Utente 518XXX
Mio figlio 36 anni da diversi mesi ha dolore e rigidità al collo che a volte si propaga al braccio e alla spalla. Ad una visita neurologica il test di babinski ha dato esito positivo ed il neurologo ha consigliato una RM con mezzo di contrasto alla colonna cervicale e toracica. Da segnalare che da una precedente RM eseguita a dicembre 2017 risultavano ernie lombari e che mio figlio è molto stressato per motivi famigliari e di lavoro. Ora sono molto in ansia perchè ho letto che il segno di Babinski è segno di una grave sofferenza del midollo spinale e tempo possano essere segno di tumori o malattie degenerative. Le chiedo cortesemente un Suo parere.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Utente,
desidero innanzitutto chiarirle che il Babinski (dal nome del Neurologo francese che lo descrisse alla fine dell'800) è un segno della semeiologia neurologica che indica non una lesione midollare ma un interessamento del tratto piramidale cortico-spinale (ossia la via che discende dal cervello al midollo). In tempo di diagnostica per immagini così sofisticata, quale la Risonanza Magnetica, onestamente il Babinski (che spesso è un falso positivo), col dovuto rispetto, lascia il tempo che trova. A maggior ragione se il sospetto clinico è sulla natura di una cervico-brachialgia.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 518XXX

grazie innanzitutto per la Sua sollecita risposta. Se ho ben capito potrebbe trattarsi di un problema di restringimento o compressione del canale spinale in questo caso dovrà andare incontro ad un intervento chirurgico?

[#3] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Dopo che avrà eseguito, come consigliato dal neurologo, una risonanza, se vuole, ne riferisca gli esiti e potrò aggiungere la mia opinione
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4] dopo  
Utente 518XXX

Mi scuso per il ripetermi ma l'ansia è davvero tanta anche se so che non è possibile una diagnosi a distanza ma i sintomi di cervico-brachialgia potrebbero essere compatibili con un ernia cervicale che preme sul canale midollare e in questo caso si rischia una paralisi?
Grazie ancora per la pazienza.

[#5] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Una cervico-brachialgia può essere la conseguenza di un'ernia discale che entra in conflitto con una radice che fuoriesce dal rachide cervicale.
Per ulteriori ragguagli sull'argomento, può leggere questo mio articolo di cui le accludo il link:
https://www.medicitalia.it/salute/neurologia/202-cervicalgia.html
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#6] dopo  
Utente 518XXX

grazie 1000 Le farò sapere l'esito della RM che purtroppo eseguirà soltanto il 26 gennaio.

[#7] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Può attendere senza ansia la data fissata, stia tranquillo.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#8] dopo  
Utente 518XXX

Stamattina ho fatto la RM alla colonna cervicale e dorsale ma il radiologo non ha ritenuto di farla anche con mezzo di contrasto come invece richiesto dal neurologo. Come mai? Vorrei un Suo parere su questa procedura , ora sono preoccupato perchè penso che già dalla RM normale siano stati visibili gravi problemi tali da non dover essere indagati ulteriormente con il mezzo di congtasto. Mi aiuti La prego a capire il perchè non sia stata fatta la RM anche con contrasto.
Grazie per l'aiuto che vorrà darmi.

[#9] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Potrebbe riferire il referto della Risonanza?
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#10] dopo  
Utente 518XXX

purtroppo il referto sarà disponibile solo a partire dall'8 febbraio!! e la mia paura sale sono terrorizzato che i problemi siano così evidenti che non richiedono una indagine più approfondita con il mezzo di contrasto. Mi scuso per il disturbo ma vivo in uno stato tale di angoscia che non riesco più a controllare. Grazie per il Suo prezioso aiuto.

[#11] dopo  
Utente 518XXX

Gentile dottore Le invio il referto della risonanza:

l'esame è stato eseguito compatibilmente con la scoliosi del paziente. a livello della colonna cervicale si riconosce una verticalizzazione della curva fisiologica del rachide. In c4-c5 e c5-c6 il canale vertebrae appare lievemente ristretto per una protrusione posteriore delle fibre dell'anulus. Il midollo presenta forma e dimensioni regolari senza alterazioni del suo segnale.
Non si riconoscono impregnazioni contrastografiche di significato patologico.
A livello della colonna toracica non si osservano alterazioni a carico delle strutture ossee e discali. I diametri del canale vertebrale sono regolari. Il midollo presenta forma e dimensioni regolari senza alterazioni del suo segnale.
Non si riconoscono impregnazioni contrastografiche di significato patologico.

Le chiedo cortesemente un Suo parere su questo referto.
Grazie

[#12] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Dal referto riportato, gentile paziente, non emerge alcuna significativa patologia cui poter ascrivere la cervico -brachialgia che lei lamenta. Ad integrazione del reperto della Risonanza riterrei opportuno suggerirle di effettuare una elettromiografia a carico dell’arto superiore dove lamenta il disturbo
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#13] dopo  
Utente 518XXX

Mi scuso per il disturbo ma se i problemi riscontrati nella Risonanza non possono essere causa dei miei disturbi a livello cervicale quale potrebbe essere la causa dei miei problemi? Seguirò il Suo consiglio di eseguire l'elettromiografia, mi può spiegare a cosa serve questo esame?
Grazie infinite per la Sua disponibilità e pazienza.

[#14] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Per escludere che la protrusione discale segnalata dalla RM possa avere una qualsiasi interferenza con le radici nervose contigue
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#15] dopo  
Utente 518XXX

un sincero grazie e Le faro sapere esito elettromiografia

[#16] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Attendo sue notizie
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#17] dopo  
Utente 518XXX

egregio dottore torno rivolgermi a Lei per un consulto. Ho eseguito elettromiografia che è risultata nella norma ma dopo un ulteriore visita neurologica mi è stata prescritta una RM addominale per verificare che non ci fosse qualche compressione dei nervi a livello addominale e purtroppo questa ha evidenziato un ingrossamento dei linfonodi inguinali che potrebbero effettivamente comprimere dei nervi che mi causano il dolore alla schiena. Ora, come potrà comprendere, sono ancora più in ansia (se possibile) per questo nuovo problema. Secondo il suo parere quali possono essere le cause dell'ingrossamento dei linfonodi? ed ancora è effettivamente possibili che ciò provochi una compressione tale ai nervi da provocarmi i dolori alla schiena?
Grazie per un Suo prezioso consiglio.

[#18] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
I linfonodi inguinali non sono in alcun rapporto anatomico con la schiena e non possono, se sono ingrossati per una qualsiasi causa, causare lombalgia.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it