anisometropia = differenza di rifrazione tra un occhio e l’altro

OD astigmatismo miopico composto di 7,25 diottrie
OS astigmatismo miopico composto di 4,75 diottrie

È per pura curiosità visto i miei sintomi di costante perdita peso aumentata ora che mangio più cose dolci, sintomi visivi di offuscamento e perdita vista, nausea, palpitazioni, totale secchezza mucose bocca e gola che mi costringe a bere costantemente x ore a piccoli sorsi ma senza senso di forte sete solo per fortissima disidratazione mucose improvvisa hanno un peggioramento dopo aver bevuto molte cose dolci o mangiato gelato ho ripreso in mano una vecchia curva da carico fatta per vedere se affetta da insulino resistenza (ho tiroide hashimoto, ovaio policistico, celiachia)

È ora confrontandomi con persone insulino resistente e un endocrinologo esce fuori che si c'era insulino resistenza già ad ottobre dell'anno scorso. A questo punto mi chiedo non è che ci sia proprio questo alla base di tutti i miei problemi? Una forme di diabete può portare a disfagia per solidi come la mia e a candida orale incurabile?

Le allego la foto dell'analisi fatta la rimuoverò subito dopo che lei l ha visionata.mi può dare un suo parere su se è fattibile?


https://drive.google.com/file/d/1XfIJsVhKorMgydGJUP5LzilyDEwws_LA/view?usp=drivesdk

[#60] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in generale il diabete scompensato può causare una neuropatia autonomica di cui uno dei sintomi può essere la disfagia per i solidi, ugualmente il diabete è un fattore di rischio per la candidosi orale e altre infezioni.
Questo in generale e non riferito al Suo caso particolare, Lei per approfondire il caso si rivolga ad un endocrinologo o un diabetologo in quanto il problema esula dal mio campo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#61] dopo  
Utente 483XXX

Va bene la ringrazio dottore per il consiglio, chiederò un parere anche ad un diabetologo e endocrinologo per capire meglio.

[#62] dopo  
Utente 483XXX

Buongiorno dottore, spero di ricevere presto una sua risposta in merito, sono in ospedale in osservazione da 2 giorni perché mi sono sentita male, praticamente sentivo di non poter respirare non tanto di mancanza aria ma come se i muscoli del diaframma non collabborassero più e non riuscivo a prendere aria. Attualmente fatte tac emocromo rx petto dicono normali anche se io avevo fatto emocromo e altri esami una settimana prima e c'era anemia e altri valori sballati. La mia domanda è su la eeg che mi è stata fatta ieri, premetto che anche se barcollavo perché ho formicolii costanti gambe e indolenzimento muscoli gambe e debolezza ci sono andata sui miei piedi e ci riuscivo ma quando mi hanno detto di aprire gli occhi durante esame non riuscivo ad aprirli se non di pochissimo e avevano degli scatti e i muscoli delle palpebre erano come incollati indolenziti molto, 2 3 volte ho avuto dei piccoli accenni molto lievi alle crisi avute in questi tempi tipo stretta mascella lievi scatti di tremori ma molto lievi proprio un accenno, qnd dovevo alzarmi mi sono accorta che non potevo parlare non avevo voce e non mi reggevo in piedi nemmeno un po', mi hanno portata via in sedia ma nonostante questo loro dicono il tracciato e normale e che era impressione, le garantisco sull'anima che ho in corpo che non era affatto impressione non sapevo nemmeno cm si sarebbe svolto l'esame e stato la prima volta fatto in vita mia, cosa devo pensare è normale una reazione simile durante l'esame? Magari il tracciato era pure normale ma perché mi ha creato quei problemi sopratutto a occhi gambe e voce sparita?
Ho paura che tt ora non mi ricoverino aspettano parere neurologico, dello stesso neurologo che per intenderci mi ha seguita ha imputato tutto alla tiroide e se ne è lavato le mani, quindi so già che mi dirà che non c'è nnt e che devo curarmi la tiroide ma io non sto bene questi blocchi vengono sempre più spesso soprattutto qnd mi assopisco un attimo e li non può di certo essere qualcosa di cosciente visto che sto nella fase di quasi sonno. Cosa posso fare? Ho provato a fargli vedere gli esami rx con Bario che indica perdita tono e peristalsi esofagea, il fatto del ipotonia dei muscoli del cingolo scapolare con tendenza allo scollamento, la emg che indicava miopatia ma nnt, non c'è verso, che devo fare? Devo morire prima di ricevere aiuto? Che esami dovrebbero fare? Premetto che sto al Cardarelli di Napoli e già qui ho detto tutto. Mi fa sapere dei sintomi che ho avuto durante eeg? È durata poco cmq un 10minuti circa. Forse se l'avessero fatta più lunga o con prove avrebbero visto che davvero quei sintomi erano anomali? C'è mi è sparita la voce non è normale, prima l'avevo bassa ma c'è l'avevo.
Tra l'altro nel pomeriggio prima di eeg ho avuto il cuore che andava x i fatti suoi per 20 minuti misurato 155-94 non so a cosa si riferisse qst valori hanno pinzato il dito x vederlo con un cosino di plastica. È pure di questo non hanno detto nnt ne controllato nulla io durante tale cosa stavo solo bevendo come di consueto una ensure plus il battito e iniziato istantaneo alla bevuta.

[#63] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se durante l’episodio accaduto mentre effettuava l’EEG non si è riscontrata nessuna anomalia del tracciato evidentemente non si è trattato di un episodio di tipo epilettico, infatti un EEG in questi casi rileva solo episodi di questo genere,
L'effettiva natura del disturbo non è possibile stabilirla da questa postazione.
Oltre la TC sarebbe utile effettuare anche una RM.
Vediamo cosa Le dirà il neurologo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#64] dopo  
Utente 483XXX

Con o senza mezzo contratto?

[#65] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

veda innanzitutto cosa Le consiglia il neurologo.
Inizialmente potrebbe effettuarla senza mezzo di contrasto, poi se ci fossero immagini dubbie sarà il radiologo a consigliare un approfondimento col contrasto.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#66] dopo  
Utente 483XXX

Dottore io a costo di farmi prendere x pazza glielo devo chiedere a questo punto una cosa che non riesco a capire fin dall'inizio è che tutt'ora non ho avuto modo di spiegarlo perché nn so davvero come spiegarlo e quindi nn so se si capisce. Spero di sì.
Il mio problema nel dire che non respiro e che mi si "blocca" il respiro deriva dal fatto che dopo pochi istanti o uno o due minuti che sono in una determinata posizione in primis straiata a pancia in su, mi scende un peso sul petto, e sul diaframma che mi mozza di colpo il respiro, succede stando totalmente sdraiata a pancia in su(e x questo dalla comparsa della disfagia accompagnata da qst sintomo in primis sono costretta a dormire totalmente seduta) succede se sto su uno qualsiasi dei due fianchi tenendo le gambe piegate e ravvicinate al grembo e succede SOPRATUTTO ed essenzialmente per colpa delle braccia che in tutte queste posizioni elencate non so più dove mettere x avere pace,fin dall'inizio stando seduta impedì sdraiata o appesa al soffitto Il normale peso delle braccia lasciate semplicemente adagiate di fianco al corpo da seduta o non sia mai che leggermente le tengo appoggiate sulle cosce e quindi maggiormente aderire al lati del Busto o davanti al Busto tipo nell'atto di tenere un cellulare in mano con entrambe le mani e molto vicino al viso mi scende questo peso che impedisce ai muscoli del respiro di lavorare e di colpo mi si blocca (io nell'ignoranza la chiamo apnea ma non so se è quest'ultima o altro) sta di fatto che x ovviare a questa cosa io fin dall'inizio ho dovuto prendere un cuscino molto grande e quando sono seduta in qualsiasi momento della giornata o qnd sto x addormentarmi (h24) lo tengo sulle cosce e ci poggio le braccia sopra coi gomiti x fare in modo che le braccia e le spalle restino su e nn pesino creando questi blocchi ai muscoli x respirare. Il punto è che oramai anche così non riesco sempre ad ovviare e proprio x questo mi sono sentita male nonostante avessi il cuscino a tenerle sollevate mi sono appisolata un attimo e non mi sono accorta subito della sensazione di peso e blocco qnd mi sono svegliata di colpo oramai era tardi e non riuscivo a far funzionare il respiro proprio xke i muscoli non mi permettevano di prendere aria totalmente come se fossero addormentati schiacciati e avessero bisogno di tempo x riprendersi, ogni volta questa cosa è accompagnata da forte accelleramento del battito e successivamente al malore quando la situazione inizia a sbloccarsi insorge subito forte mal di testa, abbassamento totale della voce confusione mentale che dura ore e peggiora tt il resto delle situazioni già in atto che conoscete, Non capisco come il semplice peso delle braccia possa incidere su questo (forse ipotonia dei muscoli dei cingoli scapolare con tendenza allo scollamento implica questo? Le braccia sono maggiormente floscie creando questo peso su tutto ciò che c'è sotto?) vi prego datemi un qualcosa di logico, io nn so davvero cm spiegarlo a parole quello che accade, ma è mi sta levando la pace

