Utente 480XXX
Buongiorno dottore, sono un ragazzo di 19 anni e negli ultimi tempi sto soffrendo di un problema che mi sta impedendo di avere una buona qualità della vita. Ad inizio Dicembre ho iniziato a svegliarmi tutte le mattine con una leggera ma costante pesantezza alla tempia sinistra e pressione sempre dietro all'occhio sinistro che si tramutava occasionalmente in vero e proprio dolore, solitamente mi durava tutta la mattinata a scuola e poi a casa passava. In seguito ha iniziato a perdurarmi per tutto il giorno con intensità diverse (si alleviava solamente quando mangiavo e dopo aver effettuato l'aerosol con cortisone passava del tutto tornando dopo 1-2 gironi), durante le vacanze natalizie poi mi è passata, presentandosi solamente in un paio di occasioni in tarda serata, comunque poco intensamente. Appena ricominciata la scuola però mi è tornato, ho deciso allora di effettuare una radiografia ai seni paranasali sospettando si trattasse di sinusite cronica, ma non mi è stato riscontrato nulla. Premetto che sono un portatore di lenti a contatto morbide mensili (uso accordato con il mio oculista e non ho mai avuto problemi, inoltre la sensazione è presente anche se rimuovo le lenti), ho notato che la prescrizione delle ultime lenti da me acquistate era sbagliata (mancava -1.25 di astigmatismo proprio sull'occhio sinistro), dopo questa mia supposizione la sensazione di pesantezza è passata per una settimana, per poi ripresentarsi, in maniera più leggera, ma comunque fastidiosa.
Attualmente sto aspettando che arrivino le lenti nuove, l'occhio comunque non presenta particolari rossori, ma ho notato (non so se vi può essere un collegamento) che spesso vedo proprio nell'occhio sinistro in basso a destra una piccola luce bianca (come quando si osserva un oggetto luminoso per parecchio e poi si rimane "accecati"); ultimamente anche se non sono un tipo ansioso ho avuto un periodo di stress per via di alcune vicende personali non so se può essere anche questo un motivo. Ho attualmente prenotato una visita neurologica a metà Marzo, intanto però volevo chiedere secondo lei a cosa può essere dovuto questo fastidio.
In attesa della risposta le porgo cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la sintomatologia sembrerebbe assimilarsi ad una cefalea tensiva, almeno questo farebbero ipotizzare il contenuto del post e le Sue spiegazioni.
Ovviamente questa è solo un’ipotesi a distanza, vediamo cosa Le dirà il neurologo che avrà l’indubbio vantaggio di poterLa visitare.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro