Utente 269XXX
Salve! racconto brevemente la mia triste storia, ho 33 anni e nel 2010 mi prescrissero una cura , a base di Olanzapina, non vi dico cosa non farei a questo dottore per cio che mi ha causato allora e le conseguenze che mi trascino ancora oggi.
pesavo 52 kg e arrivai con questa cura a pesare piu di 90 kg per gli effetti collaterali del farmaco, ero un ragazzo atletico e magro (come dicevo pesavo 52 kg ed ero alto 1,74 m). una volta smesso la cura dopo un anno riacquistai il peso forma originale, ma avevo notato delle anomalie fisiche, come sudorazione piu acida, cumuli di grasso che tutt'oggi permangono (ginecomastia bilaterlae) e ad oggi riscontro problemi a livello di memoria o di concentrazione, cosa che nn avevo essendo stato alunno modello con ottime capacita mnemoniche.
ai tempi smessa la cura come potete intuire dalle diagnosi che ho elencato risultai positivo ai test, prolattina rimase alta per quasi un anno dopo la cura come rimase ingrossato il fegato per molti mesi, senza elencare disturbi intestinali che cominciai ad avere dopo la cura e che mi portano ad avere la pancia gonfia tutti i giorni.
il problema per cui chiedo consulto e l'astenia che mi procuro e che ad oggi con l'aiuto di fisiatri, fisioterapisti e chiropratici non rieso a superare ma soprattutto il continuo nascere di episodi di sonnolenza che mi accompagna nel quotidiano e che nel 2015 mi portarono a fare un incidente quasi mortale (da allora guido raramente la macchina perche questi episodi sono frequenti, solo per andare a lavoro).
quindi cosa posso fare? nell'ultimo anno ho fatto molti esami ematici e sono nella norma, a parte le vitamine b12 e la d, creatinina bassa, malattie reumatiche negative, ves, mononucleosi ecc per un totale di oltre 30 fattori.
non riesco piu a uscirne fuori sono sempre stanco fisicamente cosa che mi ha fatto pensare di avere la sindrome da stanchezza cronica ma non ci sono valori o fattri per cui confutare la cosa, nel 2012 feci una risonanza con contrasto ma risulto negativa

[#1] dopo  
Dr. Magda Muscarà Fregonese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
20% socialità
VILLORBA (TV)
VENEZIA (VE)
MESTRE (VE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2012
Gentile utente, non è' chiaro da quale specialità Lei si senta oggi seguito .. neurologo, psichiatra? Ce lo scriva ed anche ci parli della sua storia, con chi vive, cosa fa, cosa amerebbe fare? Ed anche che educazione ha avuto e che infanzia ha avuto. Tutto parte da lontano. Ci riscriva, potremo aiutarla meglio..! Intanto auguri per tutto!
Dr. MAGDA MUSCARA FREGONESE
Psicologo, Psicoterapeuta,
approccio psicodinamico problemi familiari, adolescenza, depressione 348 55 00 206

[#2] dopo  
Utente 269XXX

Buonasera! nello specifico un neurologo, lo psichiatra ne ho avuto forse abbastanza anche perche per quello che ho passato hanno fatto troppi danni.
Il mio problema ed e perche comunque tuttora ho delle difficolta e non problematiche , nel relazionarmi ed e quello che continuo a spiegare , perche ad oggi non e normale NON riuscire ad avere una FEMMINA o piu chiaramente una ragazza, ed ho 33 anni mentre tutti i miei amici ne hanno una ufficale e iun numero di spasimanti il doppio , con cui intrattengo rapporti sessuali.
i farmaci non mi hanno aiutato ne tantomeno nel potermi difendere a 33 anni dalle persone, colleghi e situazioni del quotidiano che si creano nel momento in cui vengo preso in giro o comunque tentano di sopraffarmi sfruttando la mia ingenuita o approfittandosi della mia buona indole.
i farmaci di cui dal 2008 fino al 2011 ho usufruito da questi dottori mi hanno causato almeno una 40ina di visite al pronto soccorso per crisi che penso definiate psicotiche, dal 2011 ad oggi sono andato al pronto soccorso una volta poiche mi sono tagliato il dito nel 2013)che hanno smesso una volta abbandonato i farmaci, e , un aumento di peso pesando al momento dell'assunzione 50 kg ed arrivando a pesare il doppio e cioe 100 kg nel 2011 mi hanno causato una serie di problematiche e patologie, vedi scoliosi, vedi ginecomastia bilaterale, valori del sangue sballati per almeno un anno dall'interruzione delle cure , astenia muscolare e problemi di memoria a livello cerebrale che permangono, inoltre dal momento che ho assunto questi farmaci ad oggi ho continui problemi di continua sonnolenza.
spesso mi domando se il motivo per cui ho iniziato tutto cio, e cioe avere una fidanzata e di cui oggi non sono riuscito in tale obbiettivo e valsa la pena, e soprattutto penso cosa farei a questi pseudodottori che mi hanno rovinato la vita cosa gli fare.
non potendo permettere l'elite dei dottori poiche sono povero mi ero rivolto a quello sanitario la cui la loro specialita era abusare sessualmente i pazienti , un altro e stato sospeso per motivi che non saprei e l'altro era stato denunciato perche ha minacciato il fratello in paese .
il mio problema era solo questione di carattere ed e normale per una persona che come me aveva subito atti di bullismo essere introverso, ed era normale per una persona come me cresciuto in un ambiente familare passivo dove i miei genitori, senza offesa per loro , siano ignoranti non perche non hanno studiato ma proprio perche lo sono, e io di alcuni questi aspetti li ho assunti, non mi reputo per carita ignorante, ho concluso gli studi sia chiaro ma mi riferisco a dei LIMITI che non si possa far a meno di notare e che non hanno a che fare con la scarsa autostima sia chiaro (per voi "dottori").
giustamente la ragazza non me la potete trovare voi, ma mi e capitato nei percorsiterapeutici di avere a che fare con svariate dottori, e alcuni non hanno pensato due volte di dirmi che sono noioso o nel palesarmi i difetti del mio carattere cosa che credo non sia parte del vosto mestiere. pero fatto sta che sto male per le conseguenze delle cure farmacologiche al livello fisico e nell anima per come sono stato trattato

[#3] dopo  
Dr. Magda Muscarà Fregonese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
20% socialità
VILLORBA (TV)
VENEZIA (VE)
MESTRE (VE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2012
Gentile utente, comprendo che la sua storia non l'aiuta a vedere il mondo e il futuro con serenità e grande fiducia, penso però che un percorso in cui alcune medicine, accuratamente scelte da un neurologo , siano accompagnate da colloqui con un Collega che l'aiuti a lasciar andare la sua comprensibile rabbia e delusione e a sentirsi meno solo, più compreso, ed anche aiutato a non scoraggiarsi, e ad andare avanti con più forza e coraggio.., possa essere una cosa positiva.. che migliori la sua vita. Le faccio molti auguri, migliorare è possibile.. ogni giorno un po'..!
Dr. MAGDA MUSCARA FREGONESE
Psicologo, Psicoterapeuta,
approccio psicodinamico problemi familiari, adolescenza, depressione 348 55 00 206