Utente 522XXX
Buongiorno,vorrei un parere,mio padre di 73 anni venerdì sera ha avuto in ischemia cerebrale che ha colpito l'intero emisfero destro (diagnosticata il sabato sera perché dalla prima tac non era risultata) ero presente quando è successo e quindi chiamato l'ambulanza e l'intervento è stato tempestivo.
Ora mio padre si trova in terapia intensiva intubato,capisce quello che dico (ho nominato il mio bambino e ha sorriso e poi pianto) ma non reagisce, muove le spalle e le gambe ma ancora non stringe la mano....gli occhi sono fissi nel vuoto...i medici non si.sbilanciano....e non so cosa aspettarmi....rimarrà così a vita? Cosciente ma.non in grado.di respirare e mangiare autonomamente?o ho qualche speranza che recuperi qualcosa?

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Utente,
da quanto riferisce nel breve resoconto anamnestico sembrerebbe che l'ictus ischemico abbia interessato l'intero territorio della arteria cerebrale media di destra. Se suo padre non è mancino, i centri eloquenti sono nell'emisfero sinistro. Adesso dovrà riequilibrarsi ed appena possibile iniziare la riabilitazione dell'emiparesi sinistra, ma non dovrebbero sussistere disturbi della parola.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 522XXX

Ovviamente sono ignorante in materia,i medici dicono che è un ischemia grave che ha preso l'intero emisfero destro da davanti a dietro e quindi è grave....ma non so quantificare quanto...inoltre mio papà 44 anni fa ha già avuto un emorragia cerebrale che gli ha provocato un emiparesi destra e un calo drastico del tono di voce...ovviamente so che ora andrà su una sedia rotelle,ma spero che riprenda il respiro autonomo,la parola per esprimersi,la vista e l'uso della mano sinistra tanto da poter mangiare da solo... Sono due giorni che piange di continuo perché si rende conto della situazione...ci sono speranze? E quando potrò iniziare a vedere i miglioramenti seppur minimo? Stamattina hanno provato a fare dei comandi e mi hanno detto che molto lentamente risponde....come fare vedere la lingua....

[#3] dopo  
Utente 522XXX

Mi sono dimenticata di scrivere che la gamba destra, la spalla destra e il braccio destro leggermente le muove....gli manca la forza...non stringe la mano...ma forse possiamo sperare che recuperi il braccio? O sarà proprio "morto"? grazie

[#4] dopo  
Utente 522XXX

Ho sbagliato a scrivere,intendevo la parte sinistra.....la destrA è 44 anni che è "morta"....mi sono scusi ma sono in crisi

[#5] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
A seguito della sua ulteriore integrazione anamnestica emerge che preesisteva un danno a carico dell'emisfero sinistro. Posso ipotizzare che il paziente sia affetto da una condizione emboligena di antica data, quale potrebbe essere la fibrillazione atriale.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#6] dopo  
Utente 522XXX

E cosa mi devo aspettare?? Non ho capito dalla sua risposta....mi scusi

[#7] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Significa che c'è probabilmente una causa, quale potrebbe essere la fibrillazione atriale, che è stata responsabile del precedente episodio ischemico.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it