Utente 454XXX
Salve dottori di medicitalia scrivo per esporre un problema riguardante mio padre,partendo dal presupposto che stiamo parlando di una persona di 70 anni assolutamente non obesa,mai fumatore,con esami del sangue sempre nella norma e pressione stabile. Per un semplice controllo di routine mio padre effettuò un ecocardiogramma dal quale si evince che:
Iperteso e dislipidemico.Stenosi carotidea (dx 30% e sn 25%).Valvola aortica ispessita calcificata non stenotica,atrio sinistro lievemento ingrandito.CONSIGLIATA:SCINTIGRAFIA MIOCADICA PERFUSIONALE A RIPOSO E DOPO SFORZO.

L esame consigliato è stato effettuato dopo poco tempo, il referto è stato pressocchè il medesimo :Paziente sottoposta a test di sforzo al tappeto rotante con iniezione di radioisotopo usata tecnica SPET. Rilevazione dopo stress:Deficit di perfusione di marcata entità a livello della parete inferiore.Rilevazioni a riposo:Si evidenza una normale perfusione della parete deficitaria dopo sforzo. SSS=12(VN</=4);SDS=12.
CONCLUSIONI : deficit di perfusione reversibile della parete inferiore.

Su invito del cardiologo è stata effettuata una coronografia,dalla quale si evince:CARDIOPATIA ISCHEMICA CON EVIDENZA ANGIOGRAFICA DI CORONARIE ESENTI DA LESIONI SIGNIFICATIVE. PRESSIONE AORTA 130/80
Coronarie esenti da lesioni
Ora a breve avremo un controllo diretto con un cardiologo, ma il mio pensiero va a quella CARDIOPATIA ISCHEMICA.
A cosa può essere dovuta visto che comunque parliamo di coronarie libere e fortunatamente di un soggetto che non ha mai avuto veri e propri sintomi di un ischemia?
Grazie mille di eventuali risposte.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Il,paziente è iperteso e dislipidemico.
Spesso ciò comporta un problema di aichemia dovuti ai piccoli vasi.

Non so certamente la terapia che sta seguendo, ma molto potrebbe e#ssere fatto

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 454XXX

Grazie dottore della pronta risposta.
Quando si parla di dislipidemico si parla di grassi in particolar modo di colestero o sbaglio? Dalle ultime analisi di mio padre si evince comunque un valore di colestero nei limiti.
Al momento sta assumendo Cardioaspirin 100 e torvast 20 cp

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Quindi sta assumendo statine, ecco perché il colesterolo risulta nei limiti. Mi raccomando che continui ad assumere la statina.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza