Utente
Salve, sono una ragazza di 24 anni e sono molto preoccupata.
Da più di un anno ho una sensazione al braccio sinistro che mi sembra pesante, si stanca subito, ultimamente mi fa male come se il muscolo fosse contratto ma non lo è, fermo restando che la presa degli oggetti e i movimenti non sono ancora alterati o difficoltosi.
Tutto ciò è accompagnato da momenti nei quali mi sembra di respirare poco o male, mal di testa sordi, frequenti sensazioni di nausea e ultimamente ho anche notato che il mio corpo a riposo (soprattutto da stesa ma oggi anche da in piedi) oscilla per me anche visivamente (se mantengo il telefono con la mano destra lo vedo oscillare).
Il mio medico di base mi ha consigliato integratori di vitamine del gruppo B ma ancora non si era manifestata la sensazione di dondolio.

Sono un soggetto ansioso, sono ipocondriaca, ma questi sintomi li avverto anche se non vorrei e mi preoccupano non poco.
Vorrei capire se devo rivolgermi ad un neurologo, cardiologo... vorrei capire cosa potrebbe essere.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Ragazza,

da quanto scrive, lo specialista di riferimento è il neurologo a cui La invito a rivolgersi, successivamente, in base ai riscontri della visita stessa, sarà il collega a decidere come procedere, cioè se fare una diagnosi con relativa terapia o richiedere ulteriori esami diagnostici.
Ovviamente a distanza non è possibile stabilire la natura del problema considerato che i sintomi sono aspecifici, cioè non indicativi di una determinata condizione.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille dr. Ferraloro per la tempestiva risposta.

[#3] dopo  
Utente
Mi scusi ancora, dalla descrizione attuale non si potrebbe per niente escludere la SLA vero?

[#4]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
No, non ci sono elementi per pensare alla SLA.
Dr. Antonio Ferraloro

[#5] dopo  
Utente
La ringrazio moltissimo per il servizio che offre e per non avermi negato la sua risposta.
Le auguro una buonissima notte.

[#6]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buonanotte a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente
Salve, ritorno su questo forum per un'ultima consultazione. In particolare vorrei un suo parere: sono passata dal medico di base a riferire quanto scritto a lei e a riferire sinceramente le mie anche più assurde, diciamo così, preoccupazioni. Dopo test dell'equilibrio e di forza il medico in questione ha notato toccandomi le spalle poche aree alla base del collo molto contratte e per me davvero doloranti. In particolare la zona sinistra risulta in una forte tensione come anche un nervo in zonab bicipite. Il tutto risolvibile con massaggi giornalieri.
Ora mi chiedo e le chiedo:
1 può una tensione nervosa, la chiamo cosí, NON generare dolore all'arto ma solo fastidio e alterazione? Per alterazione intendo che la mia percezione dell'arto è sperimentata solo come una quasi continua contrattura mista a debolezza dello stesso, con precoce stanchezza ovviamente.
2 può insorgere o destare preoccupazione prima il fastidio al braccio e poi il dolore al collo? Ho spesso la sensazione di non poter studiare con la testa troppo abbassata ma non mi era mai capitato che ciò colpisse anche il braccio in questo modo e senza una risoluzione spontanea della tensione,per me muscolare, al collo.
Mi scuso per il fastidio e la prolissità, la mancanza di dolore al braccio mi sembra un caso anomalo.

[#8]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Ragazza,

entrambi i punti sono possibili ma qualora la sintomatologia dovesse persistere effettui, come Le dicevo precedentemente, una visita neurologica.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Utente
Ok, provo la strada dei massaggi per 10 giorni e poi procedo come lei mi consiglia e non il mio medico che non sembra affatto preoccupato. Anzi, mi parla di matrici emotive e ansiose.
Grazie mille.

[#10] dopo  
Utente
Gentile dottore,
ritorno su questo forum.
La situazione generale è migliorata tranne che per il dolore/fastidio al bicipite sinistro che a giorni casuali si manifesta a volte come un dolore sordo e con senso di compressione ed altri come più acuto o comunque come se tirasse. Riesco a compiere esercizi fisici e movimenti senza particolari fastidi. Non ho effettuato alcuna visita specialistica per via della situazione sanitaria.
Il motivo per cui le scrivo oggi è che mentre reggevo un libro il dito indice e pollice sx hanno iniziato a "tremare", come se fossero troppi in tensione, non mi sono preoccupata finchè non ha iniziato a farmi male la punta dell'indice. Una pressione piú forte mi causa un dolore che non avverto alle altre dita.
Io sono consapevole dei limiti del consulto online ma quello che che le chiedo è, secondo la sua esperienza medica, ho motivo di preoccuparmi seriamente? È un problema che parte dal sistema nervoso ( centrale o periferico) oppure può essere spiegato in termini più tranquillizzanti?
Quello che voglio capire è: è un disturbo a carico dei nervi, dei muscoli, dei tendini? Come faccio a capirlo?

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Ragazza,

il tremore potrebbe essere causato da tensione muscolare.
Il dolore non saprei, senza una visita non è possibile stabilirlo, in ogni caso non mi sembra qualcosa di preoccupante.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente
Grazie, "soffrendo" ancora col braccio mi sembra solo di peggiorare e correlo tutto a quello.