[#67] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è curioso quanto descrive, ne deve parlare col neurologo in modo che possa effettuare un esame neurologico valutando le varie situazioni che riferisce, quindi in diverse condizioni, ovviamente se possibile.
Da qui più di questo non è possibile dire.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#68] dopo  
Utente 483XXX

Buongiorno dottore finalmente mi hanno trasferita e ricoverata al policlinico. Sono stata visitata se ho capito bene camminavo tipo coi talloni, qualche parte tipo alluci nn rispondeva a qualcosa strisciato sotto la pianta del piede e sentivo diversamente le punture in varie zone e a occhi chiusi non avevo equilibrio.
Mi era difficile la camminata piede avanti a piede e dovrei avere i decimi di febbre.

[#69] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Bene, adesso penso che i colleghi approfondiranno il caso.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#70] dopo  
Utente 483XXX

La ringrazio dottore, mi è stato davvero di grande aiuto, e molto paziente e umano oltre che preparato, spero tanto di giungere a capo della situazione. Le farò sapere presto.
Le auguro una bella giornata

[#71] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Abbia fiducia.

Buona serata a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#72] dopo  
Utente 483XXX

Dottore volevo aggiornarla su alcune cose. E chiedere un suo parere in merito a questi punti

1)In primis oggi lo psicologo x disturbi alimentari mi ha vista seconda volta (ieri andava di fretta mi ha giusto chiesto di che si trattava nn c'è stato un vero consulto) e dopo che io gli chiesto oggi "tutto qui? Non devo tornare, tipo 1 ora al giorno o altro?" lo detto perché il consulto effettivo sarà durato nemmeno 10 minuti, lui risponde "non sei mica pazza e hai disturbi che devi tornare tutti i giorni, se mai vuoi chiacchierare mi trovi qui"
Ciò in parole povere visto che nn ha richiesto un ulteriore visita vuol dire che x lui non ho problemi alimentari ne mentali corretto? Sennò avrebbe richiesto ulteriori visite giusto?

Non sono comunque riuscita a fare la manometria x attacco di panico, dopo una brutale gastroscopia sono traumatizzata dai tubi.

Sono in attesa di visita nutrizionista e otorino lunedì. Risonanza cervello e tronco encefalico il 12 novembre.

2) (questa va bene per vedere lesioni sclerosi multipla o bisognerebbe aggiungere altre parti?)

3)Volevo chiederle un ulteriore consiglio ogni tanto mi alzo e cammino x un 20 o 30 minuti anche un oretta per il corridoio e dopo un po' avverto un forte dolore che parte dalla parte bassa della schiena che di irradia anteriormente nella zona costole, nei talloni pianta del piede e noto mi da sensazione che cammino con pancia davanti, quando mi fermo partono formicolii gambe. Che sarà dovuto? Io di solito nn camminavo più di tanto ora me ne sto accorgendo qui, capita tutte le volte.

4) stanotte mi è successo un episodio veramente strano, prima di dormire stavo mangiando kinder barrette mi erano finiti e avevo fame, mi addormento e da lì sono certa stessi dormendo, ho alcuni ricordi/flash frazionari della notte, ricordo che avevo fame e nella mia mente volevo i kinder barrette, non ricordo di aver aperto il cassettino di fianco al letto dove li tenevo, non ricordo di aver invece preso la crema clindamicina 1% per acne e di averla aperta e ho flash di me che tentavo di mangiarla, ma stavo dormendo ed ero convinta fossero i Kinder barrette nel sonno, ricordo di aver chiaramente percepito la sensazione del gel freddo in bocca o al contatto con le labbra e che inconsciamente in un certo senso mi ero resa conto nn fossero i kinder barrette in quell'attimo di lucidità del sonno e quindi ricordo di aver messo in modo grossolano senza spalmare la crema molto doppia nella zona delle labbra (sotto naso ecc, non solo sulle labbra) stamani mi sveglio e trovo il tappino della crema sul comodino e lo trovo stranissimo visto che era nuova e chiusa, apro il cassettino e trovo il tubetto aperto e mancano 2 dita di gel da dentro in quel momento mi ricordo di questi flash della notte.
Che cosa è successo? Sonnambulismo? Non ricordo minimamente di aver riposto crema o altro solo dei flash che avevo fame m, che volevo i kinder che di solito ho in quel cassetto, la sensazione del gel che avevo tentato di mangiare che mi ha dato un attimo di coscienza e buon senso nel non mangiarla ma spalmarla in quel modo assurdo lasciandola così sulla faccia.

Che cosa è successo? Mi è capitato solo mesi fa uno strano episodio in cui nel cuore della notte avevo avvertito forte fame e dal tavolino vicino al letto inconsciamente avevo mangiato delle palline di cioccolato che avevo lasciato lì prima di addormentarmi.
Il mattino seguente mi svegliai e non le trovai più e mi vennero in mente quei flash, ma ero totalmente addormentata, pensavo pure allora fosse stato solo un sogno. Invece la mattina dopo il fatto che quel cioccolato non era più lì mi diede prova che era successo. Nn ci Bandai e pensai le avesse prese il mio cane che dormiva li.
In entrambi i casi ho avvertito questo Fortissimo senso di fame e non ero affatto sveglia, forse dormiveglia? O cosa?

[#73] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

1. Non conoscendola non posso dare un parere attendibile su questo punto, teoricamente deduco ciò che ha dedotto anche Lei.

2. La RM per escludere eventuali lesioni demielinizzanti va effettuata oltre all’encefalo anche al midollo spinale.

3. È possibile un problema alla schiena, almeno visto da questa postazione.

4. Questo punto è di difficile interpretazione, infatti le ipotesi possono essere diverse, dal dormiveglia al sonnambulismo.
Le consiglio di parlarne col neurologo per vedere se ritiene opportuno effettuare una polisonnografia.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#74] dopo  
Utente 483XXX

Problemi di schiena normali? Non neurologici?

[#75] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
No, normali, discopatie in generale, ecc..
Consideri però che è solo un’ipotesi.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#76] dopo  
Utente 483XXX

Salve dottore, pultroppo le cose qui non stanno andando per niente bene. Pultroppo si è capito che ne il caposala che richiede le visite né gli altri medici che sono tutti specializzandi vogliono mettersi Contri il verdetto del "professore" che dp una prima visita dichiarò che per lui era mentale e x tanto nn c'era bisogno di risonanza magnetica nemmeno. Tutt'oggi io non ho avuto dp oltre una settimana di ricovero la visita nutrizionista per il solo fatto che se la ottengo è inizio ovviamente cm mia intenzione a nutrirmi x ciò che attualmente mi è possibile con ensure e inizio a mettere peso la tesi dichiarata la professore che comanda tt il reparto cade . Cioè non è un disturbo alimentare come anche detto dallo psicologo.
Stamani ho avuto visita otorino e foniatra, otorino dice mucose nasali troppo pallide e denti troppo rotti di voler richiedere test allergici e dentista. Da visita foniatra sono riuscita ad eseguire esame, mi sono autoimposta di farlo e ho eseguito le loro istruzioni, di solito io bevo piccolissimi sorsi proprio perché un sorso normale mi da problemi, ma questa volta mi Sono detta piuttosto mi affogo qui così lo vedono,ho preso un sorso di quantità normali di semiliquido con del blu dentro prima di riuscire ad ingoiarlo mi è subito preso colpo tosse, ho tossito, e provato ad ingoiare quando me lo hanno detto il punto è che nonostante io avessi ingoiato già non è sceso tutto ma mi sentivo ancora la gola piena ed o ingoiato ancora per cercare di far scendere tutto, lo hanno fatto allora più liquido e replicato stessa procedura altre 3 volte, ogni volta prendendo quantità normali di questo liquido un po' granuloso ma un po' più liquido della prima volta e ogni volta a me è preso colpo di tosse e ho ingoiato questa volta essendo più liquido riuscivo a liberare meglio la gola, prima di questo esame il foniatra mi ha fatto contare ad alta voce fino a 40 e io ogni tot dovevo prendere aria e lui ha detto davanti a tutta equip "si c'è qualcosa, non è miastenia ma c'è qualcosa", sta di fatto che nonostante tutto io Abba fatto come indicato e nonostante ogni volta tossivo e le prima nn ero per niente riuscita ad ingoiare tutto in una volta scrivono nel referto che va tutto bene e che c'è in lieve ritardo deglutizione dovuto prettamente al fatto che io non ero collaborativa. Ma che tutto si svuota bene e nn ci sono alterazioni nel movimento deglutitirio ne altro. Praticamente tutte le cose che ho sentito durante esame già dal fatto di quando contavo ad alta voce e il foniatra diceva che "c'è qualcosa" e il fatto che sia con semiliquido che liquido con sorsi normali tossivo subito è alla prima nn ero riuscita ad ingoiare tutto (lo sentivo ancora tt nella prima parte gola e parte posteriore bocca) non è stato proprio riportato nel referto.
È rientrata in neurologia mi hanno fatto sparirà la visita fissata x oggi con nutrizionista con la scusa che avevano sbagliato e richiesto dietologo, ma questo è falso perché ad ogni uscita mi hanno consegnato cartella e io ho fotografato ogni foglio contenente tra cui la richiesta visita nutrizionista per oggi alle 14 e 30.
Non so più che gioco stanno giocando. Ho timore che semplicemente essendo tutti specializzandi e lavorando comunque tutti per questo professore che comanda reparto neurologia nessuno vuole opporsi alla sua diagnosi iniziale di problemi alimentari. E possibile ritardare la deglutizione volontariamente o involontariamente? Io ho ingoiato quando hanno detto loro ma non se ne era sceso ho dovuto ingoiare più volte che posso farci mi era rimasto in gola

[#77] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

che Le devo dire? I medici che la seguono ovviamente sanno molto più di me, non posso aggiungere altro.
Capisco comunque il Suo sfogo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#78] dopo  
Utente 483XXX

Vorrei solo capire, è fattibile tale spiegazione del ritardo deglutizione

[#79] dopo  
Utente 483XXX

Buonasera dottore, volevo aggiornarla su nuovi sviluppi. Con il foniatra avevo in fine ragione io, l'esame di oggi lo ha confermato.
Stamani mi è stato ripetuto rx esofago cn Bario che mostra oltre a una perdita tono e peristalsi esofagea, ora c'è anche un lieve ristagno in gola (esattamente ciò che dicevo io che durante visita foniatra l'acqua gel leggermente più densa del primo sorso dp aver deglutito metà mi rimase in gola e dovetti ingoiare più volte, prima che se ne scese) vabbè un errore di valutazione ci può essere. L'importante è che quest'altro esame non solo ha riconfermato il problema ma anzi mostra un ristagno in gola che all'inizio del problema nn c'era ciò vuol dire che è peggiorato e per tanto è un qualcosa di degenerativo.
Non è un acalasia xke l'esofago non è né allargato né ristretto a forma di coda di topo.
Che cosa può essere a questo punto?
Il primario non sa che pesci prendere.
Lei ha qualche idea su cosa può creare qst problema?
Intanto mi ha fatto il prelievo sangue x distrofia di stainert.
Per favore mi dia altri spunti qualcosa così glieli butto li. Sono qui da 3 settimane vorrei uscire oltre che con una conferma del problema tra l'altro peggiorato con una diagnosi, qualsiasi essa sia

[#80] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è impossibile avanzare ipotesi a distanza quando anche i medici ospedalieri che La seguono ancora non si pronunciano anche conoscendo approfonditamente il caso.
Abbia un po’ di pazienza e si arriverà ad una definizione diagnostica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#81] dopo  
Utente 483XXX

Buongiorno dottore, ha ragione lei. Dovrei avere più pazienza. Secondo lei il fatto che fin da ragazzina dai 15 anni forse pure meno io abbia iniziato ad avere di colpo dalla sera alla mattina esattamente cm x la disfagia un problema nel fare le feci nel senso, se devo andare al bagno arrivano ad un certo punto del intestino ma poi per evacuare mi tocca fare a me manualmente per farle uscire sennò qualsiasi movimento, spinta io provi nn si muove da quel punto.
Ho ovviato a questa cosa x molti anni con lassativi che le rendevano liquide Cs da nn riscontrare problemi. Ma se sono normali e nn prendo lassativi l'unico modo x evacuare e appunto usare dita. Cosa estremamente mortificante e x cui non ho appunto mai detto nnt e mi ero adattata coi lassativi in qualche modo.
Può avere una correlazione?

[#82] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non conoscendo la natura del Suo problema è ovviamente impossibile dire se anche il disturbo intestinale possa essere correlato.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#83] dopo  
Utente 483XXX

Buonasera dottore La cosa oramai sta degenerando da 2 settimane monitoro l'ossigeno nel sangue Vista la mia difficoltà a respirare e tutti i giorni per ore intere oscilla arrivando fino al 70%.
Non so più che fare, anche piccole azioni mi danno Seri problemi a respirare, se bevo, se mi alzo e cammino se faccio una semplice doccia dopo mi sento morire x ore intere, arrivando a delle crisi in cui arrivando forti tremori rigidità difficoltà a respirare e senso di costrizione fortissimo,parlare mi da fastidio e senso di soffocamento quindi oramai pronuncio pochissime parole al giorno e a bassa voce perché non ne ho molta .
Giusto per farglielo vedere le allego un video in cui misuro con ossimetro poco fa, e la serata è appena iniziata già sto malissimo e il senso di costrizione sta aumentando già.
Si solito intorno ai 77 o 70% sento le orecchie fischiare leggermente, L oscillazione dura costantemente salvo alcuni momenti in cui si stabilizza tra 98% 95% 94% e dopo un po' ritorna a scendere cm vede nel video.

Non so più che fare sono preoccupata per queste oscillazioni,
Che altro devo fare? Continuo a perdere peso a vista d'occhio, questi problemi di respirazione possono essere dovuti alla disfagia in se che li crea o sono cose a sé stanti? Non sono più in grado di riposare ci sono giorni in cui sono uno straccio faccio paura. Che devo fare? Possibile che con tutti questi problemi il CPK è i valori muscolari e la risonanza al cervello e encefalo sono negativi? Devo escludere sia dovuto a fattori neurologici?
Non so più che fare sono disperata, se continua così non arrivo ai prossimi 6 mesi

https://drive.google.com/file/d/1djZWjzKvjIwRZx72QSJA3hPevcQWroA-/view?usp=drivesdk

[#84] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

vorrei tanto poterLa aiutare ma, mi creda, mi è impossibile.
Al momento è ricoverata? In caso affermativo, in quale reparto?
Non mi è possibile nemmeno orientarmi verso un problema neurologico o meno.
I medici che La seguono che ipotesi stanno facendo?

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#85] dopo  
Utente 483XXX

No mi hanno dimessa settimane fa con nulla di fatto, se non il fatto che c'è questa disfagia e ora questo problema con la saturazione che sto monitorando da sola visto che nessuno mi aiuta e non so più che fare, quindi ho iniziato almeno a documentare da sola le cose basi.
La mia pressione minima è sempre intorno ai 50,55 e la massima tra i 85,90 di solito se supera questi valori sto male, eppure so che sono valori relativamente bassi o comunque al limite.
Il mio peso attuale e 42. Mi è difficile bere anche solo un succo di frutta o acqua.
Quando la difficoltà a respirare aumenta e di conseguenza anche il senso di costrizione mi accorgo che non riesco in alcun modo a ruttare o espellere aria mi si blocca tutto creando una distensione totale del addome che resta rigido e duro e espanso per tutto il tempo finché la situazione non migliora un po'.

Non so davvero che fare, a chi rivolgermi, che esami fare.
La cosa sta peggiorando troppo velocemente da quando sono stata dimessa inizia a spaventarmi davvero.
Potrebbe essere qualcosa di cardiaco a questo punto? Se non è neurologica ne reumatologica cosa resta?

Dal emocromo fatto alcuni giorni fa emoglobina è al limite basso 12 su 12-16
E mchc è basso 31 su 32-37

Non ho anemia. Ne ho sofferto in passato ma adesso no , avevo 1 giorni di ciclo durante prelievo. Ma anche in esami fatti da ricoverata e prima emoglobina era al limite e mchc basso

[#86] dopo  
Utente 483XXX

Questa pagina relativa al emocromo che non riesco a capire può essere di qualche utilità o almeno indica qualcosa?

https://drive.google.com/file/d/1dNCu3S7bo5CFIPwuwSM7IUTe2dFrCUOj/view?usp=drivesdk

[#87] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

forse è meglio rivolgersi ad un reparto di medicina interna portando gli esami diagnostici finora effettuati.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#88] dopo  
Utente 483XXX

Medicina interna di che si occupa circa?

[#89] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la medicina interna si occupa di un vasto campo di patologie che comprende vari settori riguardanti essenzialmente organi interni, per es. fegato, polmoni, apparato digerente, malattie reumatologiche, ecc.
Una volta individuato il problema il medico internista può procedere con diagnosi e terapia o inviare il paziente verso uno specialista più settoriale.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#90] dopo  
Utente 483XXX

Ho contattato il medico che mi curava da ricoverata e lui mi ha detto di fare visita pneumatologica con spirometria. Me li sono fatti prescrivere ora dal medico di base.
Aveva consigliato anche una rx con gas ma non ho capito.
Cerco di fissare queste per ora.
Un ultima cosa dagli ultimi esami l'insulina mi è uscita a 4,3 su valori di 4-29
È ancora nei limiti ma non è relativamente bassina? Può significare qualcosa?

[#91] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
No, siamo nei limiti, anche se inferiori, non vedo però correlazioni col problema respiratorio.
Con la sintomatologia riferita pensavo avesse già effettuato la visita pneumalogica e la spirometria...

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#92] dopo  
Utente 483XXX

Salve ho fatto poi la manometria ad alta risoluzione questo è stato l'esito.

Indicazioni : disfagia in malattia

neurologica Interpretazione / Risultati: Normotono dello sfintere esofageo inferiore (31,9 mmHg) con adeguati rilasciamenti post deglutitivi (IRP 11,5). Peristalsi inefficace in oltre il 70% delle deglutizioni con presenza di contrazioni di debole intensita' prevalenti al terzo prossimale,(impegno viscerale come da patologia neuro-muscolare?).


Il terzo prossimale del esofago che punto sarebbe circa? All'altezza gola, torace o stomaco? Non ho capito.


In più quella parte di esofago indica proprio un qualcosa di neurologico infine?

[#93] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il terzo prossimale è la parte alta dell’esofago, pensi di dividerlo in tre parti, quella prossimale è la più vicina alla gola e può essere interessata da malattie neurologiche.
Lo sfintere esofageo inferiore è invece in prossimità dello stomaco, al passaggio tra esofago e stomaco e questo è nella norma.
Ma la presunta malattia neuromuscolare è stata diagnosticata?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#94] dopo  
Utente 483XXX

Pultroppo no ancora non è stata trovata la causa, praticamente coincide col referto rx con Bario e videofluoroscopia che indicava un ristagno di Bario in gola e il Rallentamento proprio all'altezza gola.
Mi sono stare escluse già molte cose tra cui miastenia, distrofia di steinert, da una risonanza al cervello e encefalo nn sembrano esserci lesioni tipo sclerosi multipla anche se so che nn basta cm punto di esame.
Cosa dovrei fare secondo lei? I valori muscolari sono tt normali solo Ldh4 poco superiore

[#95] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in base al sospetto diagnostico, se si hanno le idee chiare, è possibile effettuare test genetici mirati. Non mi pare che ci sia disfonia, vero?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#96] dopo  
Utente 483XXX

Si mi da molto fastidio parlare, o parlo o respiro ho avuto periodi in cui ho dovuto totalmente evitare di parlare perché dopo la difficoltà a respirare aumentava,o perché non avevo proprio voce, nonostante le corde vocali risultassero normali, non posso assolutamente alzare la voce sennò soffoco all'istante, e ho una voce nasale.
Durante la giornata parlo poco e niente solo se è indispensabile sennò dopo mi manca aria o comunque la voce si abbassa, la mattina mi sveglio sempre con lingua come addormentata e non riesco a muoverla normalmente se devo
parlare

[#97] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

con disfagia e disfonia anche una PET potrebbe essere utile.
Dr. Antonio Ferraloro

[#98] dopo  
Utente 483XXX

Cos'è una pet?

[#99] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
La PET è una sofisticata tecnica diagnostica in cui viene utilizzato un radiofarmaco che permette di visualizzare l'attività metabolica del cervello.
Ha diverse indicazioni e sta al neurologo che La segue, qualora voglia percorrere anche questa strada, individuare le condizioni per cui richiederla.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#100] dopo  
Utente 483XXX

Dottore vorrei porvi una domanda un po' tecnica , il punto del esofago indicato nel mio referto cioè il terzo prossimale è composto da muscoli e movimenti volontari o involontari?

[#101] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

brevemente, l'esofago nella parte superiore è costituito dalla mucosa, da tessuto connettivo e da fibre muscolari sia lisce che striate, queste ultime sono più numerose nella parte superiore. I movimenti sono involontari e riflessi.
Per maggiori informazioni chieda al gastroenterologo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro