Utente 490XXX
Buongiorno,
Chiedo un consulto qui perché è quasi un anno che sto male e non riesco più a stare bene:
C'è stato un episodio quando ero ad un grande market a fare compere quando improvvisamente mi sentii svenire, ma non sono svenuto.
Ho avuto questa strana e brutta sensazione di svenire ma senza svenire per almeno mezz'ora quando poi sono tornato a casa a riposarmi....da quel giorno la mia vita è cambiata (successe ad Aprile del 2018):
dopo quell'episodio ho cominciato ad avere uno stato di confusione, di irrealtà....come se stessi sognando....mi sentivo la testa vuota, come un palloncino e avevo una tremenda paura di impazzire.
Mi sono fatto visitare da molti e anche da psicologi e psichiatri che, mi sconsigliavano di prendere psicofarmaci perché a parer l'oro non era un problema di mente.
Vabbè dopo 2 mesi il senso di sognare e confusione passò ma adesso rimangono le perenni sensazioni di capogiro, di cadere...diventa difficile per me andare avanti...ho 21 anni e oggi è il 18 gennaio 2019...quasi un anno che patiscono tutto ciò....secondo voi cosa potrei avere?
Test RM:

RM encefalo e tronco
Esame effettuato con sequenze assiali e sagittale TSE T2 dipendenti, assiali turbo FLAIR, DWI e SE T1 dipendenti esclusivamente in condizioni basali nonché sequenze T1 Vive FS prima e dopo somministrazione di gadolinio ev.
L'indagine RMN dimostra strutture encefaliche corticali nella norma in assenza di alterazioni del segnale RM focali o diffuse di significato patologico.
Non segni di restrizione della diffusività nelle sequenze DWI.
Spazi liquorale ventricolo-cisternali e periencefalici conservati. Focale iperintensità del segnale nelle sequenze T2w, a morfologia allungata, di significato liquorale in sede talamica sn.
Non si rivelato aree di sofferenza mielica a carico della sostanza bianca sottocorticale e periventricolare.
Nuclei della base e strutture ottico-chiasmatiche normalmente rappresentate.
Non si individuano formazioni patologiche spazio-occupanti né aree di patologico potenziamento del segnale post contrastografico della fossa cranica posteriore e sopratentorali.
Non alterazioni dell'intensità di segnale a livello del tronco encefalico.
Non segni di effetti massa.
Strutture mediane di riferimento in asse.
RM RACHIDE CERVICALE
Esame RMN effettuato con sequenze TSET1,TSET2 e STIR sggitali e assiali Me2D condotte da C2 a C7.
Sono state inoltre effettuate sequenze sggitali T1 Vibe FS dopo somministrazione di gadolinio ev.
L'indagine evidenzia perdita della fisiologica lordosi cervicale che mostra tendenze all'inversione con fulcro in C5-C6.
Canale centrale midollare di regolare ampiezza.
Iniziali fenomeni di disidratazione del nucleo polposo a carico dei dischi intersomatici compresi tra C2 e C6.
A livello C4-C5 e C5-C6 e C6-C-7 concomita bulging posteriore del disco intersomatici determinante modesta impronta sullo spazio liquorale premidollare.
Non alterazioni focali del segnale ore e post-contrastografico a carico del midollo cervicale

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

"C'è stato un episodio quando ero ad un grande market a fare compere quando improvvisamente mi sentii svenire, ma non sono svenuto" questo è un episodio tipicamente ansioso.
Anche le vertigini sembrerebbero di origine psichica, che poi non sono vertigini tipiche ma "sensazioni di capogiro", mi sembra di capire come in alto mare, queste sensazioni possono essere le cosiddette "pseudovertigini", anche queste di origine ansiosa.
La RM encefalica, peraltro nella norma, non giustifica il problema, al massimo i reperti cervicali ma non tutti i medici concordano con questa ipotesi.
Ritengo che abbia già effettuato una visita neurologica, cosa Le ha detto il collega?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 490XXX

Buonasera dottor Ferraloro, grazie per la risposta
Gli esami neurologici tutti nella norma eccetto un Holter24h che mi ha rilevato delle anomalie elettriche durante la fase NREM del sonno che non mi è mai stata approfondita perché ritenuto poco importante.
L'ipotesi dell'ansia l'ho presa molto in considerazione ma mi è stato detto che è impossibile che certi stati d'ansia possono ripercuotersi in questa maniera per così troppo tempo, ed io ovviamente mi sono affidato ai dottori che mi hanno visitato (che saranno una ventina)... però sto perdendo la fiducia perché si dice di no credere ad internet...ma in questo caso non riesco ad avere una rispost...sono sempre con un punto interrogativo...
Se non è ansia cosa può essere questo stato di malessere continuo? Parlando di queste sensazioni di stordimenti, poca stabilità, capogiri ecc..? Ripeto che l'opzione psichiatrica e derivanze di fattore psichico mi sono state escluse...attendo riscontri
Grazie mille

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

noi per rispondere ai consulti ci basiamo sulle visite e sugli esami che l’utente ha già effettuato.
I suoi esami diagnostici sono negativi così come le innumerevoli visite, presumo anche neurologiche.
Se le cose stanno così, l’ipotesi ansiosa è quella più concreta.
Altre ipotesi avanzate online sarebbero fantasiose.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro