Utente 500XXX
Salve,
prima di tutto spero di aver beccato la sezione giusta, se così non fosse chiedo scusa.

Sono qui per avere un parere.

Mi è stato dato questo referto.
Questa persona mi ha detto che una neurologa dopo aver letto questo referto, sostiene che restano al massimo 2 mesi di vita a chi si sta affrontando questa situazione.

Non so se sia vero, dal momento che non mi intendo di questi termini e non capisco esattamente cosa ci sia scritto.
Vorrei solo avere un parere per sapere se effettivamente è così o se possono esserci possibilità, e se così fosse se potete consigliarmi qualche specialista da contattare.

Inoltre vorrei sapere cosa ne pensate dell'olio di cannabis, ho letto e sentito varie persone che effettivamente affermano che la malattia rallenta e in certi casi vengono distrutte le cellule tumorali...Ovviamente io non lo so, non sono ne un medico e nemmeno studio queste cose, ma so che in Italia è illegale l'olio di cannabis, ma se avessi la possibilità di trovarlo, pensate ci siano possibilità di diminuire la malattia o di far soffrire meno la persone in questione?

Ringrazio anticipatamente per pareri/opinioni.
Saluti

------------------------------------------------------------------

Quesito clinico: su indicazione del neurologo in Ca mammario con secondarismi epatici ed ossei - paresi del VI n. cranico sinistro lesioni secondarie? carcinomatosi meningea?

RM CERVELLO E TRONCO ENCEFALICO - CON CONTRASTO

Indagine eseguita su RM ad alto campo (1,5 Tesla) prima e dopo somministrazione di mdc (gadoteridolo per via endovenosa alla dose di 0,2 ml/Kg) con particolare riguardo alle strutture del basicranio e della fossa posteriore mediante acquisizione multiplanare di sequenze 3D FFE T1, TSE T2, 3D FLAIR, SWI, DWI e 3D FFE Ti DIXON.

Precedente esame TC encefalo anamnesticamente riferito non disponibile.

Lieve dilatazione del sistema ventricolare e dello spazio liquorale periferico, proporzionalmente maggiore in fossa cranica posteriore, di significato atrofico, più verosimilmente correlato alla patologia della paziente; variante anatomica di asimmetria dei corni frontali dei ventricoli laterali per coartazione del sinistro.

Non vi sono alterazioni della morfologia né dell'intensità di segnale del parenchima cerebrale e delle strutture della fossa posteriore. Normale l'aspetto delle logge cavernose cosi come delle orbite nonché del loro contenuto; le strutture del basicranio appaiono indenni.

Non vi sono modificazioni dei sifoni carotidei né dei vasi del poligono di Willis.
L'imaging di suscettibilità magnetica, la sequenza Diffusione e la somministrazione di mdc non aggiungono altri elementi: non vi è evidenza di lesioni sostitutive secondarie ed in particolare non vi sono segni riferibili a carcinomatosi meningea.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Utente,
dalla lettura del referto non si evince alcuna patologia in atto e non capisco su quale base sia stato sentenziato che la paziente non abbia più di due mesi di vita.
Per quanto attiene all'utilizzo del cannabis per la terapia del dolore posso dirle che in Italia è lecito se prescritto secondo determinate regole da medici.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 500XXX

Salve Dott. Colangelo,
intanto la ringrazio per il suo intervento.
Non mi intendo di medicina come ho già ribadito ma qualcosa non mi tornava, ma ora c'è speranza per le persone che stanno passando questo momento difficile.

Farò leggere a loro questa sua risposta, e probabilmente in base alle loro decisioni verrà contattato.

Al momento per quello che so, Martedì portano la cartella clinica a Milano per maggiori accertamenti.

Intanto la ringrazio del suo tempo e della sua risposta.
Le auguro una buona giornata.

Anonimo