Utente
Buongiorno Dottori, eccomi nuovamente qui a scrivere riguardante i miei problemi.
Premetto di star vivendo un momento della mia vita in cui sento di essere completamente distrutta dallo stress.
Ho interrotto dopo 11 anni la relazione col mio ex compagno (viviamo a Londra da 2 anni e mezzo), la decisione è stata mia perché comunque ho capito di non amarlo più.
Nel frattempo molti problemi al lavoro, la mia salute sempre abbastanza cagionevole, eccessivi raffreddori e infezioni al trattato respiratorio ecc.
Poi ho conosciuto un'altra persona che mi ha cambiato la vita in meglio ma disgraziatamente adesso con la situazione del covid19 che stiamo vivendo tutto è davvero difficile.
Io sono rientrata in Italia sotto consiglio dei miei genitori per fare degli accertamenti medici mentre lui è rimasto li, aspettando che la situazione si calmi.
Il mio calvario comincia una mattina, mi sveglio a casa del mio attuale fidanzato visto che siamo in lockdown, e ho come la sensazione che le mie gambe fossero intorpidite e avessero il bisogno di muoversi, stessa cosa nelle braccia.
Ho avvertito anche una sensazione stranissima mai avuta prima di tuffo ansioso allo stomaco e al petto che parte dalla schiena e sento perfettamente quando sta per arrivare! Ogni 30 secondi circa ne ho una e soprattutto mi succede quando sono a letto e chiudo gli occhi.
Questa situazione è poi andata cambiando, ho avuto la febbre x 3 giorni ma con tachipirina scende e passa tutto in poco tempo, compresa questa orrenda sensazione.
Adesso sono tornata a casa in Sicilia, da quando sono arrivata (sono in isolamento domiciliare in attesa di tampone per obbligo di legge nonostante sia senza sintomi del covid19) la sintomatologia della sensazione ansiosa e adrenalinica è tornata più forte di prima, non riesco a chiudere occhio, appena cerco di dormire SCATTO improvvisamente, i miei battiti aumentano (120 a riposo), ho costante dolore al petto, stomaco gonfio che spesso mi fa respirare male, vertigini accompagnate da senso di stordimento.
Ho avuto (a Londra) episodi di diarrea cronica durata per circa 2 mesi con feci completamente liquide e presenza di muco.
Piango spesso per la paura perché mi ritengo ipocondriaca al massimo, appena è sera e so di dover dormire inizio ad avere paura e aspetto che questi scatti arrivino, rimanendo sveglia tutta la notte.
Riesco a dormire un massimo di 3 o 4 ore tot.
Ho emicranie ricorrenti e senso di leggerezza alla testa e agli arti, dolore schiena, spalla destra e collo.
Durante la fase di rilassamento quindi quando sono sdraiata a letto, sento anche degli scatti muscolari e il mio corpo si muove minimamente.
Anche quando subentra questo sintomo mi assale subito la sensazione di tonfo ansioso adrenalinico.
Non so come definirlo.
Sono in quarantena da circa 3 mesi tra Londra e casa, sono preoccupata.
Aiutatemi vi prego.

Vi auguro una buona giornata

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Paziente,
la variegata ed articolata narrazione della sua vicenda umana e sanitaria rende abbastanza intuitivo che la fenomenologia che la sta tanto preoccupando abbia un evidente nesso causale con la somatizzazione di uno stato di ansia, che si esprime prevalentemente a livello gastro-enterico. L'aiuto che lei richiede, ovviamente, non può esserle dato attraverso un consulto online per i suoi ovvi limiti, ma potrebbe richiedere una tele-consulto che le darebbe la possibilità di spiegare meglio la fenomenologia e ricevere nel contempo un indirizzo terapeutico, come ho descritto in un mio recente articolo, di cui le allego il link.
Cordiali saluti a lei ed alla sua città, a me tanto cara.
https://www.medicitalia.it/news/neurologia/8478-covid-19-telemedicina-in-neurologia.html
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente
Gentilissimo Dottore,
La ringrazio per la sua immediata risposta.
I sintomi gastro intestinale fortunatamente adesso si sono alleviati, anche se di tanto in tanto tornano anche in base a cosa mangio. La cosa che al momento mi sta realmente rovinando le giornate è appunto questo "TUFFO" d'ansia continuo, ogni 30 secondi circa ne sento uno a livello del petto che parte dalla schiena. Come una specie di scarica di ansia improvvisa senza apparente motivo, anche se so che spesso e volentieri l'ansia somatizza dopo un accumulo di forte stress.
Per favore mi dica in merito a questa sintomatologia che sto riscontrando continuamente soprattutto quando cerco di dormire, la prego. Sono laureata in psicologia e avevo già optato per una auto diagnosi del genere ma volevo essere sicura con un parere datomi da un esperto.
In attesa di un riscontro
Auguro buona giornata.
Cordialmente.

[#3]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Una delle più frequenti cause del disturbo del sonno è sicuramente lo stato di ansia, da cui lei riconosce di essere affetta. Se può esserle di una qualche utilità, legga questo mio articolo che descrive nel dettaglio i disturbi de sonno.
https://www.medicitalia.it/salute/neurologia/200-disturbi-sonno.html
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it