Utente
Buongiorno, soffro da anni di ansia e ipocondria legata al mio stato di salute con somatizzazioni a livello di parestesie, bruciori a mani e piedi, sbandamenti e tremori che negli ultimi mesi mi hanno fatto convincere di avere la sclerosi multipla. Appurato con due visite neurologiche che da quel punto di vista dovrebbe essere tutto ok, ho comunque effettuato una risonanza encefalo con mdc di cui riporto esito:
Encefalo eseguita con mdc:
L'esame rm non ha documentato evidenti alterazioni morfologiche e dell'intensità di segnale, di aspetto focale e diffuso, a carico del parenchima cerebrale in sede sotto e sovratentoriale, sono presenti solamente alcuni sporadici microfocolai puntiformi d'ipersegnale in T2 a livello della sostanza bianca di entrambi gli emisferi cerebrali da riferire a minute aree di gliosi aspecifica. Le strutture della linea mediana sono in asse. il sistema ventricolare è regolare per sede, dimensioni e morfologia.. . . dopo introduzione per via endovenosa non sono documentate evidenti aree di impregnazione patologica.

Sono un po' in ansia per le aree di gliosi, cosa significa? Si può considerare rm
n negativa per sclerosi multipla?

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Paziente,
il reperto della Risonanza Magnetica in caso di sclerosi multipla evidenzia lesioni che sono patognomoniche per i focolai di demielinizzazione e non sono per nulla sovrapponibili a quelli di gliosi aspecifica che si repertano con grande frequenza ed hanno un significato diagnostico praticamente nullo. Si tranquillizzi e legga questo mio articolo che dovrebbe dissuaderla dal pensare in maniera inappropriata a queste malattie.
Cordialmente
https://www.medicitalia.it/news/neurologia/7755-la-paura-delle-malattie-neurodegenerative-fa-male-al-cuore.html
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente
Purtroppo somatizzo l'ansia e sentire tutti i sintomi di una malattia non aiuta, ancora oggi di fronte all'esito della risonanza avverto bruciore a mani e piedi che non mi fanno stare tranquilla, la sua risposta mi è di grandissimo aiuto.

[#3]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Ne sono particolarmente soddisfatto. Appena può legga l’articolo di cui ho accluso il link.
Cordiali saluti
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno, nonostante l'esito della risonanza, continuo ad alternare periodi di parestesie agli arti, in particolare a gamba e braccio destro a periodi in cui sto meglio e non riesco a capirne il motivo.
La domanda che risuona nella mia testa e che aumenta la mia ansia è la seguente: potrebbero esserci lesioni da sclerosi multipla in altre parti del midollo non visibili alla rmn encefalo? Ho effettuato a giugno una Rmn cervicale e nn mi è stato segnalato nulla di anomalo da quel punto di vista, ma è pur vero che una rmn della colonna in toto non l'ho eseguita...
Grazie in anticipo x la risposta

[#5]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Per una valutazione completa, nel caso di soggetto affetto da SM, l'indagine RM deve essere estesa all'intero midollo. Sarebbe il caso di supplementare l'esame con i restanti segmenti della colonna.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it