Spasmo palpebrale

Buongiorno ho ricevuto un’email dallo staff di medicitalia che mi diceva che in attesa di risposte avrei potuto leggere degli articoli che purtroppo non rispondono al mio
Particolare problema, poi ho visto che il mio consulto contestualmente risulta scaduto. Per questo motivo reinvio la mia domanda nella speranza di avere uma risposta per me molto importante.

Buona sera gentili dottori,
come già potrete vedere dai consulti in oculistica da maggio 2018 combatto con una trombosi retinica di branca occhio sinistro (già avuta 36 anni fa dopo il parto).
Il mio percorso è stato lungo e molto faticoso purtroppo perché per i primi tre mesi sono stata curata con Deltacortene, prima 50, poi 25 milligrammi, che non ha fatto che peggiorare la mia situazione perché prima avevo solo forti abbagliamenti al mattino ma, dopo la diagnosi e la cura con il farmaco Deltacortene, la vista peggiorava sempre di più.
Dal 9 agosto per fortuna sono cominciati i primi miglioramenti, ho fatto la mia prima intravitreale di Eylea in ospedale e ad oggi sono alla settima iniezione e la mia vista è migliorata moltissimo tanto che con l'occhio in questione posso leggere ciò che sto scrivendo senza l'ausilio di lenti. Durante questi lunghi mesi ho avuto periodicamente dei tremolii alle palpebre anche all'occhio controlaterale ma si sono sempre risolti in brevissimo tempo. Questa estate, ad agosto, mentre ero al mare ho dovuto fare la preparazione con Betaboptal per l'intravitreale programmata per il 29 agosto, Durante la preparazione antibiotica (4 volte al giorno) ho cominciato ad avere di nuovo il disturbo del tremolio alla palpebra ma diverso nel senso che il tremolio riguarda sia la palpebra inferiore che superiore a volte contemporaneamente e in particolare se rido, mangio e a volte perfino se parlo e a volte sento il tremolio contemporaneamente sopra il sopracciglio.
Naturalmente sono spaventata e ho pensato a un possibile emispasmo facciale e il 29 agosto in ospedale prima dell'intravitreale ho avvertito il mio oculista che mi ha tranquillizzata dicendomi di assumere del magnesio o vitamina del gruppo B.
Dopo l'intervento per molti giorni non ho accusato il disturbo ma da un paio di gg si è ripresentato, soprattutto la sera, oggi ad esempio ancora no. Chiedo il vostro parere in neurologia per capire se possa trattarsi di semplice mioclonia o qualcosa di diverso, se i miei dubbi possano avere una ragione, se le intravitreali possano essere state la causa di questo problema visto che si tratta dello stesso occhio, se il Betaboptal instillato al mare possa aver procurato un danno (non sono stata in spiaggia ma comunque ero a due passi dal mare) e se la cura di vitamina B è appropriata,
Volevo anche aggiungere che ho un problema dentatrio arcata superiore sempre a sinistra a causa di un ponte che devo sostituire e che soffro di bruxismo (serramento denti)
Non vi nascondo la mia preoccupazione.
Grazie
[#1]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 188 51
Buongiorno a Lei

l'ipotesi di un emi-spasmo facciale è una ipotesi diagnostica da studiare.

Il primo step è quello di una Visita Neurologica.
Indicati, a giudizio dello specialista, esami neurofisiologici quali Riflessi Trigemino-Facciali ed esami di neuroimaging.

In tutto ciò si faccia seguire da un Neurologo all'altezza della problematica.

Cordialmente

Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimo dottore,
grazie mille per la sua risposta e se posso vorrei chiederle ancora quali potrebbero essere le caratteristiche che farebbero orientare più verso una diagnosi di emispasmo dell’occhio piuttosto che una semplice miochimia o mioclonia?
Il 28 devo fare un’altra intravitreale e dopo un’ulteriore visita oculistica il 2 u.s. Il chirurgo non ha ritenuto opportuno rimandarla imputando il disturbo a semplici fascicolazioni. La visita neurologica è programmata per il 10 novembre e non le nascondo la preoccupazione. Potrebbero essere le intravitreali la causa del problema? (Ne ho già fatte 7).
Possono passere giornate intere senza accusare il disturbo e poi quando meno me lo aspetto ritorna.
Nel frattempo posso assumere vit b12 o magnesio come consigliato o potrebbe esserci una cura più appropriata?
Grazie ancora

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa