Utente 526XXX
Salve, sono una ragazza di 21 anni. Da circa un mese ho un forte mal di testa, iniziato come un torcicollo, si è poi esteso alla fronte. Presento altri sintomi come intolleranza alla luce e ai rumori troppo forti, senso di stordimento, tensione ai muscoli del viso (fronte, guance, mandibola) e a volte nausea. Da circa una settimana si è presentato anche del dolore e gonfiore nella zona tra le sopracciglia e gli occhi, che sento molto pesanti e faccio fatica a tenerli del tutto aperti.
Il mio medico curante ha ipotizzato all'inizio che fosse un infiammazione della cervicale, così mi ha dato da assumere Oki per 3/4 giorni, tuttavia non ho avuto nessun miglioramento. Ho provato ad assumere anche Moment e Momentdol ma senza alcun effetto.
Sono un soggetto molto ansioso e mi preoccupano questi sintomi. Questo mal di testa è veramente invalidante e va avanti, appunto, da circa un mese. Ho il terrore che possa essere qualcosa di grave e vorrei fare degli esami più approfonditi.
Cosa potrebbe essere? Che specialista dovrei consultare? È forse necessario fare una Tac o Risonanza magnetica all'encefalo?
Ringrazio in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

senza una visita diretta non è possibile stabilire la natura della cefalea che riferisce, per cui Le posso consigliare una visita neurologica presso un collega esperto in cefalee (è il neurologo lo specialista di riferimento delle cefalee).
Poi in base ai riscontri della visita il collega potrebbe richiedere eventuali esami diagnostici, per es. una RM encefalica che è preferibile alla TC.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gentile Paziente,
dalla descrizione la sua cefalea parrebbe essere di tipo tensivo, anche in considerazione della sua stessa ammissione di essere un soggetto ansioso. Alla sua giovane età non è ipotizzabile una patologia degenerativa a carico della colonna cervicale. Al massimo potrebbe essere una cervicalgia muscolare. Il mio suggerimento è di non abusare di antalgici ma di consultare un Neurologo in caso di persistenza della sintomatologia, il quale valuterà l'indicazione ad effettuare eventuali approfondimenti diagnostici.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it