Cefalea con disturbi visivi prolungati

Buongiorno, scrivo per un consulto per mia madre.
È una donna di 57 anni che ha avuto un linfoma non hodgkin che ora è in remissione totale.
Entrando nel merito del problema, un mese fa ha iniziato ad avvertire dolore alla testa, il medico di base le ha detto che si trattava di cervicale poiché al tatto risultava infiammata la zona della nuca.
Dopo un mese i dolori sono aumentati fino ad esplodere una settimana fa al punto di costringerla a stare a letto urlando giorno e notte per il dolore (con annessa nausea a aura).
Dopo cure di classici antidolorifici, non è passato finché il medico di base non le ha dato delle compresse specifiche per la cefalea acuta che ad oggi sembrano aver risolto (quasi) il problema poiché il dolore si è alleviato.
Ciò che mi turba è l’aura visiva, ha iniziato a non vedere bene quando il dolore è esploso e nonostante ora sembra si sia calmato, la vista non le si è chiarita, in più non riesce nemmeno ad aprire un occhio come se la palpebra fosse addormentata.
Cosa crede che significhi?
Ci tengo ad aggiungere che dalle analisi fatte 2-3 settimane fa, i valori non indicano un ritorno della malattia tant’è che la sua ematologa ha escluso inizialmente che il mal di testa potesse essere correlato a ciò.

La ringrazio per l’attenzione
[#1]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,9k 326 219
Gentile Utente,
la descrizione della sintomatologia della mamma onestamente non è molto chiara. L'aura è per definizione un sintomo prodromico che preannuncia l'emicrania, quasi sempre di natura visiva, di durata fugace, che regredisce del tutto con l'instaurarsi della cefalea. Da quanto lei riferisce, invece, sembra che la sintomatologia abbia assunto carattere permanente, la qual cosa configura un deficit stabilizzato. Comprendo la difficoltà a consultare un neurologo, ma considerata l'attuale contingenza, e se lo dovesse ritenere necessario, potrebbe accedere al servizio ClickDoc chiedendo un teleconsulto con un neurologo. Se volesse averlo direttamente con me, potrebbe contattarmi sul mio indirizzo mail.
Cordialmente

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test